18.2 C
Comune di Monopoli
venerdì 14 Maggio 2021

La Camera approva il bilancio 2020: risultati oltre ogni aspettativa

Da leggere

Klaus Algieri: questa fiducia dimostrataci dalle imprese è il nostro vero patrimonio
 

Cosenza – 26 aprile 2021 – Il Consiglio della Camera di Commercio di Cosenza, riunitosi oggi, ha approvato il Bilancio consuntivo 2020 con risultati che evidenziano nettamente la portata anticiclica delle misure adottate dall’Ente in risposta a quello che è stato un anno segnato da accadimenti senza precedenti nella storia recente. 

“Nell’anno più difficile dal dopoguerra ad oggi – dichiara il presidente Klaus Algieri – le nostre imprese ci hanno dimostrato tutta la loro fiducia continuando a vedere nella Camera di Commercio un punto di riferimento, una voce capace di fornire risposte alle loro richieste di aiuto, presente con continuità nei momenti in cui essere anche solo ascoltati ha rappresentato già di per sé un sostegno importante. Una fiducia che è il nostro vero patrimonio e che le imprese ci hanno espresso in modo tangibile, nonostante le enormi difficoltà economiche, contribuendo al bilancio dell’ente in misura addirittura superiore a quanto accaduto nell’anno precedente, con un incremento del +3% nel versamento del diritto annuale e, addirittura, del +7% nei diritti di segreteria. Sono numeri che vanno in assoluta controtendenza rispetto a quanto si è registrato nel resto del Paese e che ci hanno permesso di dare risposte efficaci, nonostante il blocco della riscossione abbia ridotto del -6,5% le entrate da ruoli. Questo è un successo di tutti, del Consiglio, dei dipendenti ma, principalmente, delle imprese e delle indicazioni che loro stesse ci hanno dato.” 

“Una fiducia che non poteva non essere ricambiata – continua il presidente Algieri – e che ha spinto tutti noi, la parte politica, il Segretario Generale e ogni singolo dipendente, a dare il massimo per organizzare in modo ancora più efficiente il nostro lavoro. Lo abbiamo fatto riducendo i costi (-5,6%, quelli del personale e -2,4%, quelli di funzionamento), continuando a rispondere ininterrottamente alle richieste di servizi (sono state oltre 55.000, nonostante il lockdown) e concentrando quante più risorse finanziarie possibili in un ventaglio di iniziative differenziate, con oltre 3,7 milioni di Euro erogati a più di 1.500 imprese di tutti i settori economici, e un impatto economico complessivo stimato in oltre 31 milioni di Euro. È un risultato che va oltre ogni aspettativa e che ci muove a fare sempre di più. Questa fiducia in noi riposta dalle imprese ci impone di ricambiare con nuovi standard che come Camera stiamo ridisegnando. Lo facciamo non solo perché questo è il motivo per cui le Camere di commercio esistono, ma perché siamo realmente convinti che sia ciò che le imprese meritano e il modo migliore per dire loro grazie.” 

Il commitmente politico è stato raccolto dall’intera struttura come una “chiamata alle armi”, nel senso più positivo del termine, e il cui effetto è espresso in modo emblematico dall’iniziativa #RipartiamoInsieme, il bando pubblicato dall’Ente il primo sabato di aprile 2020, nei primissimi giorni della chiusura generalizzata, e che ha sostenuto migliaia di imprenditori nel sopportare le spese per interessi a fronte delle richieste di liquidità presentate al sistema bancario. Già pochi giorni dopo la pubblicazione, e per 36 settimane, ogni lunedì la Camera di commercio ha distribuito alle imprese partecipanti le risorse stanziate, istruendo centinaia di pratiche senza interrompere neanche per un giorno il lavoro sugli altri bandi e l’erogazione dei servizi all’utenza, transitati pressoché totalmente, ed in tempo reale, dalle modalità tradizionali a quelle digitali più evolute. 

Contatti:
 

www.cs.camcom.it

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime news

Oliver James, futuro recruiting è data-driven e people-centrico

E' arrivata in Italia nel 2017, dopo due anni di attività dai suoi uffici inglesi, quando in pochi scommettevano...

Potrebbe interessarti