Lastaria: compie cinque anni la casa editrice che racconta il nostro presente

 

Roma, 9 settembre 2021- Il battesimo della casa editrice Lastaria è avvenuto cinque anni fa, con un libro che si è subito rivelato un caso editoriale internazionale: Dentro l’Is. Dieci giorni nello Stato Islamico, di Jürgen Todenhöfer.  


Un’opera ancora attuale, il racconto di viaggio del primo giornalista occidentale che ha avuto accesso al Califfato ed è tornato indenne. L’autore è stato ospite dei principali network internazionali per raccontare la sua impresa, BBC e CNN su tutti, ottenendo grande risalto anche in Italia.  

Da allora, altri successi editoriali hanno scandito il primo lustro di attività della casa editrice romana, libri come Aldo Moro. Il Professore, del giornalista Giorgio Balzoni, da cui è stata tratta l’omonima docufiction Rai interpretata da Sergio Castellitto. Oppure i due titoli della giornalista del Tg1 Isabella
Schiavone, Lunavulcano e Fiori di Mango, entrambi segnalati per il Premio Strega. 

Numerosi anche i bestseller internazionali pubblicati in Italia da Lastaria, da Le farò un po’ male, di Adam Kay – uno dei libri non-fiction più venduti nel Regno Unito -, a Il Bersaglio di Blaze Minevski, l’autore macedone più letto, che in quest’opera narra con straordinaria umanità la tragedia della guerra di religione fronteggiata da cristiani e musulmani. 

“L’obiettivo che ci siamo posti fin dal principio” – sostiene Giuseppe Lastaria, fondatore della casa
editrice che porta il suo cognome – “è quello di pubblicare opere che sappiano raccontare il mondo che stiamo vivendo. Si fa un gran parlare del potere profetico dei libri, ma credo che il compito più arduo per uno scrittore sia proprio quello di saper cogliere le potenzialità e le contraddizioni del proprio tempo. I libri possono essere fari in grado di illuminare il presente”. 

A volte, le chiavi di lettura del presente possono arrivare anche da grandi figure del passato, come sottolinea l’Editore romano: “Quando abbiamo pubblicato Aldo Moro. Il Professore, ad esempio, ci siamo subito resi conto che si trattava di un libro estremamente attuale, perché l’eredità che ci ha lasciato la figura di Aldo Moro, se adeguatamente inquadrata, rappresenta tuttora un potente antidoto al populismo”.  

Proprio nelle prossime settimane è prevista l’uscita del secondo libro di Balzoni, sempre incentrato sulla figura del grande statista. “Con Aldo Moro e le Brigate Rosse in Parlamento l’autore delinea, con la sua consueta sensibilità, una tesi tanto coraggiosa quanto lucida. Siamo convinti che siano maturi i tempi per poterla indagare senza strumentalizzazioni”, conclude sul punto l’Editore. 

Il catalogo di Lastaria presenta anche una nuova collana, Neon, dedicata agli autori da scoprire. Opere spesso audaci, originali, che finora hanno saputo conquistare l’interesse di lettori e addetti ai lavori. “Nell’ultimo anno abbiamo puntato su diverse opere prime” – riprende Giuseppe Lastaria – “alcune davvero sorprendenti, come Tutti i miracoli della mandragora, di Melania Milione. Un romanzo estremamente raffinato dal punto di vista letterario, ma nello stesso tempo straripante di vita. Autentico”. Un esordio come ne capitano pochi, che ha ricevuto recensioni lusinghiere sulla stampa italiana. 

Tra i progetti più fortunati della casa editrice va annoverata anche Conoscere, la collana dedicata al sapere degli esperti, da cui è nata l’omonima social tv. Tra le opere da segnalare, l’Editore si sofferma su Una Musa per Temi, la nuova opera di Umberto Apice, che uscirà nei prossimi mesi: “Si tratta di un lavoro estremamente accurato, destinato a diventare un testo di riferimento per coloro che desiderano approfondire l’affascinante rapporto tra diritto e letteratura”. 

Questi, in sintesi, i primi cinque anni della casa editrice Lastaria, una realtà giovane, ma con alle spalle un gruppo dall’esperienza ventennale, che consta di diversi marchi – operativi in più
Paesi
europei – e con migliaia di pubblicazioni all’attivo. “Nel 2016, mentre eravamo alle prese con la progettazione delle prime sedi internazionali del Gruppo, abbiamo avvertito l’esigenza di ritagliarci uno spazio per continuare a sperimentare e da questa spinta è nata la casa editrice Lastaria”, conclude l’Editore. 

 

Lastaria edizioni
 

Astér, Asterìa dal greco antico rimanda al significato di stella, quindi all’idea di lucentezza, che illumina e traccia sentieri di conoscenza. Disegna cammini. 

A partire dalla sua etimologia, Lastaria Edizioni nasce con l’intenzione di fare luce e disegnare percorsi di comprensione della realtà attuale, riflettendo in uno spazio di conoscenza ideale e senza barriere, idee, storie, racconti, narrazioni e immagini della contemporaneità. 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati
P