Home News Hi-Tech Crittografia e intrattenimento online: una questione di sicurezza

Crittografia e intrattenimento online: una questione di sicurezza

0

Foto di Markus Spiske da Pexels


La crittografia informatica sta diventando un elemento indispensabile per gli utenti web, in quanto garantisce, grazie a specifici algoritmi, una certa sicurezza per l’utente, sia in fase di navigazione che nella condivisione dei dati personali e sensibili inseriti dagli utenti stessi nel momento dell’adesione ai vari servizi.

Importante è, in particolar modo, l’utilizzo della crittografia all’interno del mondo dell’intrattenimento online, settore in netta crescita nelle sue svariate forme, che vanno dai social ai casinò attivi nel web, fino alle app.

I sistemi crittografici si stanno, ad esempio, dimostrando particolarmente importanti nelle innovazioni di settore connesse ai social network: secondo le ultime dichiarazioni provenienti da Facebook, pare infatti che l’impresa statunitense sia in procinto, entro il 2022, di estendere la crittografia end-to-end anche a Messenger e a Instagram, servizi di sua proprietà. Il tutto nella protezione delle conversazioni personali e riservate, e dunque a vantaggio di una privacy dell’utente che va oltre i problemi connessi all’hackeraggio virtuale. Una soluzione che ha trovato un probabile spunto nella discussa questione “Whatsapp” – sempre di proprietà di FB, dal 2014 -.  A questo proposito va detto che, dopo la notizia della possibile eliminazione degli account in caso di mancata accettazione degli aggiornamenti, in realtà la sottoscrizione degli stessi non compromette la privacy dei messaggi personali, dato che le modifiche sono connesse alla sfera “business”. L’eventuale eliminazione dell’account Whatsapp, dunque, sarà effettuata solo in caso di inattività degli utenti dopo 120 giorni di mancato accesso al servizio. 

Oltre alle ultime notizie connesse ai principali social network, la crittografia si lega però anche ad altri campi di entertainment online.

Ne è un esempio il mondo dei casinò digitali, un settore che ha registrato una crescita del 30 per cento soltanto tra il 2018 e il 2020.  Se, in generale, i casino online sicuri hanno sempre puntato su formule crittografiche come il metodo SSL (Secure Socket Layers), a garanzia della protezione dei dati sensibili, vero è che – anche visto il riscontro crescente in termini di utenza digitale rispetto a questo genere di attività – si stanno sperimentando dei metodi di sicurezza crittografica sempre più all’avanguardia. Novità importanti, in tale direzione, vengono anche da partnership di rilievo: da quella che vede la collaborazione tra Resort World Las Vegas e Gemini (exchange di criptovalute), fino a quella dell’annunciato “Crypto Casino” di Atari con Decentral Games, passando per la nuova app di SNAI Casino, la cui versione friendly fa leva, anche, sulla già sperimentata crittografia SSL.

E, proprio in campo app, pare che Google stia lavorando su nuove funzionalità di sicurezza connesse anche alla crittografia delle applicazioni Android, con tanto di richiesta ai produttori e agli sviluppatori di fornire una serie di indicazioni per gli utenti legate proprio alla questione privacy, sulla scia dell’esperienza Apple. 

Anche in questo caso si dovrà però attendere il 2022, tenendo comunque conto del fatto che, in linea generale, la crittografia applicata all’entertainment, nei suoi vari aspetti, è una realtà in continuo aggiornamento.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version