Vaccini Europa Covid, Italia al nono posto

0
27

Vaccini Covid in Europa, la campagna sta accelerando. Lo indicano i dati forniti dai vari Paesi e raccolti dal sito Our World in Data, che attestano il cambio di passo rispetto ai mesi scorsi. Prendendo in esame le singole dosi somministrate per cento abitanti alla data del 2 maggio, la media Ue indica 33,7 dosi pari a un terzo della popolazione. 

Tra i Paesi Ue, l’Italia si attesta al nono posto, al di sopra della media complessiva con 34,33 dosi somministrate per cento abitanti. I dati del ministero della Salute indicano ad oggi 21.161.899 dosi complessive somministrate, con 6.379.737 persone che hanno completato il ciclo vaccinale, a fronte di 24.733.960 dosi consegnate alle varie strutture sanitari. Si tratta di una percentuale di impiego dell’85.6%. 

La Ue è ancora lontana dalle 120,83 dosi per 100 abitanti di Israele, le 73,43 degli Usa e le 73,41 (dato aggiornato al 1 maggio) del Regno Unito, ma con l’arrivo di ingenti forniture di vaccini sta recuperando il terreno perduto all’inizio. Va ricordato che a gennaio gli stati membri della Ue avevano ricevuto appena 14 milioni di dosi, seguire da 28 milioni di dosi a febbraio e 60 milioni di dosi a marzo. Ad aprile, i funzionari Ue hanno comunicato la consegna di 105 milioni di dosi e la Commissione attende 125 milioni di dosi per maggio e altri 200 milioni a giugno, in vista dell’obiettivo dei 4 miliardi di dosi all’anno. 

La classifica europea vece al primo posto Malta, con 76,94 dosi ogni 100 abitanti (dato aggiornato al 1 maggio), seguita dall’Ungheria con 63,67 dosi. Alle spalle di questi due Paesi il gruppo di nazioni che si attesta al di sopra delle 30 dosi ogni 100 abitanti. Nell’ordine: Lituania, 36,57; Germania, 35,98; Austria, 35,47; Estonia, 35,05; Spagna, 35 (dato aggiornato al 29 aprile); Danimarca, 34,65 (dato aggiornato al 1 maggio); Italia, 34,33; Belgio, 33,68; Finlandia, 33,63; Portogallo, 33,56; Francia, 32,7 (dato aggiornato al 1 maggio); Svezia, 32,35 (dato aggiornato al 30 aprile); Irlanda, 32,24 (dato aggiornato al 1 maggio); Polonia, 31,38 (dato aggiornato al 1 maggio); Slovenia, 30,83; Olanda, 30,73 (dato aggiornato al 28 aprile); e Lussemburgo, 30,58 (dato aggiornato al 29 aprile). 

In coda, i Paesi al di sotto delle 30 dosi somministrate ogni 100 abitanti. Nell’ordine: Repubblica Ceca, 29,9; Grecia, 29,89 (dato aggiornato al 1 maggio); Slovacchia, 29,74; Romania, 27,55 (dato aggiornato al 1 maggio); Cipro, 26,97 (dato aggiornato al 23 aprile); Croazia, 22,14; Lettonia, 16,8 e infine la Bulgaria, con appena 11,87 dosi ogni 100 abitanti. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.