10.5 C
Comune di Monopoli
giovedì 22 Aprile 2021

Prestitimag.it leader storico confermato del settore Prestiti e Cessione del quinto

Da leggere

 

Il settore dei prestiti personali, per dipendenti, oppure con o senza busta paga è molto ampio e complesso. Per questo motivo ci si trova spesso a cercare delle guide apposite per riuscire a capire nel dettaglio l’offerta bancaria e finanziaria in Italia.  

Tra le risorse storiche presenti in Italia, nel corso degli anni
Prestitimag.it
si è aggiornato costantemente, aggiungendo sempre più contenuti di valore per i suoi lettori, come quelle sul rinnovo o rimborso della cessione del quinto. 

Le guide proposte sono pensate per aiutare chi è alla ricerca di un prestito per chi non lavora o per dipendenti, seguendo le giuste procedure e con le dovute garanzie. Ma scopriamo insieme le guide dedicate al settore prestiti e cessione del quinto di Prestitimag.it.  

Guide sui prestiti online
 

Un prestito per dipendenti statali, privati, liberi professionisti e in alcuni casi anche per soggetti senza busta paga può essere richiesto anche online.  

Seguendo le varie guide presenti sui prestiti online, si avrà una visione più ampia sul sistema bancario italiano e anche dei consigli per non incorrere in possibili truffe, che purtroppo sono attuate principalmente online e soprattutto nei confronti di coloro che non hanno adeguate conoscenze nel campo creditizio.  

Le guide del magazine sui prestiti online, dunque, aiutano chi deve richiedere un finanziamento personale o finalizzato attraverso banche e finanziare che operano sul web. L’utente, in questo modo, avrà gli strumenti conoscitivi per riuscire a richiedere un prestito da solo e per evitare proposte truffaldine.  

I prestiti online sono solitamente finanziamenti che presentano caratteristiche precise come: un importo massimo richiedibile pari a 30 mila euro, garanzie dimostrabile e un piano rateale di massimo 120 mesi. Questi prestiti si configurano nella categoria dei finanziamenti personali, quindi richiedibili anche senza giustificazione di spesa, sia per fare acquisti sia per avere maggiore liquidità.  

Le guide sui prestiti online permettono all’utente di conoscere le diverse possibilità di finanziamento e anche le migliori realtà bancarie alle quali affidarsi. Tra le principali informazioni rintracciabili in una guida dedicata ai prestiti personali online ci sono:  

• Garanzie richieste dalle banche, come: stipendio da dipendente privato o pubblico, pensione, unico redditi, dichiarazione dei redditi, redditi alternativi da lavoro (ad esempio per disoccupati o casalinghe), presenta di un garante (per chi non ha i requisiti per accedere al prestito, come studenti o protestati).  

• Tasso d’interesse applicato: le banche e finanziarie sono obbligate a porre un tasso d’interesse che non superi quello d’usura che viene determinato ogni trimestre dalla Banca d’Italia su indicazione del Ministero dell’Economia e delle Finanze.  

• Istituti di credito affidabili: in tal senso le guide sono molto utili anche per capire a quale banca o finanziaria rivolgersi in base alla tipologia di finanziamento da richiedere.  

• Come evitare le truffe: in quest’ambito nelle guide apposite si possono individuare e conoscere le principali tecniche di coloro che vogliono “truffare” persone ignare, proponendogli prestiti personali online a condizioni strane e poco chiare, come ad esempio solo dietro il pagamento precedente al finanziamento delle spese d’istruttoria.  

• Rateizzazione e caratteristiche: infine, le guide possono dare informazioni dettagliate sulla durata di una rateizzazione, sulle caratteristiche di un prestito non finalizzato o finalizzato online, sulle modalità di richiesta e firma del contratto.  

Guide sui prestiti con cessione del quinto
 

Uno dei prestiti più richiesti e che portano diversi utenti a informarsi prima di inoltrare domanda di finanziamento è la cessione del quinto dello stipendio.  

Tra le domande che si fanno più spesso, e alle quali delle buone guide possono rispondere c’è: come si fa la simulazione cessione del quinto?  

