6 C
Comune di Monopoli
sabato 16 Gennaio 2021

Fitbit Sense: smartwatch di fascia alta per atleti

Da leggere

Serena Rossi è “Mina Settembre”

Mina Settembre è un dramedy sentimentale ambientato a Napoli, che ha per protagonista un’assistente sociale alla continua ricerca di...

Quelli che il calcio: ospiti Stefano De Martino e Fiona May

Nuovo appuntamento, domenica 17 gennaio alle 14 su Rai2, con “Quelli che il calcio”. Tra gli ospiti in studio:...

Linea Verde: la puntata del 17 gennaio

Linea Verde nel suo viaggio al centro del buono e del bello d’Italia domenica 17 gennaio, alle 12.20 su...

Il mese di Settembre è alle porte e, come da consuetudine, gli appassionati di tecnologia di tutto il mondo si preparano ad accogliere i nuovi smart gadget che popoleranno il panorama dell’hi-tech nelle prossime settimane.

Tra questi, spiccano certamente gli smartwatch: dopo un debutto abbastanza in sordina, sembrano ormai essere diventati preziosi alleati per gli sportivi all’avanguardia, essendosi perfezionati notevolmente in termini di funzioni e comparto hardware.

Fitbit, il nuovo Sense

Fitbit, tra i brand più in vista in tale ambito, ha dedicato questi ultimi mesi allo sviluppo e al perfezionamento di Fitbit Sense, smartwatch di fascia alta che secondo i primi rumor potrebbe competere addirittura con Samsung Galaxy Watch e Apple Watch: a supportare questa possibilità ci sono dati concreti, ovvero una valida dotazione tecnica in termini di sensori per il monitoraggio del fitness, dello stress, e della salute in generale.

Fitbit Sense presenta un insieme di rilevatori di alto livello (sensore per temperatura corporea, frequenza del respiro, e un cardiofrequenzimetro integrato) che si accompagnano ad una novità importante per il brand (PurePulse 2, dedicato al monitoraggio dell’attività elettrodermica), che lo rendono un aiutante digitale parecchio interessante per atleti e utenti che comunque non si negano momenti di attività fisica durante la giornata.

Lo smartwatch può infatti monitorare frequenze cardiache anomale (lanciando una notifica di allerta) così come eventuali disturbi del sonno (le spiacevoli apnee notturne), con il vantaggio aggiuntivo di rilevare eventuali infezioni di origine virale, che in un periodo come quello attuale può rivelarsi decisivo.

La presenza di un GPS e del supporto all’assistente Google e ad Alexa si abbinano ad un buon numero di opzioni relative all’attività sportiva praticata: Fitbit Sense riesce a tener traccia di 20 discipline differenti, andando oltre la classica smartband per runner con poche attività selezionabili.

Competere con i “pesi massimi” del settore sembra proprio essere l’obiettivo di Fitbit, che investe sempre più sulla flessibilità applicativa dei propri indossabili: quale sarà la risposta di Samsung e Apple?

Ultime news

Gli ospiti della seconda puntata di C’è Posta per te

Dopo lo strepitoso successo d’esordio della scorsa settimana, domani, sabato 16 gennaio, in prima serata su Canale5, l’appuntamento è...

Potrebbe interessarti