G20, da Leonardo comunicazioni sicure per il vertice di Venezia

Comunicazioni affidabili ed efficaci
per garantire lo scambio delle informazioni necessarie a coordinare le operazioni e gestire in modo tempestivo la sicurezza del G20 di Venezia. Leonardo ha dispiegato per questo una rete radio avanzata a supporto del vertice dei Ministri delle Finanze e dei Governatori delle Banche Centrali dei Paesi più industrializzati al mondo, che si svolgerà nel capoluogo veneto il 9 e 10 luglio. Il colosso italiano tech sottolinea di avere messo in campo “in pochissimi giorni un’infrastruttura di comunicazione Tetra- Terrestrial Trunked Radio (lo standard internazionale per le comunicazioni mission critical) per le Forze di Pubblica Sicurezza che vigileranno sull’evento, che potranno così effettuare interventi rapidi in caso di emergenza e assicurare i più elevati standard di protezione all’area interessata dal vertice, alla popolazione e al territorio”. 


La rete fornita dall’azienda, composta da stazioni e ponti radio dislocati in luoghi strategici della città, garantirà comunicazioni digitali sicure e una copertura radio capillare dell’area di Venezia Città e Mestre, ma anche della laguna e dei lidi, fino alle porte di Padova e Treviso, per un’area totale di circa 1000 chilometri quadrati. Leonardo spiega che sono state allestite anche “alcune postazioni nella centrale operativa da cui sarà gestita la sicurezza del G20, per il coordinamento delle informazioni dai quasi 600 terminali di comunicazione che saranno utilizzati dalle Forze in campo e la localizzazione delle risorse sul territorio. La rete è, inoltre, predisposta per l’interoperabilità con device a banda larga”. 

Leader internazionale nel settore delle comunicazioni mission critical e unica multinazionale italiana dedicata al presidio delle tecnologie strategiche per la sicurezza del Paese, Leonardo è già stata partner tecnologico di grandi eventi tra i quali il G7 di Taormina del 2017, Expo Milano 2015, il G8 dell’Aquila del 2009, e di eventi sportivi quali Cortina 2021, 1000 Miglia 2021 e 2020, i Commonwealth Games 2018 e 2014, i Giochi Olimpici invernali di Sochi 2014, i Mondiali di Ciclismo 2013, le Olimpiadi invernali di Torino 2006. Un impegno, ricorda Leonardo, “in linea con il piano strategico ‘Be Tomorrow – Leonardo 2030’ che identifica nelle collaborazioni con il settore pubblico
e con altre industrie uno strumento primario per offrire le migliori capacità, in termini di tecnologia e know how, e rispondere efficacemente ai bisogni di Governi, territori, cittadini e comunità in termini di sicurezza e sostenibilità”. (di Andreana d’Aquino) 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati
P