27.7 C
Comune di Monopoli
martedì 27 Luglio 2021

Moda e sostenibilità: il successo del Green Fashion

Da leggere

Aggiornamento professionale sul “Fashion Law”
 


3° appuntamento della rubrica ideata da CSB, giovedì 24 giugno 2021, ore 16.00
 

Milano, 14 giugno 2021 – Da sempre attento alle esigenze del mondo legal, Centro Studi Borgogna ha ideato la rubrica “Fashion Law”: cinque appuntamenti dedicati al diritto della moda, calendarizzati da aprile a settembre 2021, rivolti ad avvocati e professionisti nel settore legale, per i quali verrà richiesto l’accredito per i Crediti formativi al Consiglio Nazionale Forense. Il terzo evento dal titolo “Moda e sostenibilità: il successo del Green Fashion” si terrà giovedì 24 giugno 2021, dalle ore 16.00 alle ore 19.00 per analizzare l’impatto della sostenibilità nel settore della moda.  

L’evento, moderato da Patrizia Giannini (Avvocato, Partner Kairòs LBC, Socio CSB), vedrà la partecipazione, in qualità di Relatori, di: Dario Baudo (Managing Director Borgogna The House of Mind, Amministratore Baudo Consulting Management), Giulia Degano (Head Of Legal and General Affairs Aeffe S.p.A.), Gio Giacobbe (CEO ABCB, Anything can be changed), Paola Orlini (Avvocato, Corporate & Legal Affairs Director Missoni), Barbara Pozzo (Professore Ordinario Università degli Studi dell’Insubria) e Simone Ubertino Rosso (Business Developer Tessitura Ubertino).  

Tra i Millenium Goals 2030, redatti dalle Nazioni Unite, vi è la salvaguardia dell’ambiente, nonché la sensibilizzazione ai temi della sostenibilità. Negli ultimi anni molteplici sono state le lotte di Greenpeace avverso le pratiche impattanti del settore tessile e dell’abbigliamento, derivate dall’annosa questione dei c.d. “Panni Sporchi” scaturita quando si scoprì l’esistenza, nella acque cinesi, di sostanze particolarmente nocive per l’ambiente emesse da una fabbrica di tessuti, passando per il crollo del Rana Plaza in Bangladesh nel 2013, sino a giungere alla firma, da parte di plurime aziende di moda del “Fashion Pact” presentato il 26 agosto del 2019. Il “Fashion Pact”, difatti, unisce i CEO di oltre 60 aziende leader mondiali nel settore del tessile e soprattutto della moda, i quali si sono impegnati a raggiungere una serie di ambiziosi obiettivi ambientali focalizzati su tre aree principali, ossia il clima, la biodiversità e gli oceani.  

Tra i firmatari del “Fashion Pact” vi è anche l’azienda italiana Prada S.p.A. la quale si è mostrata sin da subito sensibile al tema della sostenibilità, ideando la collezione Prada Re-Nylon. Per la prima volta nella storia dell’industria della moda, il nylon assume così il ruolo di materiale sostenibile ricordato come Econyl: un filato di nylon che deriva dal riciclo di rifiuti di plastica ritrovati negli oceani o destinati alle discariche, avente quale caratteristica principale quella di poter essere riciclato all’infinito.  

I Relatori avranno il compito di fornire agli uditori un panorama trasversale del mondo della sostenibilità. L’evento, in corso di accreditamento presso il Consiglio Nazionale Forense, è a pagamento e si terrà da remoto, su Piattaforma Certificata FAD. 

Per informazioni su quote di partecipazione e modalità di iscrizione visitare www.centrostudiborgogna.it oppure scrivere a iscrizione@centrostudiborgogna.it
 

 

A proposito di centro Studi Borgogna
 

Nata nel 2017 da un’idea dell’Avv. Fabrizio Ventimiglia, il Centro Studi Borgogna è una Associazione di Promozione Culturale che opera come un laboratorio giuridico e di idee per promuovere la cultura del diritto, ispirandosi ai principi di etica, onestà e legalità, nell’ottica di contribuire al dibattito sulle principali questioni sensibili del nostro Paese. Le attività proposte dal Centro Studi Borgogna si prefiggono diversi obiettivi: promuovere il confronto tra mondi diversi arrivando a trasformare le riflessioni comuni in proposte praticabili; perseguire le finalità di promozione sociale e culturale; contribuire alla formazione dei professionisti nelle discipline giuridiche; promuovere l’amicizia, la cultura, la solidarietà e l’etica sul territorio milanese e nazionale. Al fine di perseguire tali obiettivi, l’Associazione Centro Studi Borgogna organizza conferenze, convegni e momenti formativi di varia natura; crea rapporti di collaborazione e sinergia con Università, Istituti di Ricerca e altri enti aventi finalità scientifiche; promuove la pubblicazione di documenti di approfondimento sui temi di diritto applicato; organizza eventi charity. 

Per informazioni alla stampa:
 

Alessio Masi, Adnkronos Comunicazione  

Mob. 3425155458; E-Mail: alessio.masi@adnkronos.com
 

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli