17.8 C
Comune di Monopoli
lunedì 12 Aprile 2021

Malware “made in Italy”: arriva Kernsomware

Da leggere

Chi segue da tempo il mondo della sicurezza informatica è certamente abituato a sentir parlare di ransomware, ovvero malware particolarmente evoluti in grado di mettere a repentaglio le risorse economiche di chi ne viene colpito, richiedendo spesso e volentieri un riscatto per la restituzione dei file e dei documenti criptati.

La maggior parte di questi malware ha origini estere: i principali creatori di software destinato all’estorsione di denaro e dati personali sono infatti Cina, Stati Uniti e Russia, paesi che per altro figurano ai primi posti nelle classifiche delle nazioni più colpite da ransomware.

Potrà quindi stupire la notizia che gli esperti di security hanno scoperto un nuovissimo malware “made in Italy”: il suo nome è Kernsomware, è in fase beta (questo significa che non ha ancora colpito alcun obiettivo) ed è nel mirino degli studi di Computer Emergency Response Team, la branca di cybersicurezza dell’AgID (Agenzia per Italia Digitale).

Kernsomware, pur essendo una minaccia ancora teorica, è completa di tutto ciò che serve per iniziare a colpire: i processi di cifratura dei file sono già stati testati e la capacità di inibire i processi del sistema operativo che potrebbero causarne l’arresto c’è tutta. Il ransomware fornirebbe poi un tempo massimo di 2 ore per ottenere la chiave crittografica che consente di ottenere l’accesso ai file cifrati, dopodiché in caso di mancato pagamento verranno cancellati.

Il Computer Emergency Response Team avrebbe evidenziato che la chiave viene salvata in un semplice file di testo nella versione beta di Kernsomware, un “errore” che certamente verrà corretto dai creatori del malware nelle successive versioni. Anche se al momento non sono stati compromessi sistemi informatici con questo tipo di attacco, il pericolo è chiaramente dietro l’angolo, e serviranno opportune misure per contrattaccare.

Anche l’Italia diventa così un terreno fertile per il ransomware: come evolveranno antivirus e procedure di decifrazione dei file colpiti nei prossimi mesi?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime news

Huawei, arrivano aggiornamenti di sicurezza

Mentre Huawei è impegnata a dare i tocchi finali al suo sistema operativo mobile Harmony OS, nato per far...

Potrebbe interessarti