12.4 C
Comune di Monopoli
giovedì 15 Aprile 2021

Centro Studi Borgogna presenta “FASHION LAW”

Da leggere

Ciclo di incontri a pagamento organizzato su Piattaforma FAD. Accesso gratuito per i soci CSB
 

Aprile-Settembre 2021 

Milano, 7 aprile 2021 – Negli anni Sessanta, mentre a Londra la giovane Mary Quant inventava la minigonna, a Milano si assisteva all’emergere delle mode giovanili. Gli anni Ottanta, invece, segnarono la consacrazione dei tre stilisti italiani per eccellenza, le “tre G”: Giorgio Armani, Gianfranco Ferré e Gianni Versace e fu grazie alle loro collezioni prêt à porter che Milano divenne una Città della moda al pari di Londra, Parigi e New York. Oggi il settore moda non solo è fonte di prestigio, ma costituisce anche uno dei motori dell’economia italiana. Tuttavia, nonostante la sua indubbia importanza, nel mondo del lavoro mancano figure professionali con un’adeguata conoscenza giuridica del mondo fashion. 

Il Centro Studi Borgogna, da sempre attento ai cambiamenti della società giuridica, ha ideato con l’ausilio dei massimi esponenti del settore un Ciclo di incontri composto da 5 eventi, per i quali verrà richiesto l’accreditamento dei Crediti formativi al Consiglio Nazionale Forense. 

1° incontro | 22 aprile 2021, ore 16.00 – 19.00 | Digital Fashion Week
 

A causa dell’emergenza pandemica, le grandi sfilate della Milano Fashion Week sono state sospese e gli stilisti hanno dovuto adattare l’esigenza di presentare le loro collezioni a quella di rispettare le norme anti-contagio. Da ciò è nata l’idea della sfilata digital, alla quale era possibile assistere attraverso una diretta streaming sui canali social e, sulla scorta di questo esempio, le successive sfilate sono state realizzate sui canali web mediante l’utilizzo di nuove piattaforme. Durante il primo incontro del ciclo Fashion Law vi sarà un approfondito dialogo su questo tema tra massimi esperti del settore legale e Influencer Marketing. 

2° incontro | 27 Maggio 2021, ore 16.00 – 19.00 | Arte e Moda: un binomio indissolubile
 

Da sempre la moda trae ispirazione dall’arte, si può affermare che essa stessa sia una forma d’arte.  

Nel contesto giuridico italiano trova una propria disciplina il Diritto dell’arte, tutelato tanto da norme appartenenti al codice civile quanto da norme ad hoc di Diritto amministrativo. Il Diritto della moda, invece, è stato oggetto di dibattito in Italia solo a partire dal 2016, quando si è reso necessario approfondire le dinamiche del settore fashion nel quale trovavano applicazione le norme di Diritto commerciale e la disciplina relativa alla tutela della proprietà intellettuale. Nel presente incontro verranno affrontate le similitudini che sussistono tra art law e fashion law e, in particolare, il confronto dei relatori avrà come punto di partenza le contaminazioni dell’arte contemporanea nella Street art. A tal proposito si pensi, a titolo meramente esemplificativo, al Gucci Wall.  

3° incontro | 24 Giugno 2021, ore 16.00 – 19.00 | Moda e sostenibilità: il successo del Green Fashion
 

La moda sostenibile mira a instaurare un rapporto armonioso sia con l’ambiente che con le persone ed è ormai fatto noto che sarà questo l’obiettivo da raggiungere con il Millennium Goals 2030. Grazie alla consapevolezza della necessità di un cambiamento in questo settore, il mercato sta cambiando e lo sta facendo, mettendo a punto accorgimenti e attenzioni che mirano a rispettare e a dare un aiuto concreto al nostro pianeta. Ne è un esempio Prada: si pensi alla collezione Re-Nylon con la quale sono state riutilizzate delle borse del 2008. Nel corso di tale incontro si discuterà, dunque, di inquinamento e fast fashion, nonché della sensibilità che hanno dimostrato le aziende in relazione al tema della sostenibilità. 

4° incontro | 22 luglio 2021, ore 16.00 – 19.00 | La registrazione del brand e il rischio contraffazione
 

La vera ricchezza delle fashion industries è la tutela del proprio brand. Durante questo incontro verranno approfondite le norme sottese alla registrazione del marchio in Italia, in Europa e nel mondo. Tuttavia, la registrazione è la condicio sine qua non per tutelare la propria azienda, ma cosa avviene quando il marchio o il brevetto o il design vengono imitati da altre aziende? Quando si perfeziona il reato di contraffazione? E soprattutto, è possibile immettere nel mercato fisico prodotti contraffatti mediante il ricorso alle piattaforme e-commerce? 

5° incontro | 16 settembre 2021, ore 16.00 – 19.00 | I contratti del settore moda
 

L’industria della moda è sottoposta alle norme che coinvolgono il settore delle vendite: dal franchising, al noleggio, passando per il contratto di esclusiva e di licensing. Durante l’incontro verranno illustrate agli operatori del settore i necessari adeguamenti della normativa applicata al settore fashion. 

I moduli di formazione professionale saranno erogati online, previa iscrizione e a pagamento per i non Soci CSB tramite Piattaforma Certificata FAD.  

Per informazioni su quote di partecipazione e modalità di iscrizione scrivere a iscrizione@centrostudiborgogna.it
 

 

A proposito di centro Studi Borgogna
 

Nata nel 2017 da un’idea dell’Avv. Fabrizio Ventimiglia, il Centro Studi Borgogna è una Associazione di Promozione Culturale che opera come un laboratorio giuridico e di idee per promuovere la cultura del diritto, ispirandosi ai principi di etica, onestà e legalità, nell’ottica di contribuire al dibattito sulle principali questioni sensibili del nostro Paese. Le attività proposte dal Centro Studi Borgogna si prefiggono diversi obiettivi: promuovere il confronto tra mondi diversi arrivando a trasformare le riflessioni comuni in proposte praticabili; perseguire le finalità di promozione sociale e culturale; contribuire alla formazione dei professionisti nelle discipline giuridiche; promuovere l’amicizia, la cultura, la solidarietà e l’etica sul territorio milanese e nazionale. Al fine di perseguire tali obiettivi, l’Associazione Centro Studi Borgogna organizza conferenze, convegni e momenti formativi di varia natura; crea rapporti di collaborazione e sinergia con Università, Istituti di Ricerca e altri enti aventi finalità scientifiche; promuove la pubblicazione di documenti di approfondimento sui temi di diritto applicato; organizza eventi charity. 

Per informazioni alla stampa:
 

Alessio Masi, Adnkronos Comunicazione  

Mob. 3425155458; E-Mail: alessio.masi@adnkronos.com
 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime news

Covid, oltre 3.300 colloqui per piattaforma glipsicologioline.it nata con lockdown

A un anno dall’inizio dell’emergenza sanitaria, www.glipsicologionline.it si conferma la più grande piattaforma completamente gratuita di ascolto psicologico online,...

Potrebbe interessarti