Aston Martin Vanquish: 20 anni da Bond Car

Esattamente vent’anni fa, al Salone di Ginevra del 2001, fu presentata la Aston Martin Vanquish. Nota anche come V12 Vanquish, rappresentava il modello ‘alter ego’ in chiave ancora più sportiva della supercar DB7. Inoltre, sancì il nuovo connubio tra il costruttore britannico e l’agente segreto James Bond, protagonista della saga cinematografica di 007. Infatti, fu utilizzata nel film Die Another Day del 2002, l’ultimo interpretato dall’attore Pierce Brosnan.


La coupé Aston Martin V12 Vanquish era equipaggiata con il motore 6.0 V12 a benzina da 457 CV di potenza e 556 Nm di coppia massima che, in abbinamento al cambio meccanico a sei marce, consentiva di raggiungere la velocità massima di 306 km/h e accelerare da 0 a 100 in 4,8 secondi. Nel 2004, invece, fu svelata la V12 Vanquish S da 528 CV di potenza, 577 Nm di coppia massima, 322 km/h di velocità massima e 0-100 in 4,7 secondi. Al Salone di Ginevra del 2004 fu esposta anche la concept car della variante Roadster, allestita da Zagato.

Dopo l’uscita di scena nel 2007, la Aston Martin Vanquish è tornata nel 2013 anche nella configurazione Volante con la carrozzeria cabriolet. Fu confermato il propulsore 6.0 V12 a benzina, accreditato dei seguenti valori tecnici: 575 CV di potenza, 630 Nm di coppia massima, 324 km/h di velocità massima e 0-100 in 3,8 secondi. Inizialmente abbinato al cambio sequenziale a sei rapporti, fu poi proposto col cambio automatico ad otto velocità. Nel 2016, la gamma fu ampliata al modello Vanquish Zagato, prodotta anche nelle varianti Shooting Brake e Speedster. L’ultima evoluzione, invece, risale al 2018, con la Vanquish S da 604 CV di potenza e 0-100 in 3,5 secondi, uscita definitivamente di scena lo scorso anno.

Total
1
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati