13.9 C
Comune di Monopoli
lunedì 12 Aprile 2021

Riparazione condizionatori: quando e perché farlo

Da leggere

Riparazione condizionatori? E’ una delle prerogative in vista dell’arrivo della bella stagione.

In prossimità della prossima estate, sarà fondamentale farsi trovare pronti per rinfrescare le calde e afose giornate.

Ma il condizionatore è amico di molti anche in inverno, per via del suo potere di riscaldare gli ambienti grazie alla pompa di calore di cui è dotato (la cui presenza dipende però dalla tipologia di modello scelto).

Se abitate nella capitale, potete rivolgervi ad un esperto per la riparazione condizionatori Roma, che saprà darvi il giusto supporto.

Quando bisogna riparare i condizionatori?

Spesso ci si lascia prendere dal panico nel momento in cui il condizionatore non funziona più, sorprattutto nelle calde giornate estive o in quelle gelide invernali. Il problema è che non tutti sano come la maggior parte degli apparecchi necessitano di una semplice manutenzione, in alcuni casi di routine. Ma andiamo a vedere quando è il caso di riparare i condizionatori:

  • se avvertite cattivi odori
  • se non esce aria calda o fredda
  • se non si avvia o non si spegne

Condizionatori: quali sono le riparazioni più comuni?

Come ogni dispositivo, anche il condizionatore è soggetto ad avere problemi. Abbiamo già anticipato i cattivi odori, o la mancanza di raffreddamento e, viceversa di riscaldamento. Ma anche i rumori, che spesso ci possono fare preoccupare. Spesso, quindi, è soggetto a problemi nell’impianto, o alla mancanza del gas refrigerante. Sono questi, in gran parte, gli interventi più applicati. Insieme poi a temporali o sbalzi di corrente che possono compromettere le funzionalità e richiedere un’analisi approfondita degli apparecchi.

Come mantenere in salute i condizionatori

Come per le auto, anche loro necessitano di controlli periodici. Piccoli lavori da fare per poterbne garantire il corretto funzionamento nel corso del tempo, come ad esempio la pulizia dei filtri. Un’operazione alla portata di tutti che vi permetterà di respirare “aria pulita”. In ogni caso, vi suggeriamo di fare queste operazioni periodicamente, con l’aiuto del vostro tecnico di fiducia.

  • pulizia filtri (cambio degli stessi quando necessario)
  • controllare il gas refrigerante
  • controllare la pressione
  • pulizia blocchi

Come si riparano i condizionatori?

Evitate il “fai da te” almeno in questo caso: potreste compromettere l’uso dei dispositivi in casa. Consigliamo sempre di rivolgervi a un esperto che, valutata la situazione, saprà come procedere, fornendovi un preventivo di spesa per il lavoro da fare e (qualora dovessero servire) per i pezzi di ricambio. Quello che potete fare, come già anticipato, è tenere in salute le macchine adoperandovi quantomeno per la pulizia dei filtri.

Cosa fare se i condizionatori non si possono riparare?

Spesso accade l’inevitabile, soprattutto quando sono vecchi ed è difficile trovare pezzi di ricambio. O quando il danno è irreparabile. In quel caso dovete necessariamente passare al nuovo valutando le varie offerte disponibili.

Se vi accingete a compiere questo passo, fate caso alla nuova denominazione delle classi energetiche. Non avremo più le tre classi A, ma una classificazione più chiara per tutti. Una decisione presa dall’Unione Europea per incrementare il risparmio energetico, e un conseguenziale risparmio della bolletta, garantendo nel contempo il benessere dell’ambiente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime news

Edilizia, Di Franco (Fillea): “Settore invecchiato, attrarre giovani con Carta Identità Edile”

Un settore invecchiato dove solo l'11% della manodopera ha meno di 30 anni e con zero opportunità di percorsi...

Potrebbe interessarti