Switch-off tv, rinviata la scadenza di settembre: ecco le nuove date per Mpeg4 e Dvb-T2

Switch-off tv, rinviata la scadenza di settembre: ecco le nuove date per Mpeg4 e DvbT2.


Ieri la presentazione del progetto del Ministero per lo Sviluppo economico ha rimodulato le date.

Con i successivi step che saranno rinviati al 2022 e 2023.

Muoversi in anticipo per cambiare tv o acquistare un nuovo decoder non è una scelta sbagliata, anzi. Un’ottima mossa per farsi trovare pronti non appena cambieranno gli standard di trasmissione.

Andiamo a vedere con ordine quanto accadrà.

Mpeg4: non più dal 1 settembre ma dal 15 ottobre

Il 1 settembre non ci sarà il passaggio alla codifica Mpeg4.

Una decisione presa dal Governo e dalle Emittenti TV che si sono rese conto di come non fosse possibile rispettare questa scadenza.

Un passaggio che dovrebbe slittare di poco, non prima del 15 ottobre.

Primo step perciò rimandato di poco, con tutti i canali che dal 2022 dovranno obbligatoriamente passare al nuovo standard di codifica.

Dvb-T2, si cambia dal 2023

Il rinvio del primo passaggio causerà anche lo slittamento del secondo.

Parliamo del sistema Dvb-T2 che era previsto a giugno 2022.

Il passaggio dovrebbe perciò avvenire con sei mesi di ritardo, a partire dal 1 gennaio 2023.

Ceduta la banda 700

Tra i vari rinvii l’unica certezza è la cessione della banda 700 Mhz alla telefonia (1 luglio 2022).

Total
1
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati
P