Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Hi-Tech

Tv italiane all’estero in streaming: come aggirare il geoblocking

Studiare, lavorare o vivere all’estero è il sogno di molti. Ma la nostalgia di casa è sempre dietro l’angolo, e il richiamo della propria terra in alcune situazioni può farsi anche molto forte. Ed è in questo momento che nasce il bisogno di sentire la lingua, i suoni e le notizie che per tanti anni ci hanno accompagnato.

Da sempre la televisione ha rappresentato la soluzione al problema per i nostri connazionali all’estero, facendoli sentire meno soli, ed aiutandoli a mantenere un legame con le proprie origini. Oggi la tecnologia ci viene in aiuto in questo senso, e non è nemmeno più richiesto un apparecchio televisivo per farlo. Basta un computer o uno smartphone, una buona connessione internet, e il gioco è fatto grazie allo streaming.

Come vedere la TV italiana all’estero

Abbiamo detto che vedere i canali TV italiani all’estero può rappresentare un modo per sentire meno la nostalgia di casa. Ma come farlo? Fino a non molti anni fa serviva un televisore, una parabola, e un decoder. E se la casa era sprovvista del relativo impianto, questo metodo non era certamente il più rapido ed economico. Oggi la tecnologia fortunatamente ci viene in aiuto anche in questo ambito, e gli unici requisiti sono il possesso di un computer, un tablet o uno smartphone, e una buona linea internet.

Questo è quanto occorre per vedere i nostri programmi preferiti in streaming. Attraverso tale metodo, e collegandosi alle piattaforme ufficiali Rai o Mediaset, possiamo accedere a qualsiasi programma dei palinsesti, dai film alle serie TV, dai programmi di intrattenimento ai telegiornali. Ma il valore aggiunto è che non è richiesto nessun costo aggiuntivo per farlo, perché i canali sono gratuiti. In tutta questa situazione però, c’è solamente un piccolo problema da affrontare.

Parliamo del blocco territoriale (geoblocking) che le emittenti italiane applicano per la visione in streaming dei loro canali all’estero, attuato tramite il riconoscimento IP del terminale connesso a internet. Una volta che la piattaforma rileva che la connessione in oggetto proviene da un paese estero, blocca la visione del programma d’interesse. Per ogni problema che si rispetti però, esiste una soluzione, e in questo caso sono addirittura due. Vediamole insieme.

Come aggirare il geoblocco per vedere le TV italiane all’estero

Per aggirare il blocco geografico che le emittenti italiane attuano per la visione dei loro canali in streaming all’estero, abbiamo due opzioni. La prima consiste nel ricercare alcune piattaforme online che aggregano tutti questi canali in un unico “spazio”, e che ne permettono la visione da qualsiasi parte del mondo. Questo sistema però, ha due controindicazioni. Una è la grossa quantità di banner pubblicitari, che molto spesso portano all’apertura di numerose finestre del browser utilizzato.

D’altronde è anche comprensibile, dal momento che queste piattaforme in qualche modo devono finanziarsi, considerando che il servizio rimane gratuito per l’utenza. La seconda controindicazione risiede nella bassa qualità audio video che spesso questi contenuti hanno. In alternativa, senza incorrere in queste problematiche, possiamo pensare di utilizzare una VPN tra quelle indicate da VPNOverview. Una Virtual Private Network permette di mascherare la provenienza dell’indirizzo IP da dove si effettua la connessione.

Ma come funziona tecnicamente questo sistema? Il nostro terminale presente all’estero, qualsiasi esso sia, invia una richiesta ad uno dei nodi della VPN prescelta. Subito dopo la VPN stessa invia la sua richiesta al servizio di streaming desiderato, facendo però risultare la connessione come se provenisse dall’Italia. A questo punto il flusso audio video dell’emittente riesegue il percorso inverso fino all’utente, che potrà godere tranquillamente della visione dei suoi programmi preferiti.
In questo modo sarà possibile vedere qualsiasi canale di ogni piattaforma, come RaiPlay o MediasetPlay, senza essere bloccati. In realtà, se ci si trovasse al di fuori dell’Unione Europea, attraverso una VPN sarebbe possibile vedere anche i contenuti in streaming di Amazon Prime Video o di Netflix, le due piattaforme streaming che bloccano la possibilità di godere dei loro abbonamenti appunto al di fuori dei Paesi Europei.

egidio
Scritto da

Potrebbe interessarti...