Il Gruppo Signore acquisisce il marchio Creazioni Elena

Non si fermano gli investimenti “salva made in Italy” del gruppo campano. E arrivano buone notizie: il Gruppo Signore, azienda leader nel settore della produzione artigianale di abiti da sposa, annuncia che ha concluso l’acquisizione del marchio “Creazioni Elena”, uno dei più importanti brand Made In Italy legato al wedding e con oltre 50 annidi storia.


All’acquisizione, che va ad arricchire il portfolio delle sue già corpose 4 linee (Victoria F, Excellence, Giovanna Sbiroli, Sofia Haute Couture), si andrà ad aggiungere anche un nuovo impianto produttivo, oltre quello di Putignano, affondando radici nel terreno manifatturiero pugliese, noto in tutto il mondo come polo di eccellenza bridal.

Un vero e proprio Hub della Bridal Couture quello realizzato da Gino Signore – CEO del Gruppo Signore – in Puglia, dove nell’ultimo decennio ha donato nuova fortuna ad altre eccellenze produttive come l’antesignana Giovanna Sbiroli di Putignano e alla leccese Sofia Haute Couture. Un lavoro teso a salvaguardare l’eccellenza manifatturiera del Made in Italy e a custodire, ove è stato possibile, preziosissima manodopera altamente qualificata in grado di realizzare abiti a tiratura limitata.

Ho voluto donare nuova vita ad un marchio che realizzava abiti di qualità – afferma Gino Signore – tutelando un pezzo di storia italiana che diversamente sarebbe finito nelle mani dello shopping imprenditoriale dei grossi gruppi stranieri.


L’obiettivo del Gruppo è quello della “Resilienza del Made in Italy” infatti, ad oggi, il progetto prevede lo sviluppo commerciale con maggiore penetrazione dei mercati prospect come ad esempio quello americano e quello del sud est asiatico.

La nostra mission – continua Gino Signore – è quella di poter approcciare ai mercati internazionali con una visione stilistica ampiache intercetta tendenze e abitudini di acquisto”.

Oltre ad una politica distributiva ad hoc il focus dell’azienda negli ultimi anni è stato quello dell’introduzione di giovani stilisti che hanno preso parte alla “Signore Academy”.

Da cinque anni – afferma Vittoria Foraboschi Creative Director del Gruppo  grazie alla Signore Accademy, istituita in partnership con i migliori istituti di Moda italianaabbiamo creato una vera fucina di talenti. Questo ci ha permesso di arricchire la nostra officina creativa e di tenere il passo con i gusti mutevoli delle spose e con la modernità

Nell’ultimo anno, l’ufficio stile guidato dalla Foraboschi, si è arricchito di 5 nuovi designer tra cui risuona il nome di Camilla Elena Signore, figlia di Gino e Vittoria, che con la sua visione da youngdesigner è pronta a dare un contributo importante per tracciare i tratti della sposa millennial portando nuove idee e nuovi cambiamenti.

Continua così il percorso di crescita del Gruppo Signore che, con più di quarant’anni di attività nel mondo del bridal e con oltre 150 rivenditori all’attivo in Italia e nel mondo – tra tutti Kleinfeld a New York – è oggi il punto di rifermento del bridalwear italiano.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Giudice Reale: "La magistratura ha perso credibilità, via presidente Anm"

Articolo successivo

Arriva in Italia la nuova Serie A di Oppo: A94 5G, A74 5G E A54 5G

Articoli correlati
P