20.4 C
Comune di Monopoli
domenica 9 Maggio 2021

La Cina: dopo il miracolo economico, ora è il miracolo linguistico

Da leggere

Oggi è la giornata mondiale della lingua cinese studiata da oltre duecentomilioni di persone nel mondo e da “big” come il fondatore di Facebook, la figlia di Obama e Arabella Trump
 

Roma 20 aprile 2021. “Conoscere solo l’inglese non basta più. Oramai oltre l’inglese la seconda lingua più importante da conoscere e utilizzare negli ambiti più svariati come il commercio, le attività produttive, l’arte e il turismo è il cinese”. A sottolinearlo oggi, 20 aprile, in occasione della giornata della lingua cinese istituita dall’Organizzazione delle Nazioni Unite, è Lucia Meilù, fondatrice e direttrice di Cinese Pratico, la prima Scuola Online di Cinese Mandarino.
 

“Quarant’anni fa chi per primo aveva imparato la lingua inglese ha avuto maggiori prospettive e opportunità in termini lavorativi e di business, così anche adesso chi per primo imparerà come seconda lingua straniera il cinese sarà avvantaggiato nel prossimo futuro” evidenzia anche Ilaria Tipà, interprete ufficiale cinese/italiano e fondatrice di Élite China Academy, l’unica accademia per imparare a lavorare con il cinese.
 

Questo è dovuto al miracolo economico che in quarant’anni ha portato la Cina dall’essere un paese molto povero a diventare la seconda potenza economica dopo gli Stati Uniti. E dopo questo miracolo economico, non a caso, si sta parlando sempre di più del miracolo linguistico. In Gran Bretagna, ad esempio, nel 2020 oltre 160mila persone si sono iscritte a corsi di lingua cinese (Fonte: China Radio International), mentre negli Stati Uniti sono più 400mila gli studenti di cinese (Fonte: China Global Television Network). Infatti, sempre più aziende cercano collaboratori che oltre all’inglese sappiano parlare anche un po’ di cinese al fine di migliorare l’esperienza di acquisto e di consumo servizi da parte di clienti cinesi. 

Sempre più scuole, licei e università stanno introducendo la lingua cinese nel piano degli studi dei propri studenti. Sempre più ordini professionali come ad esempio medici, architetti, ingegneri incentivano scambi professionali e culturali con i colleghi cinesi. 

Anche nel mercato del lavoro ormai la conoscenza della lingua inglese viene data per scontato e si richiede una seconda lingua preferibilmente extra europea con una particolare attenzione alla lingua cinese. Ma il cinese può essere anche studiato puramente per passione, per realizzare un sogno, per tenere allenata la mente o anche per poter interagire di persone con colleghi cinesi, con partner cinesi, con maestri cinesi di arti marziali e di medicina. 

“Negli ultimi anni sempre più persone sono incuriosite e attratte dalla lingua cinese – dice la direttrice Meilù della Scuola Cinese Pratico – ma la scrittura dei caratteri cinesi è il freno numero uno tra chi vorrebbe avvicinarsi a questa lingua millenaria. Proprio per questo in occasione della giornata mondiale della lingua cinese, abbiamo creato un video corso gratuito di lingua cinese che permette di iniziare a parlare in cinese senza dover studiare la scrittura dei caratteri. Il video corso è accessibile gratuitamente dal sito http://corsodicinesegratis.it/ ” 

“La conoscenza della lingua cinese – prosegue Ilaria Tipà di Élite China Academy – è divenuta una competenza molto apprezzata dai recruiter durante i colloqui di lavoro. Ci sono molti laureati in lingua cinese che però faticano a trovare subito il lavoro poiché non hanno competenza settoriali specifiche. Dunque, quello che manca a chi studia il cinese in Italia oggi e lo fa quasi sempre all’interno delle università – è un metodo strategico che inserisca la lingua cinese in un quadro di competenze, di skill, se vogliamo usare un anglicismo che permetta di fare la differenza sul mercato del lavoro. Altrimenti al primo colloquio non si riesce a rispondere alla inevitabile domanda: “parli cinese, e cos’altro sai fare?”. 

Molte persone sono convinte che la lingua cinese sia molto difficile ma questo è vero solo in parte.  

“La lingua cinese – chiarisce la direttrice Meilù – si può dividere in tre parti: la parte difficile che è la scrittura dei caratteri, la parte meno facile che è la pronuncia e la parte più facile che è la grammatica. Ecco nel metodo accademico tradizionale si inizia a studiare il cinese dalla parte più difficile, cioè la scrittura e questo scoraggia gli studenti a proseguire e dà poche soddisfazioni in termini pratici. Ma non deve essere per forza così, a differenza del metodo accademico tradizione, in ‘Cinese Pratico’ partiamo dal parlato cioè dalla parte più pratica e questo permette ai nostri studenti di iniziare a parlare in cinese già la prima ora di lezione. Nulla motiva di più che vedere subito i risultati del proprio impegno.” 

L’università adotta quindi un approccio accademico tradizionale che complica molto il percorso di apprendimento, malgrado questo ogni anno ci sono oltre 3500 studenti universitari che si laureano in lingua cinese. Aver studiato solo la lingua non basta, tuttavia, per trovare lavoro. Allora che cosa può fare chi vuole passare dal “parlare il cinese” al “lavorare con il cinese”? 

“La risposta a questa domanda ha tre componenti, che sono i tre step del Metodo Professione Cina che io e la mia socia, Caterina Russo, – spiega Ilaria Tipà – abbiamo creato partendo dalla nostra esperienza personale e professionale. Le tre componenti sono: idee chiare, soft skill e competenze tecnico-settoriali. Sono fondamentali per dare a chi conosce il cinese la capacità di trovare lavoro ed entrare sul mercato efficacemente facendo della lingua cinese un plus. Il primo passo è avere le idee chiare, per questo alla nostra accademia di formazione, la Élite China Academy, abbiamo ideato il Sino-Coaching l’unico percorso di orientamento gratuito e personalizzato per aiutare i giovani che hanno studiato cinese a capire come approcciare il mondo del lavoro e scegliere la carriera più adatta a ciascuno. Il primo passo è capire quanto si è pronti a lavorare con il cinese e lo si può scoprire andando sul sito: https://quantoseiprontoalavorareconilcinese.gr8.com/“. 

Contatti Responsabile Ufficio Stampa: 

Dott. Kostantin Zavinovski 

info@cinesepratico.com
 

+39 328 578 12 49 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime news

Terrorismo, Fico: “Condannati scontino pena, non è vendetta”

"Essere una comunità significa ribadire –alla presenza di voi familiari delle vittime– l’impegno solenne ed incondizionato a perseguire piena...

Potrebbe interessarti