Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Hi-Tech

Lo smartphone Oppo con tecnologia LiFi è 100 volte più veloce del WiFi

Dimenticate il WiFi: ecco LiFi. Questa nuova tecnologia di comunicazione dati wireless funziona con la luce ed è 100 volte più veloce, più sicura ed efficiente dal punto di vista energetico rispetto al WiFi. Oppo sta studiando le possibilità di applicare il LiFi nei suoi smartphone.

Nell’ambiente domestico, ma anche al lavoro e negli edifici pubblici, si fa principalmente uso di reti wireless, sotto forma di WiFi. 

Sebbene questa tecnologia sia sicuramente in evoluzione (dopotutto, siamo già con la versione WiFi 6.0) ci sono meno grandi cambiamenti e miglioramenti da vedere rispetto alla rete mobile. Ad esempio, sono previsti problemi futuri con la capacità che il WiFi può gestire, in modo che la crescente domanda di trasmissione dati wireless non possa più essere soddisfatta.

Sullo sfondo, gli scienziati hanno lavorato per anni su un’alternativa al WiFi. 

L’alternativa più promettente è LiFi (Light Fidelity). LiFi è una tecnologia relativamente nuova per trasferire dati in modalità wireless. 

Con il WiFi, si utilizzano le onde radio tramite un router WiFi. LiFi, invece, funziona con la luce tramite una lampada a LED. Dove il WiFi utilizza le radiazioni, LiFi lo fa con la luce.

Prima di continuare sulle aree di applicazione e sui pro e contro del LiFi, torniamo al motivo iniziale alla base della creazione di questa pubblicazione. 

Il produttore di smartphone Oppo sembra stia studiando le possibilità di dotare i futuri smartphone di supporto LiFi. In qualità di pioniere nel campo del 5G e noto come produttore altamente innovativo, Oppo è un candidato estremamente adatto per implementare effettivamente questa nuova tecnologia nei suoi dispositivi mobili.

Smartphone Oppo LiFi

A dicembre 2019, Guangdong Oppo Mobile Telecommunications ha depositato un brevetto di design in Cina presso il CNIPA (China National Intellectual Property Office). Il brevetto è stato pubblicato il 31 luglio 2020 e include 24 immagini del prodotto, combinate con una breve descrizione che mostra che questo smartphone è adatto per la comunicazione LiFi.

È uno smartphone moderno con bordi dello schermo stretti e un design a schermo intero. Nessuna fotocamera frontale è visibile. Le immagini mostrano che questo telefono Oppo sarà dotato di una fotocamera pop-up, come sappiamo dalla serie Oppo Reno .

Un rettangolo può essere visto sul sistema pop-up, che viene utilizzato per la comunicazione LiFi. Questo vale anche per la parte posteriore, proprio accanto al sistema di telecamere verticali posizionato centralmente si può vedere un dispositivo LiFi quadrato, che funziona come un ricevitore. Il fotorilevatore converte le variazioni di ampiezza in un segnale elettrico per abilitare la comunicazione LiFi con lo smartphone.

Le immagini del brevetto mostrano anche una doppia fotocamera, ma è del tutto possibile che Oppo alla fine sceglierà tre o anche quattro fotocamere, come spesso vediamo con i modelli di smartphone Oppo 2020 . Il piccolo cerchio sotto il sistema di telecamere è sorprendente. Questo caratteristico cerchio è anche chiamato O-Dot di Oppo e viene utilizzato solo all’interno della serie di telefoni Reno.

Il piccolo O-Dot sporgente assicura che il telefono non poggi solo sul sistema della fotocamera quando si appoggia il dispositivo sul tavolo. Possiamo dedurre dall’O-Dot, abbinato al sistema di fotocamera pop-up, che Oppo vuole collocare questo smartphone all’interno della relativamente nuova ed estremamente innovativa serie Reno.

Vediamo anche un microfono sia nella parte superiore che nella parte inferiore del dispositivo. C’è anche un altoparlante, uno slot per schede SIM e una connessione USB-C nella parte inferiore. Il pulsante di accensione / spegnimento si trova a destra e il pulsante a sinistra fornisce logicamente l’accesso alle impostazioni del volume.

Tecnologia LiFi applicata a un telefono Oppo

Un brevetto di design ha lo scopo solo di registrare il design, quindi si dice poco su come Oppo intende applicare la tecnologia LiFi. Tuttavia, i giornalisti investigativi di LetsGoDigital hanno scavato più a fondo per ulteriori informazioni e durante la loro ricerca hanno scoperto che tre giorni dopo aver depositato questo brevetto di design, Oppo ha anche depositato un brevetto di utilità associato in Cina.

Questo descrive esattamente come funziona la tecnologia. Questa documentazione è stata ora inclusa anche nel database WIPO (World Intellectual Property Organization), per la protezione mondiale di questa innovazione rivoluzionaria.

Nel brevetto denominato “Dispositivo LiFi e sistema di proiezione con lo stesso”, viene ampiamente discusso come Oppo vuole applicare il LiFi nei dispositivi mobili. Il dispositivo LiFi brevettato può essere installato in uno smartphone ed è composto da un alloggiamento, un circuito stampato e un modulo LiFi per la ricezione del segnale.

Il LiFi non solo fornisce una velocità di trasferimento significativamente maggiore rispetto al WiFi, la tecnologia è anche caratterizzata da una minore latenza (ritardo) -proprio come il 5G-, è anche possibile trasferire immagini ad alta risoluzione con un frame rate elevato, come ad esempio grandi file video e audio) – come indicato nella descrizione del brevetto.

Cos’è il LiFi e come funziona?

Il fisico tedesco Herald Haas è l’inventore di questa tecnologia relativamente nuova. Il ricercatore Haas e il suo team hanno dimostrato per la prima volta LiFi nel 2011. Gli ultimi decenni sono stati dominati dall’ulteriore sviluppo di questa invenzione e dalla ricerca di aree di applicazione adeguate.

LiFi utilizza la luce. I LED possono essere accesi e spenti a una velocità immensa, più velocemente di quanto l’occhio umano possa percepire. Ad esempio, i LED possono convertire i dati crittografati in un codice binario composto da valori 0 e 1.

Il LiFi, come il WiFi, è adatto al traffico bilaterale (in due direzioni). Li-Fi può trasmettere dati in entrambe le direzioni. L’uplink e il downlink possono essere separati in diversi modi, vale a dire per lunghezza d’onda, tempo, codice e anche per separazione spaziale o ottica.

Tuttavia, per ragioni pratiche e finanziarie, il Li-Fi sarà probabilmente implementato solo per il downlink, poiché la velocità di download è il collo di bottiglia delle tecnologie esistenti come il Wi-Fi. Per inciso, il LiFi può semplicemente coesistere con il WiFi, la luce visibile non disturba le onde radio. Quindi il WiFi può occuparsi dell’uplink, mentre il Li-Fi rende possibile un download molto più veloce.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi del LiFi rispetto al WiFi?

Sebbene utilizziamo in modo massiccio il WiFi, ci sono anche diversi svantaggi associati a questa tecnologia. Oltre al temuto problema di capacità, anche le antenne radio necessarie per la comunicazione WiFi consumano molta energia. Poiché i LED sono già ampiamente disponibili, il LiFi dovrebbe essere più efficiente dal punto di vista energetico.

La disponibilità può anche essere un problema con il WiFi, quindi devi sempre spegnere il telefono durante il volo e non devi contare sulla ricezione WiFi quando sei sott’acqua. Per non parlare delle aree in via di sviluppo, dove il WiFi è scarso. Inoltre, la sicurezza e la privacy sono una questione molto discussa, poiché le onde radio possono penetrare attraverso i muri, possono anche essere intercettate da persone con cattive intenzioni, come gli hacker.

LiFi ha una risposta alla maggior parte di questi problemi. LiFi fa parte dello standard VLC PAN IEEE 802.15.7. Il LiFi è molte volte più veloce, i test sono già stati effettuati con velocità di trasferimento non inferiori a 10 Gpbs. È più di 100 volte più veloce dell’attuale rete WiFi! In futuro, dovrebbe anche essere possibile raggiungere una velocità di 15 Gbps mediante LED e sistemi adattati. Inoltre, LiFi funziona anche in ambienti ad alta densità, in modo che più persone possano utilizzare la rete LiFi.

Inoltre è possibile utilizzare il LiFi anche sott’acqua, questo è anche il motivo principale per cui anche la Marina americana ha mostrato interesse per questa nuova tecnologia, al fine di migliorare la comunicazione nei sottomarini. Un altro vantaggio aggiuntivo, la luce non può attraversare i muri, quindi è possibile creare una connessione molto più sicura senza il rischio di hacker.

Inoltre, ci sono persone che sembrano essere ipersensibili alle onde radio, sebbene ci siano ancora controversie sulla nocività del WiFi, in ogni caso non si soffre di questo con il LiFi. Inoltre, costa meno energia, quindi funziona in modo più efficiente.

Lo svantaggio principale è che il LiFi ha un raggio d’azione più breve di “soli” 10 metri, mentre con il WiFi arriva fino a 32 metri. Inoltre, il LiFi sarà particolarmente adatto per i download, quindi dovrebbe essere visto come un supplemento, piuttosto che un sostituto del WiFi.

Secondo il sito ufficiale , il LiFi sarà integrato negli smartphone entro pochi anni. Logicamente, presto seguiranno altri dispositivi mobili, come tablet e laptop. Un prototipo di smartphone LiFi era già stato mostrato dalla francese Oledcomm da diversi anni. Per il momento, tuttavia, non ci sono rinomati produttori di smartphone che hanno avuto il coraggio di avventurarsi in questo campo. Oppo sarà il primo?

Se Oppo intende effettivamente rilasciare un telefono LiFi rimane sconosciuto. È chiaro che il produttore progressista sta studiando tutte le possibilità in questo senso. Proprio come Oppo è leader nel campo del 5G (e della ricarica rapida), la società probabilmente vorrà anche assumere un ruolo guida quando si tratta di tecnologia di comunicazione LiFi. Dopotutto, Li-Fi è l’ultima tecnologia di comunicazione wireless 5G.

Le aree di applicazione del LiFi si estendono ben oltre i semplici dispositivi intelligenti. Pensa agli ospedali, dove la velocità, la sicurezza e il basso ritardo che caratterizza il LiFi sono vantaggi essenziali rispetto alla tecnologia WiFi esistente. Inoltre, il LiFi non disturba le apparecchiature. Il LiFi è quindi estremamente adatto anche per aeromobili o impianti petrolchimici. Il LiFi può anche offrire una soluzione in hotel, scuole, musei e treni.

Scritto da

Potrebbe interessarti...