Fai da te: dai cacciaviti alle pinze, tutto quello che non può mancare nella cassetta porta attrezzi

Gli strumenti che devono essere riposti con cura all’interno di una cassetta porta attrezzi, per poi essere immediatamente trovabili e disponibili al momento dell’utilizzo sono molti. Questi svariano infatti dagli utensili da lavoro più classici e utilizzati con maggiore frequenza, come i vari tipi di cacciavite, le chiavi a brugola, le chiavi inglesi e le pinze, ma anche quelli necessari raramente o occasionalmente. Queste sono soltanto alcuni esempi che mostrano però l’importanza di scegliere una buona cassetta degli attrezzi e di organizzarla nel migliore dei modi.


Molto frequente è anche la necessità di utilizzare delle chiavi dinamometriche per il serraggio, dei modelli a tubo per svitare e avvitare delle particolari conformazioni di chiusura o delle pinze in grado di coprire diversi utilizzi, grazie ad un’apertura regolabile. Allo stesso modo i cacciaviti dovrebbero essere sempre selezionati di tipologie differenti, almeno sia aperti che a stella, visto che sono i modelli più utilizzati e di dimensioni tra loro diverse.

Scelta delle cassette porta attrezzi

Prima ancora di pensare ai singoli utensili, è però opportuno scegliere cassette porta attrezzi che possano contenere tutto il necessario per svolgere al meglio il proprio lavoro. Sia che vengano utilizzate da un esperto per scopi professionali, sia da un privato per il fai da te, queste cassette devono sempre soddisfare i seguenti requisiti:

  • Avere un ampio spazio interno di stoccaggio.
  • Poter ospitare molti utensili sia manuali che elettrici.
  • Disporre di un organizer per gli strumenti più piccoli.
  • Essere solida nei materiali di realizzazione.
  • Non essere pesante.
  • Prevedere una chiusura con fermi di sicurezza.

Le migliori cassette per gli attrezzi, oltre ad essere solide e facilmente trasportabili, sono realizzate in modo da rendere più semplice la memorizzazione della posizione di ogni singolo strumento, grazie ad una ripartizione ordinata e logica dello spazio interno. Di solito è anche presente un vassoio centrale estraibile, posto nella parte alta della cassetta che consente di ospitare tutti i componenti di piccola taglia.

La grandezza di questi strumenti si misura solitamente in pollici e rappresenta un fattore molto importante durante la scelta della cassetta. E’ infatti opportuno evitare di acquistare prodotti troppo piccoli che non potrebbero contenere tutti gli utensili necessari durante il lavoro, o il fai da te, ma anche evitare soluzioni eccessivamente grandi che poi finirebbero per contenere molti attrezzi non utilizzati e quindi per avere un peso eccessivo.

Chiavi inglesi e martelli

Se da un lato i martelli hanno più o meno le stesse funzionalità, e variano soltanto un po’ nella forma e nel peso per adattarsi meglio ad un tipo di utilizzo piuttosto che a un altro, per contro esistono tante diverse misure di chiavi inglesi. Solitamente è consigliabile collocare nella propria cassetta un set basico che comprenda tutte le misurazioni maggiormente utilizzate. Di solito queste si inseriscono in un range che va da un minimo di 6 ad un massimo di 22 o 24.

In questo modo sarà sempre possibile disporre della chiave inglese necessaria per un lavoro specifico, in modo semplice e veloce. La stessa logica vale inoltre per le chiavi a brugola. Anche il martello non può mancare in una cassetta per gli attrezzi ma sarà sufficiente sceglierne uno di dimensione intermedia, a meno che lo spazio non sia tale da consentire la presenza di due o tre martelli di misurazioni diverse. In tal senso è sicuramente utile il notevole alleggerimento che questi prodotti hanno avuto in sede di fabbricazione negli ultimi anni.

Altri utensili utili

Oltre a contenere tutti gli attrezzi solitamente più utilizzati, in base anche al proprio mestiere, vi sono poi degli strumenti molto utili, spesso indispensabili, che non dovrebbero mai mancare in una cassetta porta attrezzi. Tra questi vi sono sicuramente: un buon metro facile da utilizzare, una livella per il controllo dell’inclinazione, dei chiodi e delle viti che sono sempre ottimi alleati per il fissaggio e un trapano di piccola taglia o un avvitatore elettrico che presenta anche questa funzionalità.

In conclusione allestire una cassetta porta attrezzi in modo intelligente non è affatto complesso ma è importante curare questa operazione con calma e razionalità, andando a selezionare gli utensili in modo accurato e senza fretta e partendo da una cassetta di buona qualità e in grado di ospitare il giusto numero di attrezzi. Così facendo la cassetta rappresenterà uno strumento molto importante sia per il personale tecnico che la utilizza durante il lavoro, sia per gli hobbisti amanti del “fai da te”.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati