Conferenza di TOMRA Circular Economy: Collaborare per “Chiudere il cerchio della plastica”

Il riciclo di alta qualità inizia con una raccolta mirata  


MÜHLHEIM-KÄRLICH, 7 ottobre 2021 /PRNewswire/ — Secondo i calcoli della Banca Mondiale, circa due terzi dei rifiuti domestici vengono ancora inceneriti o smaltiti in discarica. Nella sua quarta conferenza globale, “Closing the Loop on Plastic” (Francoforte, 5-6 ottobre), i protagonisti del settore si sono riuniti con TOMRA – specialista norvegese nel settore della raccolta, della selezione e del riciclo dei rifiuti – per continuare a tracciare la rotta verso un futuro dove sempre più plastica verrà differenziata e riciclata dai rifiuti domestici. Oltre alle presentazioni e alle tavole rotonde, la conferenza ha avuto in programma una visita all’innovativo impianto dimostrativo di selezione e riciclo dei rifiuti plastici nato dalla joint venture tra TOMRA, Borealis e Zimmermann. Nell’impianto di Lahnstein, in Renania-Palatinato (Germania), i partecipanti alla due giorni hanno visto come gli imballaggi di plastica post-consumo vengono separati dai rifiuti domestici, salvando così i materiali riciclabili dall’incenerimento. L’impianto trasforma direttamente la plastica in un riciclato di qualità paragonabile a quella del materiale vergine, per la produzione del quale servono combustibili fossili che aumentano le emissioni di CO2.  

“E’ molto semplice: decenni di esperienza hanno dimostrato più volte che la preselezione dei rifiuti determina i risultati del riciclo”, ha spiegato Tove Andersen, il nuovo presidente e CEO di TOMRA all’evento di Francoforte. “Il nostro obiettivo deve essere quello di riciclare i rifiuti di plastica in modo da mantenerli in circolazione il più a lungo possibile. Più chiara, pratica e ambiziosa è la legislazione verde, più velocemente saremo in grado di mantenere questo materiale in un ciclo chiuso in tutto il mondo.”  

Un recente studio del think tank londinese Eunomia, commissionato da TOMRA, ha scoperto che aumentando significativamente i tassi di riciclo e migliorando le pratiche di gestione delle risorse, le emissioni di gas serra in tutto il mondo potrebbero essere ridotte di 2,76 miliardi di tonnellate metriche di CO2 l’anno – paragonabili a più di 600 milioni di auto in circolazione ogni anno.  

In collaborazione con i partner dell’industria della plastica, TOMRA ha un piano ambizioso per consentire la raccolta di quanto più materiale possibile da riciclare e per aumentare la quantità di questo materiale riciclato in un ciclo chiuso. Questo sarebbe un passo decisivo verso la riduzione delle emissioni di CO2 e la conservazione delle risorse.   

Registratevi qui per ricevere il video con il riassunto delle conferenze: https://solutions.tomra.com/tomra-talks-2021-video
 

– L’immagine è disponibile all’indirizzo AP Images (http://www.apimages.com) – 

Contatto Media TOMRA Circular Economy:  

Mithu Mohren  Telefono: +49 2630 9150 450  Email:Mithu.Mohren@tomra.com   

Informazioni su TOMRA Circular Economy  

TOMRA venne fondata nel 1972 grazie a un’innovazione legata alla progettazione, alla produzione e alla vendita di distributori automatici inversi (RVM) per la raccolta automatizzata di contenitori per bevande usati. Oggi, TOMRA fornisce tecnologie che consentono un’economia circolare grazie a sistemi avanzati di raccolta e selezione che ottimizzano il recupero delle risorse, riducendo al minimo i rifiuti nei settori alimentare, del riciclo e minerario e si impegna a costruire un futuro più sostenibile.  

TOMRA ha ~100.000 sistemi installati in oltre 80 Paesi del mondo e nel 2020 ha avuto un fatturato totale di ~9,9 miliardi di NOK. Il Gruppo impiega ~4.300 dipendenti a livello globale ed è quotato alla Borsa di Oslo (OSE: TOM).   

Per ulteriori informazioni su TOMRA: www.tomra.com    

  

 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati
P