Cino Zucchi al prossimo appuntamento di Architects Tales

Promosso da Gruppo Rubner in collaborazione con Luca Molinari Studio, Architects Tales è l’iniziativa digitale per continuare a tener vivo il dialogo con le voci più autorevoli dell’architettura e dell’urbanistica contemporanea 


Milano, 1 ottobre 2021. La discontinuità determinata dal Covid-19 ha modificato il punto di vista degli architetti portandoli a rileggere, con rinnovato interesse, la funzionalità dell’urbanistica moderna attraverso la proposta di progetti – ma anche di visioni e idee – sempre più caratterizzati da un’attenzione alle urgenze ambientali e agli imperativi dello sviluppo sostenibile.  

L’Osservatorio sullo Smart Working del Politecnico di Milano ha stimato che a fine 2020 sono oltre 6,6
milioni i lavoratori in cosiddetto “smart working di emergenza” e prevede che ci saranno circa 5,3 milioni di lavoratori in smart working nella “nuova normalità”. Contemporaneamente le Statistiche Super Ecobonus 110% dell’Enea, l’agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, ha registrato oltre 37 mila le richieste depositate per l’apertura di cantieri a seguito della legge sul Superbonus 110% mentre l’ammontare nazionale degli
investimenti, ammessi a detrazione al 31 agosto 2021, è pari a circa 5,68 miliardi di euro.  

I dati citati dimostrano il mutamento ormai inarrestabile del modo di abitare e di lavorare all’indomani dell’emergenza sanitaria: questa rivoluzione potrebbe non essere temporanea, superata e dimenticata in fretta ma diventare strutturale incidendo, evidentemente, sulla qualità dell’abitare. Qual è dunque il nuovo ruolo della progettazione nel trasformare gli ambienti umani e naturali? 

Se ne parlerà nel secondo incontro di Architects Tales, l’iniziativa digitale promossa dal Gruppo
Rubner in collaborazione con Luca Molinari Studio che, nell’appuntamento del 6 ottobre alle ore 17 in diretta streaming sul canale Instagram di Rubner Haus, avrà come ospite Cino Zucchi, architetto italiano riconosciuto a livello internazionale per il suo impegno volto a ricercare soluzioni spaziali sempre più innovative e sostenibili per la vita contemporanea. Focus della conversazione la “QUALITA’ NEL COSTRUITO POST-PANDEMICO”.  

Laureato al MIT di Cambridge in Arte e Design e in Architettura presso il Politecnico di Milano (1979), dove è docente di Progettazione Architettonica e Urbana, Cino Zucchi è membro di molti gruppi di ricerca internazionali, come “ARE_Living sull’innovazione abitativa”, ed è stato presidente della giuria del Premio dell’Unione europea per l’architettura contemporanea – Mies van der Rohe Award 2015. Ha partecipato all’organizzazione e all’allestimento della XV, XVI, XVIII, XIX e XXI Triennale di Milano, ed è membro dei comitati scientifici della XXI Triennale, del MAXXI di Roma e dell’Enciclopedia Treccani. Il suo lavoro è stato esposto alla VI, VIII, XII e XIII Biennale di Architettura di Venezia, dove l’installazione Copycat. Empathy and Envy as Form-makers ha ricevuto una menzione speciale dalla Giuria (2012) ed è stato curatore del Padiglione Italia alla 14° edizione (2014). Con il suo studio CZA ha progettato e realizzato numerosi edifici industriali, commerciali, residenziali e pubblici, spazi pubblici, masterplan e ristrutturazioni di aree industriali, agricole e storiche e ha partecipato a numerosi concorsi di architettura e urbanistica nazionali e internazionali. 

Sito internet: https://www.rubner.com/it/gruppe/news-eventi/articolo/architects-tales-in-conversazione-con-i-protagonisti-dellarchitettura-2/
 

Email: info@rubner.com
 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati
P