Home Lifestyle Food & Beverage “Porterò la pizza anche al Polo nord”, il sogno del campione napoletano...

“Porterò la pizza anche al Polo nord”, il sogno del campione napoletano di soli 25 anni

0

Non toccategli la pizza. Giuseppe Villani, 25 enne, super campione, è pluripremiato. Praticamente, ha fatto della sua passione un lavoro. Come tutti, ama la pizza. 


“Perché in un semplice impasto c’è moltissimo lavoro, ricerca e innovazione su una base di acqua sale farina e lievito”, racconta. “Quattro  ingredienti uniti armoniosamente formano l’alimento più buono e conosciuto del mondo”.

La passione per la pizza gli è stata trasmessa da suo padre sin da quando era piccolo. Ora Villani ha un sogno: “Portare la pizza ovunque, anche al Polo nord. E aprire ristoranti ovunque”. Suo padre lo portava in pizzeria e Giuseppe sperava di diventare come lui, un giorno. Ce l’ha fatta. “Ho avuto la fortuna nel corso degli anni di conoscere tanti maestri della pizza, ma se oggi sono quello che sono è anche grazie a Giuseppe Lapolla che è stato ed è tutt’ora la persona che mi segue nel mio cammino”, continua Villani.

“Grazie agli insegnamenti di mio padre Pietro e di mia madre Teresa sono riuscito a diventare oggi un punto di riferimento per la pizza nel mio territorio e non solo”, racconta il pizzaiolo che si è classificato al primo posto durante il torneo Pizza world team – campionato Mondiale 2019. “Ricordo ancora la prima volta che ho esordito al Campionato mondiale della pizza a Parma, avevo solo 16 anni ma allo stesso tempo avevo tanta grinta e tanta voglia di mettermi in gioco con tanti professionisti”, dice ricordando quella competizione. 

“Ho tana grinta e voglia di fare, infatti a soli 24 anni, insieme a mio zio e mio cugino ho aperto la mia prima pizzeria che si chiama Napule’s, a Erbusco (BS)”, svela Giuseppe. Ha molta voglia di potersi affermare sempre di più, giorno dopo giorno. Nel 2014 ha iniziato a frequentare corsi sulle varie tipologie di pizza, ma anche sulle sue origini e sulle materie prime da utilizzare per la preparazione. Nel 2018 è diventato istruttore della scuola nazionale maestri pizzaioli. Poco prima, nel 2016 e nel 2017, è stato uno dei giudici al Napoli pizza village, un’ esperienza comunque formativa che porterò sempre nel mio cuore.

I premi vinti? Tantissimi. Terzo posto al campionato nazionale pizza DOC nel 2016  (Nocera inferiore); primo classificato Pizza world team CAMPIONATO MONDIALE DELLA PIZZA nel 2019 (Parma); secondo classificato pizza gourmet “trofeo il magnifico” 2019 (Firenze); secondo classificato pizza più larga “trofeo il magnifico” 2019  (Firenze); terzo classificato tappa di (Milano)  campionato europeo “pizza senza frontiere” 2019; terzo classificato al campionato europeo di “pizza senza frontiere” 2019  (Londra) primo classificato pizza in pala torneo internazionale pizza ai sapori d’ autunno (Torino); primo classificato pizza gourmet 11 campionato toscano (Pistoia); secondo classificato pizza classica 11 campionato toscano (Pistoia), terzo classificato pizza larga 11 campionato toscano (Pistoia).

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version