Cadillac BLS: flop statunitense per il mercato europeo

Nel 2006, sul mercato europeo partì la commercializzazione della Cadillac BLS, vettura di medie dimensioni da circa 470 cm di lunghezza, sviluppata espressamente per il Vecchio Continente. Infatti, rappresentava la gemella della Saab 9-3, con cui condivideva l’assemblaggio presso l’impianto svedese di Throllattan.


La Cadillac BLS era disponibile con il motore a benzina 2.0 Turbo nelle versioni da 175 CV e 210 CV di potenza, affiancato dal propulsore di pari alimentazione 2.8 Turbo V6 nelle declinazioni da 255 CV e 280 CV di potenza, nonché dall’unità diesel 1.9D nelle configurazioni da 150 CV e 180 CV di potenza. A seconda delle motorizzazioni, era proposta anche con la trazione integrale AWD e il cambio automatico a cinque o sei rapporti. La gamma, invece, era declinata negli allestimenti Business, Elegance, Sport e Sport Luxury.

Le uniche novità della Cadillac BLS risalgono al 2007, ovvero la versione Flexpower con lo specifico motore 2.0 Turbo ad etanolo da 200 CV di potenza e la variante station wagon proposta come BLS Wagon con il volume del bagagliaio da 419 litri di capacità minima a 1.273 litri di capienza massima. Uscì di scena nel corso del 2009, dopo esser stata immatricolata sul mercato italiano in soli 259 esemplari, di cui appena 16 unità a benzina.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati