Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Calcio

Mertens, un belga diventato bandiera del Napoli

Dries Mertens
Dries Mertens

Il calcio è una forma d’amore unica e privilegiata che solo in pochi vivono con l’ardore e la passione che merita. Se per molti questo è solo uno sport dove l’unico obiettivo è rincorrere la palla e gonfiare la rete della porta avversaria, per tantissimi altri il calcio è un mondo che regala emozioni uniche, che fanno vibrare il cuore e l’anima.

E queste emozioni uniche ed assolute che il calcio regala, le conoscono bene Dries Mertens e i migliaia di tifosi napoletani per i quali il numero 14 azzurro è diventato semplicemente e affettuosamente Ciro

Un sodalizio sportivo tra il giocatore belga e il Napoli, nato nel lontano 2013 e che con il passare del tempo, grazie a colpi di gol, giocate, passaggi e gesti emozionati, si è trasformato in un amore puro e intenso. E grazie all’estrema umiltà che lo ha sempre contraddistinguono, Dries Mertens, anche se non napoletano di nascita, è diventato una ferma bandiera di Napoli e del Napoli, entrando a far parte, come protagonista, degli annali della storia di questa meravigliosa squadra.

Eppure anche se solo per poco un brivido di freddo e paura ha attraversato le schiene di tutti i napoletani. Quando all’età matura di 33 anni il folletto belga ormai anche a fine contratto, rischiava di dire per sempre addio alla sua città. Perchè si sa che la vita lavorativa di un “falso nueve” come lui, non è lunga. E più il calciomercato estivo si avvicinava, più il Vesuvio e i napoletani mostravano la loro riluttanza ad una possibile cessione. 

Ma poi la sorpresa. La società ha risposto al grido misto di dolore e amore dei suoi tifosi e ha deciso che Mertens restava nella sua terra. 

La bandiera azzurra del Napoli ha prolungato la sua permanenza. Perchè anche se corteggiato da squadre più importanti e anche più blasonate del Napoli, il belga ha fatto la sua scelta non solo lavorativa ma anche di vita. Ha aspettato, rischiando anche di restare senza un futuro contratto, che il Napoli accontentasse il suo cuore, il suo volere e la volontà di tutti i tifosi. E così è stato! 

Questo succede quando l’amore e la visceralità verso una terra e una squadra supera il riscontro monetario, così che il calciatore si spoglia della sua corazza da mercenario e diventa un uomo della città, un uomo del popolo, facendo sue le guerre e le battaglie sociali e pregiudiziose e diventando, in questo caso, un napoletano vero, una bandiera!

Che poi a dirla tutta, Dries Mertens “su carta” nella storia del Napoli, già c’era entrato. Infatti ad oggi è il marcatore che ha segnato più reti dagli albori del Napoli e d’altronde con la dimestichezza e la fluidità che ha nel mettere a segno i gol, probabilmente supererà il suo stesso record. Dato che ha lasciato alle spalle non solo Hamsik, ma anche il dio del calcio, un certo Diego Armando Maradona.

Non manca davvero niente a Ciro Mertens (meglio chiamarlo così), con il suo scatto veloce e il suo destro forte e perfetto regala geometrie di gioco alquanto tecniche e precise, capaci di incantare il pubblico e imbambolare il difensore di turno che deve fronteggiarlo. Sa essere umile e diventare una semplice pedina al servizio della squadra, riuscendo a mettersi da parte e facendo anche il lavoro sporco. Però quando il folletto è in attacco, non sbaglia. La freddezza e la precisione non gli mancano sotto porta, riuscendo anche a firmare dei veri e propri eurogoal.

Inoltre è compito di una bandiera anche essere un capo, un leader, deve saper guidare la squadra fuori e dentro gli spogliatoi, deve essere un motivatore e deve essere decisivo anche durante quelle partite stregate, quelle in cui tutto sembra impossibile per chiunque, tranne che per la bandiera. Ovviamente un dettaglio imprescindibile è che la bandiera azzurra deve amare alla follia Napoli, la città e il suo popolo.

E senza ombra di dubbio, tutto questo è Mertens, bandiera del Napoli! 

Advertisement
egidio
Scritto da

Iscriviti alla nostra Newsletter

Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Leggi la nostra Privacy Policy.

Potrebbe interessarti...

Calcio

Mercoledì 17 giugno, all’Olimpico di Roma, si assegna la Coppa Italia 2019-2020. Il primo trofeo stagionale vedrà di fronte Napoli e Juventus. Napoli –...

Calcio

E’ ormai pronto il nuovo calendario della serie A. Il massimo campionato di calcio italiano sta per ripartire dopo l’emergenza Coronavirus che ha colpito...

Calcio

Compie oggi 110 anni la Nazionale italiana di calcio che continua a far innamorare milioni di italiani. La storia della nazionale La storia degli...

Calcio

L’Europa League è da sempre una competizione ricca di sorprese, gol e spettacolo. Un trofeo molto ambito che può arricchire la bacheca in maniera...

Copyright © 2011 Lifestyleblog.it | Testata on-line iscritta al Tribunale di Bari al n. 23/2011
News e approfondimenti su Tv, Musica, Auto, Motori, Hi-tech, Cinema, Moda e tanto altro ancora.
Direttore Responsabile: Bruno Bellini Lifestyleblog.it