35.3 C
Comune di Monopoli
giovedì 29 Luglio 2021

Pisa, oltre 5mila giovani a rave party a Santa Maria a Monte

Da leggere

Oltre 5mila giovani, molti dei quali provenienti dall’estero, stanno partecipando a un rave non autorizzato in un terreno privato a Tavolaia, una frazione del comune di Santa Maria a Monte (Pisa). Lungo le strade di accesso all’area è stato predisposto un cordone di forze dell’ordine che hanno istituito tre check point per impedire nuovi arrivi. 


La gran parte dei partecipanti sono arrivati da fuori Toscana e anche dall’estero (Francia, Spagna, Germania e Belgio le nazionalità più rappresentate). Il rave party, in corso dalla notte di sabato scorso, dovrebbe andare avanti fino a mercoledì. 

Le forze dell’ordine che presidiano la zona hanno identificato circa 200-300 persone. Al termine delle operazioni sarà valutata una denuncia per invasione di terreno privato. Sul posto per tenere sotto controllo la situazione sono presenti la polizia, i carabinieri, i vigili del fuoco, i sanitari del 118 e la polizia municipale di Santa Maria a Monte.  

“Stiamo monitorando la situazione e non si segnalano particolari criticità al di là della musica techno molto alta, che è udibile anche a centinaia di metri di distanza. Non abbiamo neppure notizia di criticità sotto il profilo sanitario, anche se sul posto vi sono ambulanze e personale del 118 pronti a intervenire in caso di necessità”,ha detto il prefetto di Pisa, Giuseppe Castaldo.  

Il sindaco di Santa Maria a Monte, Ilaria Parrella, ha ricordato che già nel 2007 l’area in cui sono accampati oggi i cinquemila giovani era stata teatro di un altro rave non autorizzato, e ha ipotizzato che l’organizzare di questo nuovo raduno sia partita dalla Francia. “Il terreno in cui si svolge il rave è un’area con poche abitazioni sparse e abitualmente molto tranquilla, nei cui pressi sorge anche un osservatorio astronomico – ha detto Parrella – Speriamo che questa situazione non faccia troppi danni. Ma potremo fare verifiche approfondite solo quando tutti saranno andati via”. 

 

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli