9.9 C
Comune di Monopoli
domenica 24 Gennaio 2021

Spotify diventa compatibile con la musica memorizzata su smartphone

Da leggere

10 film in uscita nel 2021 da non perdere

Siamo onesti, il 2020 non è stato un anno facile per il cinema. Le sale chiuse per l'emergenza COVID...

Elisa Isoardi: “Salvini? L’ho amato tantissimo”

Elisa Isoardi,ospite domani in esclusiva a Verissimo, racconta la sua esperienza nel 2018 alla conduzione de ‘La prova del cuoco’ coincisa con...

C’è Posta per te: le anticipazioni della puntata del 23 gennaio

Prosegue l’appuntamento per eccellenza del sabato in Tv: sabato 23 gennaio in prima serata su Canale 5 terzo rendez...

Aria di novità in casa Spotify: la piattaforma di streaming musicale numero uno al mondo è pronta a lanciare una delle novità più desiderate dai suoi milioni di ascoltatori: la possibilità di riprodurre i brani memorizzati sul nostro smartphone, utilizzando il player dell’app anche quando non si è connessi.

Le novità di Spotify

Si tratta di una caratteristica veramente inedita per Spotify, che come sappiamo punta parecchio sull’attività online dell’ascoltatore per proporci playlist personalizzate, nuovi podcast e trasmissioni fresche di giornata. I brani che conserviamo sui nostri dispositivi potranno essere riprodotti senza aprire e chiudere continuamente il player multimediale e l’app Spotify, rendendo molto più comodo l’ascolto.

Secondo quanto rivelato dagli sviluppatori, l’app ci consentirà a breve di aggiungere alle nostre playlist i brani contenuti nelle cartelle multimediali del nostro smartphone: chiaramente può trattarsi di musica al momento introvabile su Spotify, oppure di demo autoprodotti se siamo musicisti, in modo da avere a portata di mano un catalogo completo e facilmente consultabile ovunque.

L’operazione di aggiornamento delle liste dovrebbe avvenire in modo automatico; tuttavia per evitare caricamenti fin troppo estesi nella durata, oppure l’aggiunta di brani che non ci interessano, sarà possibile attivare uno “switch” che consente o meno l’upload dei file.

Per riprodurre i brani presenti sulla memoria locale del dispositivo su Spotify, dovremo semplicemente premere sulle relative icone all’interno della playlist appena creata, sostanzialmente mantenendo invariato il nostro approccio alla piattaforma. 

Come spesso avviene per le nuove funzioni di molte app, saranno i dispositivi Android a ricevere per primi l’aggiornamento ufficiale che permetterà l’ascolto dei brani offline; dopodiché entro qualche settimana dal lancio, anche gli utenti iOS verranno accontentati. 

Ricordiamo tuttavia che Apple Music rimane sempre disponibile per questi ultimi: per ingannare l’attesa, è possibile usufruire dell’immenso catalogo musicale messo a disposizione dalla Mela, oppure scaricare offline tutti gli album e le playlist desiderate tramite iCloud e la sua libreria musicale.

Ultime news

Che tempo che Fa: ospiti e anticipazioni (24 gennaio)

Domenica 24 gennaio su Rai3 a partire dalle 20.00, nuovo appuntamento con Che Tempo Che Fa di Fabio Fazio, con Luciana Littizzetto, Filippa Lagerbåck, Enrico Brignano, Mago...

Potrebbe interessarti