22.6 C
Comune di Monopoli
sabato 12 Giugno 2021

Peschereccio italiano “speronato da barche turche”

Da leggere

“Il mio peschereccio è stato prima preso a sassate da diversi pescherecci turchi, che lo hanno speronato e poi hanno tentato di salire a bordo. Il comandante è stato costretto a tirare le reti e ad allontanarsi dalla zona”. A parlare con l’Adnkronos è Luciano Giacalone armatore del ‘Michele Giacalone’, il peschereccio partito da Mazara del Vallo e preso a sassate durante una battuta di pesca in una zona di mare antistante la Siria. Nella stessa area si trovava anche un’altra imbarcazione, il ‘San Giorgio I’. Il 3 maggio il ‘Michele Giacalone’ era stato mitragliato da libici nella zona di Bengasi.  

“Siamo rovinati, non possiamo andare avanti così – aggiunge -. In qualunque area andiamo ci cacciano. Chiediamo che le istituzioni si diano da fare per fare un accordo soprattutto con la Libia e mettano le barche di Mazara nelle condizioni di poter lavorare”. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime news

G7, Draghi incontra Biden: “Europeismo e atlantismo nostri pilastri”

(dall'inviata Ileana Sciarra) “Il bilaterale con il Presidente Biden è andato molto bene. Sin dalla formazione del governo sono...

Potrebbe interessarti