12.4 C
Comune di Monopoli
giovedì 15 Aprile 2021

Trapianto capelli? 5 curiosità che non tutti conoscono

Da leggere

Il trapianto di capelli è diventato col tempo una realtà sempre più consolidata. Sono migliaia, infatti, le persone che decidono ogni anno di sottoporsi a questo genere di intervento per combattere problematiche, come l’alopecia, che spesso appaiono come insormontabili. 

La Turchia, l’eldorado del trapianto di capelli

La meta numero uno per il trapianto di capelli in Europa è senza dubbio la Turchia. Ci sono agenzie italiane specializzate che organizzano viaggi in Turchia per il trapianto dei capelli. In questo paese l’intervento di trapianto di capelli è all’ordine del giorno. Istanbul, non a caso, è diventata una città che riceve migliaia di persone desiderose di risolvere definitivamente i propri problemi di calvizie, grazie anche ai vantaggi offerti dalle cliniche turche, ineguagliabili dalle cliniche europee, che le rendono molto attraenti.

In questo Paese la tecnica più utilizzata è quella del FUE, conosciuta come la tecnica dell’estrazione ad uno ad uno dei follicoli. I follicoli vengono rimossi dalla parte posteriore della testa o del collo e successivamente reimpiantati nell’area che presenta l’alopecia.

I professionisti

Ovviamente il trapianto di capelli è un intervento che richiede l’ausilio di professionisti specializzati in chirurgia delle calvizie che hanno dedicato anni della loro carriera specializzandosi in questo intervento, partecipano ai congressi dedicati alla chirurgia della calvizie e ai workshop di aggiornamento delle nuove terapie.

La tecnica

La tecnica del FUE è molto efficiente, non lascia alcuna cicatrice, è quasi indolore e non prevede nessun taglio del cuoio capelluto, come accade nel caso della tecnica FUT. Per questo motivo il paziente che si sottopone a questo intervento può tornare a svolgere le sue normali attività quotidiane dopo appena 24 ore. Il rinfoltimento è definitivo e la crescita vigorosa dei capelli avviene in soli 12 mesi per la zona frontale e 18 per quella posteriore con una percentuale di successi del 95% – 98%.

L’efficienza del trapianto

In linea di massima potremmo dire che il trapianto di capelli dura per sempre in quanto i capelli trapiantati vengono prelevati da una zona donatrice “safe”, geneticamente più forte e non soggetta ad alopecia e questo garantisce che il trapianto sia permanente. I bulbi prelevati in questa zona, infatti non hanno il recettore DHT, il principale responsabile delle calvizie. Tuttavia, ci sono alcuni fattori che possono influire sulla durata e sulla tenuta negli anni.

Un intervento sicuro

Il trapianto capelli è un intervento sicuro, non ci sono possibilità nè di infezioni nè di rigetto in quanto i capelli utilizzati per il rinfoltimento appartengono al paziente che si sottopone all’intervento, tuttavia è necessario seguire alcune indicazioni per evitare problemi e fastidi.

Dopo l’intervento il cuoio capelluto è leggermente dolorante ma sarà sufficiente un antidolorifico per risolvere il fastidio. È importante non toccarsi la testa e non grattarsi anche se l’intervento può generare un po’ di prurito che va controllato con degli antistaminici.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime news

Covid, oltre 3.300 colloqui per piattaforma glipsicologioline.it nata con lockdown

A un anno dall’inizio dell’emergenza sanitaria, www.glipsicologionline.it si conferma la più grande piattaforma completamente gratuita di ascolto psicologico online,...

Potrebbe interessarti