Firenze, il Sindaco Dario Nardella al Festival Nazionale dell’Economia Civile

Firenze, 24 settembre 2021 – Dario Nardella, Sindaco di Firenze, ha aperto i lavori del terzo Festival Nazionale dell’Economia Civile a Palazzo Vecchio. 


«La sfida di oggi è guardare lontano: avere un baricentro etico, politico, valoriale, culturale, che consenta a tutti noi di dare risposte strutturali e profonde. I cittadini chiedono alla politica risposte al “senso” della vita. C’è un significato escatologico che le istituzioni, purtroppo, stanno perdendo. Chi, oggi, può rispondere a questa funzione? Rispondere a queste domande anche sul senso della vita? L’economia è sicuramente una di queste» ha dichiarato Nardella. 

«La GKN ha chiuso con un’email – dichiarata dal Tribunale di Firenze “anti-sindacale” – il lavoro dei Campi Bisenzio. Perché parlare della GKN? Perché il modo in cui si è sviluppato questo caso è emblematico. Da Sindaco non ho mai parlato con nessuno dei manager. Ci troviamo spesso a parlare con gli avvocati, senza che questi abbiano però alcun mandato a decidere. Chi veramente comanda – ha poi aggiunto Nardella – non si è mai presentato alle istituzioni. Come si può conciliare questo caso con i cambiamenti a livello europeo, come l’ESG (Enviromental, Social and Governance) o la narrazione dello stesso fondo Melrose, proprietario di GKN, che si definisce “etica”?. Cosa c’è di etico nel rifiutare un confronto con le istituzioni? Cosa c’è di etico nel chiudere una fabbrica e riaprirla in un altro Paese dell’Ue, dove il dumping salariale è più vantaggioso per l’azienda? Non c’è nulla di etico».  

«Per questo – ha aggiunto Nardella – vorrei che da questa sala uscisse la consapevolezza che stiamo vivendo un cambiamento d’epoca e la pandemia non sta facendo altro che velocizzare questo processo. Per questo io ripongo tantissima fiducia in questa platea, perché oggi c’è bisogno di senso, di pensiero. Dobbiamo essere capaci di non farci trascinare dalla tempesta quotidiana, dove si perde anche il senso di tempo». 

«Negli anni – ha detto Nardella rivolgendosi agli organizzatori del Festival dell’Economia Civile- avete dimostrato che questi appuntamenti non sono velleitari o passeggeri: stiamo facendo rete. Questa è una sfida che per me, da Sindaco di Firenze, poiché dà anche senso al mio lavoro. Un sindaco che non solo cambia le lampadine, ma promuove anche la pace nel mondo. I sindaci vivono la verità della dimensione umana: la lotta al cambiamento climatico trova risposta nel modo di consumare energia e organizzarsi». 

Il Festival dell’Economia Civile promuove l’applicazione dell’ESG e dei valori su cui si basa nelle PMI. Lo stesso metodo utilizzato per la selezione delle buone pratiche nominate Ambasciatrici dell’Economia Civile 2021. 

ESG – acronimo di Environmental, Social e Governance – è un fenomeno che sta riuscendo in una impresa degna di questo nome: trasformare l’impegno etico e morale di un’azienda verso l’ambiente, la società e l’etica gestionale, in un asset in grado di incidere direttamente sui risultati di business dell’azienda stessa e di determinarne il valore.  

L’idea al centro dei fattori ESG è semplice: le imprese hanno maggiori probabilità di avere successo e di generare ottimi rendimenti se creano valore per tutti i soggetti interessati, ossia dipendenti, clienti, fornitori e la società in generale, incluso l’ambiente, non solo per i loro proprietari 

#FNEC21  

#FNEC  

#economiacivile 

Ufficio stampa Festival Nazionale dell’Economia Civile
 

ufficiostampa@festivalnazionaleeconomiacivile.it
 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati
P