12.2 C
Comune di Monopoli
venerdì 22 Gennaio 2021

Renato Zero: ecco ZEROSETTANTA. L’intervista

Da leggere

Elisa Isoardi: “Salvini? L’ho amato tantissimo”

Elisa Isoardi,ospite domani in esclusiva a Verissimo, racconta la sua esperienza nel 2018 alla conduzione de ‘La prova del cuoco’ coincisa con...

C’è Posta per te: le anticipazioni della puntata del 23 gennaio

Prosegue l’appuntamento per eccellenza del sabato in Tv: sabato 23 gennaio in prima serata su Canale 5 terzo rendez...

Samuel: “Negli ultimi due anni ho avuto un periodo deflagrante”

Samuel torna sulla scena musicale con "Brigatabianca" il nuovo album da solista a distanza di quattro anni da “Il...
Bruno Bellini
Bruno Bellini
Direttore Responsabile Lifestyleblog.it - Classe '81, da Monopoli (Bari) Dal 2015 partecipa al Festival di Sanremo come giornalista accreditato e componente della Giuria Stampa.

“Questo disco è la mia espressione migliore”. 

Esordisce così per presentare Renato Zero Settanta: il nuovo triplo album del cantautore romano per festeggiare i suoi 70 anni. Esce il 30 settembreZEROSETTANTA – VOLUME TRE”, il primo dei tre dischi che Renato Zero, 50 milioni di album venduti all’attivo, ha deciso di regalare e regalarsi per il suo compleanno. Zero propone tre dischi di inediti in uscita il 30 di ogni mese, a settembre, a ottobre e a novembre.

L’angelo ferito è un angelo non colpevole di trovarsi nel bel mezzo di questo grande nubifragio di sentimenti, paure e angosce. Sono stato ferito piu volte, lue mie cicatrici parlano da sole. Queste mie cicatrici hanno fatto si che piu fossi ferito e piu le ali si ingigantissero.

Nel mondo delle playlist, nello scenario della musica liquida, Renato consegna alle stampe quaranta brani inediti: un cofanetto prezioso, un giro di boa per una carriera unica, un compendio declinato al futuro dell’Artista che più di ogni altro ha soverchiato il piano della musica e della performance live senza mai scendere a compromessi. E sulla raccolta aggiunge

Tutto quello che è stato raccolto fa parte di un archivio personale di ciascuno. Sono attento a non disperdere nessuna delle esperienze.

In questi mesi di chiusura mi sono adoperato per cercare di immaginarmi come mi sarei visto nei 20 anni in questi 70.

Ringrazio i silenzi e la serenità che mi hanno permesso di arrivare a questo traguardo.

Questo disco dimostra quante volte mi sia presentato alla fonte battesimale oggi sono un cristiano orgoglioso della mia musica e di quello che sono. 

Ultime news

Salute: le patologie più cercate nel 2020

Quali sono le malattie che più hanno reso pensierosi i milanesi durante lo scorso anno? Quali le più cercate...

Potrebbe interessarti