4.1 C
Comune di Monopoli
giovedì 28 Gennaio 2021

WhatsApp, la truffa 2FA miete nuove vittime

Da leggere

Sanremo 2021: quali scenari?

Manca poco più di un mese al Festival di Sanremo 2021. Tanti gli interrogativi legati alla kermesse canora italiana,...

Le radio più ascoltate in Italia nel Secondo Semestre 2020

Sono stati diffusi ieri i dati TER relativi all'ascolto radiofonico nel giorno medio del secondo semestre 2020. RTL 102.5 si...

Lifestyle Awards Radio 2021: i vincitori

Oggi vi annunciamo i vincitori dei Lifestyle Awards 2021 per la categoria Radio. Ieri vi abbiamo svelato quelli della...

Il nuovo anno è appena iniziato, e anche l’app di messaggistica più nota al mondo si prepara a tracciare un bilancio complessivo del suo 2020. WhatsApp ha raggiunto e oltrepassato i 2 miliardi di iscritti, continuando a catalizzare l’attenzione grazie all’estrema facilità d’uso e alla viralità dei contenuti pubblicati nelle famose ‘chat di gruppo’.

Purtroppo, però, l’app di Mark Zuckerberg si è ritrovata a dover fronteggiare in questo 2020 il ritorno di una frode telematica particolarmente pericolosa: la truffa 2FA (a due fattori di autenticazione).

Chi frequenta WhatsApp da tempo sicuramente ne avrà sentito parlare: si tratta di un metodo di estorsione del codice a 6 cifre usato dagli iscritti per l’accesso al proprio profilo, portando così alla compromissione dell’identità virtuale a noi legata.

Il sistema 2FA (Two Factor Authentication), paradossalmente, nasce per garantire maggiore sicurezza agli utenti, prevedendo l’invio di un codice sul proprio smartphone quando desideriamo cambiare numero. Il PIN a 6 cifre inviato mediante SMS può essere utilizzato per completare la procedura, che però si presta a diversi inconvenienti se l’hacker che ci ha preso di mira si è impossessato di un profilo che fa parte della nostra rubrica.

Il truffatore, infatti, può lanciare la procedura di cambio numero sfruttando il nostro recapito telefonico, e successivamente impersonare un nostro contatto che ci scriverà per dirci che ha inviato “un codice di 6 cifre” per sbaglio al nostro numero. Si tratta ovviamente del famigerato PIN, e se saremo così incauti da inviarglielo, l’hacker potrà rubarci l’account.

A giudicare dai numeri, si tratta di una truffa WhatsApp alquanto diffusa: è molto facile cascarci se la richiesta parte da un nostro contatto stretto, o comunque da qualcuno da cui ci fidiamo a cui è stato sottratto l’account.

Ovviamente, l’unico modo per proteggersi è non rispondere a messaggi di questo tipo, rifiutando di fornire il codice a 6 cifre: è strettamente personale e in quanto tale non cedibile ad altri senza rischiare brutte conseguenze.

Ultime news

Al via Il Cantante Mascherato 2021

“Il Cantante Mascherato”, il talent game show torna su Rai1 da venerdì 29 gennaio 2021. Milly Carlucci condurrà, per...

Potrebbe interessarti