13.2 C
Comune di Monopoli
giovedì 22 Aprile 2021

Covid, Ricky Tognazzi: “Vaccino ad attori e giornalisti? Privilegiato, possiamo aspettare”

Da leggere

“Penso che sia i giornalisti che gli attori e i registi debbano cedere il passo a chi ha veramente bisogno. Noi, ringraziando il cielo, siamo continuamente tamponati per lavorare, e ringraziando il cielo possiamo lavorare, quindi non credo sia il caso di lamentarsi della nostra condizione”. A dirlo all’Adnkronos è Ricky Tognazzi che, intervenendo sulle polemiche relative alle ‘priorità’ sui vaccini sollevate da alcuni esponenti del cinema sui social, risponde esortando alla calma e alla moderazione. 

Dopo che il regista Giovanni Veronesi, su Twitter, aveva sottolineato che le liste “non tornano”, osservando che “ci sono categorie tipo i giornalisti che non si capisce perché devono essere vaccinate prima di me. Che compito svolgono di così importante più di me? Io faccio film, scrivo storie, intrattenimento”, anche Alessandro Gassmann è intervenuto sul tema. “Visto che c’è la gara a chi è più esposto al covid, segnalo che gli attori ed attrici sui set, sono l’unica categoria che deve lavorare senza mascherina”, ha puntualizzato l’attore. 

“Dal momento che i morti giornalieri, oggi più di 400, sono persone che vanno dai 70 anni agli 80, intanto bisogna dare precedenza a loro -dice Tognazzi all’Adnkronos- Poi ai più deboli, poi a quelli che sono veramente in contatto con la malattia. Io sto aspettando il mio turno, penso che bisogna stare tranquilli, prima o poi saremo vaccinati tutti. Calma e sangue freddo, e cerchiamo di evitare questi privilegi. Parliamo di categoria super privilegiate, quindi cerchiamo di mantenere le distanze… anche da atteggiamenti estremisti”, è il monito dell’attore. (di Ilaria Floris) 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime news

Concerti in Live Streaming durante l’emergenza Covid: bella idea, ma…

Il bisogno di musica dal vivo, in questo periodo di emergenza Covid-19, ci sta tutto.Sono passati più di...

Potrebbe interessarti