34.7 C
Comune di Monopoli
venerdì 30 Luglio 2021

Zangrillo: “Troppo covid sui media, come creare panico”

Da leggere

Alberto Zangrillo torna ad attaccare i media che, a suo dire, creano il panico parlando troppo di covid. “A fronte di questi numeri reali, dedicare le prime 6 pagine del Corriere al Covid-19 equivale, a mio parere, a creare panico”, scrive il direttore del Dipartimento di anestesia e terapia intensiva dell’Irccs ospedale San Raffaele di Milano in un post su Twitter. Zangrillo pubblica anche un’immagine con i numeri degli accessi covid al pronto soccorso del San Raffaele nella settimana appena conclusa: 11 accessi totali, 100% non vaccinati con età media di 36 anni, 8 dimessi e 3 ricoverati con un’età media di 63 anni. 


Già nei giorni scorsi, in un’intervista all’Adnkronos Salute, Zangrillo ha espresso il suo pensiero sul punto: “I media si sono innamorati del filone Covid”, ha affermato in quell’occasione, sottolineando che in Italia “c’è un enorme responsabilità di chi comunica: ad un qualsiasi personaggio in cerca di autore è sufficiente parlare di una delle 24 lettere dell’alfabeto greco e si ritrova scienziato. State tranquilli, però: su 100 persone che parlano quotidianamente sui media, forse una ha visto negli occhi la malattia”. Zangrillo ha poi concluso: “Spaventare le persone con toni allarmanti andrebbe sanzionato”. 

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli