3.1 C
Comune di Monopoli
sabato 16 Gennaio 2021

Il Premio Letterario Caccuri 2020

Da leggere

Serena Rossi è “Mina Settembre”

Mina Settembre è un dramedy sentimentale ambientato a Napoli, che ha per protagonista un’assistente sociale alla continua ricerca di...

Quelli che il calcio: ospiti Stefano De Martino e Fiona May

Nuovo appuntamento, domenica 17 gennaio alle 14 su Rai2, con “Quelli che il calcio”. Tra gli ospiti in studio:...

Linea Verde: la puntata del 17 gennaio

Linea Verde nel suo viaggio al centro del buono e del bello d’Italia domenica 17 gennaio, alle 12.20 su...

La nona edizione del prestigioso Premio Letterario Caccuri si è conclusa con la vittoria del libro “Atlantide. Viaggio alla ricerca della bellezza” (Feltrinelli) di Carlo e Renzo Piano.

Al secondo posto, pari merito, si sono classificati gli altri tre titoli finalisti: “Storia di Marcella che fu Marcello” (La Nave di Teseo) di Bianca Berlinguer, “Questa non è l’Italia” (Newton Compton) di Alan Friedman e “Odiare l’odio” (Rizzoli) di Walter Veltroni.

La serata finale è stata condotta da Gianluigi Nuzzi, conduttore di Quarto Grado su Rete4 e dalla giornalista di LaC Francesca Lagoteta.

A Caccuri, per gli organizzatori, Adolfo Barone, Roberto De Candia e Olimpio Talarico, che hanno fondato l’Accademia dei Caccuriani, “ha vinto la bellezza nella sua accezione più ampia, la bellezza come ricerca costante di un altro mondo possibile da costruire insieme con il coraggio e la partecipazione di tutti, ognuno con il proprio contributo. La bellezza può essere preziosa e inafferrabile come quella della città perfetta che Carlo e Renzo Piano raccontano attraverso un immaginario viaggio per mare nei luoghi in cui il grande architetto italiano ha costruito le sue opere. Una bussola non solo per gli architetti, ma per tutti. Ma è anche la bellezza della forza di una donna raccontata in ‘L’anima ciliegia’ (HarperCollins) di Lia Levi che ha vinto il Premio per la Narrativa”.

Di bellezza ha parlato anche il procuratore nazionale Nicola Gratteri che il 23 settembre è stato insignito della cittadinanza onoraria di Caccuri, insieme al maestro orafo Michele Affidato. “Sono convinto che un’altra Calabria sia possibile, questo è il messaggio che cerchiamo di dare anche attraverso il nostro lavoro – ha affermato Gratteri durante la cerimonia -. Stiamo facendo un percorso positivo, che ci sta facendo crescere, tutti insieme”.

“Caccuri – ha detto l’orafo Affidato – è diventato uno dei punti di riferimento del mondo letterario nazionale, gli organizzatori hanno creato una rete culturale sempre più forte e incisiva per promuovere sempre di più la nostra splendida terra”. 

La cerimonia di proclamazione del vincitore è stata preceduta dalla serata presentata dalla giornalista di LaC Rossella Galati e dall’attore Neri Marcorè in cui è stato assegnato il Premio speciale “FonCarical – Alessandro Salem” a Mimmo Lucano, che ha presentato il suo libro “Il fuorilegge” (Feltrinelli). 

Ultime news

Domenica in: ospiti e anticipazioni della puntata del 17 gennaio

La 19^ puntata di ‘Domenica In’, in onda domenica 17 gennaio, in diretta dagli Studi ‘Fabrizio Frizzi’ di Roma...

Potrebbe interessarti