Risponde a questa domanda in modo puntuale: Calcunzio, ad esempio, un ottimo tool ideato da Marco Germanò che è in grado di
simulare rapidamente la rata della cessione del quinto
, inserendo solamente l’ammontare dello stipendio e la durata del finanziamento in mesi.  

Le guide in quest’ambito, e in questo caso anche i tool appositi, sono un’ottima risposta a tutti coloro che cercano esempi di simulazione della cessione del quinto.  

Naturalmente, le guide sui prestiti con cessione del quinto non si limitano a offrire un supporto dettagliato e funzionale a chi vuole calcolare la rata da pagare mensilmente, ma offrono una vera e propria panoramica su questo strumento di finanziamento.  

Nello specifico, le guide presenti su questa forma di prestito personale sono dedicate alle garanzie richieste, che vanno dallo stipendio come dipendente pubblico o privato, al cedolino della pensione, fino ad un’età limite della richiesta, che per lo più è fissata ai 75 anni (anche se ci sono alcune finanziarie che li concedono anche fino a 80 anni).  

La cessione del quinto è una forma di prestito personale non finalizzato peculiare. In quanto, a differenza dei normali finanziamenti, prevede che la rata possa ammontare al massimo al valore della quinta parte dello stipendio o della pensione netta percepita mensilmente.  

Le guide in merito alla cessione di 1/5 permettono agli utenti, dunque, di chiarire: modalità di richiesta, calcolo della rata, simulazione della cessione del quinto, ma anche tassi d’interesse, durata del prestito (120 mesi) e possibilità di rinnovo o ricalcolo.  

Infatti, a differenza di altri prestiti personali una caratteristica della cessione di un quinto dello stipendio o della pensione è la possibilità di rinnovarlo, per ottenere maggiore liquidità allungando il prestito ma pagando sempre la stessa rata mensile. Il rinnovo presenta delle regole che sono ben esplicate nelle guide dedicate alla cessione, e che chiariscono come funziona la rinegoziazione del quinto seguendo quanto previsto dalla legge italiana.  

Guide sui prestiti senza busta paga
 

Una delle forme di finanziamento più complesse da ottenere e che ha bisogno di maggiori approfondimenti e di guide apposite sono: i prestiti senza busta paga.  

In molti si pongono diverse domande sulla convenienza di un prestito senza busta paga, ma anche sulle sue caratteristiche, sulle garanzie richieste, e sulle varie possibilità offerte dalle banche e finanziarie in Italia.  

In quest’ambito le guide approfondite di Prestitimag.it forniscono delle risposte puntuali e attente a tutti coloro che non hanno un lavoro dipendente e che sono alla ricerca di un finanziamento con garanzie alternative.  

Tra le soluzioni fornite dalle guide sui prestiti senza busta paga ci sono:  

I prestiti con garante: i finanziamenti fidejussori possono essere richiesti da disoccupati, studenti, casalinghe ecc…con la firma di un garante che abbia uno stipendio, pensione o reddito da lavoro autonomo.  

Finanziamenti con garanzie alternative: in questo caso i prestiti possono essere richiesti attraverso garanzie come la percezione di un affitto, una rendita da investimento, l’assegno di mantenimento ecc… 

Piccoli prestiti con carta di credito revolving: alcune carte di credito revolving permettono di ottenere un prestito fino a 5 mila euro, dimostrando di avere un reddito annuale con la Dichiarazione dei Redditi.  

Prestiti per autonomi e liberi professionisti: in questo caso, basta dimostrare con l’Unico Redditi il reddito percepito nel corso dell’anno con la propria attività.  

Grazie a queste guide sul tema dei prestiti senza busta paga sarà possibile approfondire tutti gli strumenti di finanziamento disponibili anche per coloro che di solito hanno maggior difficoltà d’accesso al credito a causa della mancanza di specifiche e solide garanzie come uno stipendio da dipendente pubblico o privato. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime news

Superlega, Conte: “Uefa non può tenersi tutti i diritti”

La Uefa deve dare più soldi ai club. Dopo la bufera Superlega, è la sintesi del pensiero di Antonio...

Potrebbe interessarti