Seferovic, protagonista a Euro 2020… ma meteora in Italia

Seferovic al Lecce (foto Bruno Bellini)
Seferovic al Lecce (foto Bruno Bellini)

Haris Seferović è stato senza dubbio uno dei protagonisti del match che è costato l’eliminazione della Francia a Euro 2020.


Con la sua Svizzera ha messo a segno una doppietta in un match rocambolesco, che poteva essere chiuso anzitempo se Rodriguez non avesse fallito il calcio di rigore. Gol sbagliato, gol subito: la Francia sembra ipotecare il passaggio di turno portandosi sul 3 a 1. Ma poi la rimonta degli elvetici e la lotteria dei rigori hanno sancito l’eliminazione dei “Bleus”.

Seferović ha dimostrato di essere uno dei più brillanti giocatori di questi europei.

Il centravanti è una vecchia conoscenza del calcio italiano. Nel 2010 viene acquistato dalla Fiorentina, con una sola presenza all’attivo in Coppa Italia. L’anno dopo, invece, in prestito allo Neuchatel Xamax e al Lecce.

Con i salentini ottenne solo cinque presenze nella seconda metà del torneo, senza lasciare il segno. Stagione culminata poi con la retrocessione dei giallorossi che non lo riscattarono.

Così ci fu un ritorno alla base per Seferovic: dopo una prima parte di stagione con i viola, fu girato in prestito al Novara (Serie B) dove realizzò 10 reti in 18 gare disputate.

Fu il preludio all’exploit di carriera del giocatore: l’anno successivo fu acquistato dagli spagnoli del Real Sociedad per poi disputare tre stagioni in Germania tra le fila dell’Eintracht Francoforte. Dal 2017, infine, è uno dei punti fermi del Benfica.

Insomma, una grande ascesa per un giocatore che, forse troppo giovane, non è stato “compreso” dal calcio italiano.

Un grande riscatto per lui che si sta confermando uno dei migliori di questa competizione europea.

Total
38
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati
P