Home News Hi-Tech 7 Trucchi per fare videochiamate con Zoom

7 Trucchi per fare videochiamate con Zoom

0

Con l’aumento esponenziale della sua popolarità, Zoom è diventato un programma usato praticamente da tutti, sia in ambito lavorativo che nella vita personale.

Questa app per le videochiamate è molto facile da usare, affidabile e personalizzabile, ma molte sue funzionalità sono probabilmente sconosciute alla maggior parte degli utenti.

Ecco qui 7 trucchi che renderanno le videochiamate ancora più piacevoli.

1. Usare una VPN online.

La sicurezza è di gran lunga l’aspetto più importante da considerare. Nonostante Zoom sia un servizio molto utile e facile da usare, presenta alcune vulnerabilità in termini di sicurezza. Non utilizza infatti un sistema di crittografia end-to-end, quindi le videoconferenze potrebbero essere intercettate da qualche malintenzionato.

Per proteggersi da questo pericolo, la soluzione più semplice è quella di usare una VPN online. Le conversazioni saranno così sempre protette dalla crittografia gestita direttamente dalla VPN online, che si occuperà anche di mascherare il proprio indirizzo IP e di proteggere dai tentativi di phishing e dai link potenzialmente pericolosi.

2.    Impostare uno sfondo virtuale.

Come sfondo per le proprie videochiamate è possibile utilizzare qualsiasi immagine a piacimento dopo averla caricata nell’app dal menu Impostazioni/Sfondo virtuale. Non si tratta però di un semplice sfondo: grazie a una tecnologia all’avanguardia, Zoom è in grado di riconoscere il corpo dell’utente, “ritagliarlo” e sovrapporlo all’immagine scelta. Il risultato è molto simile a quanto si potrebbe ottenere utilizzando un green screen, senza la necessità di fare acquisti specifici.

Questa funzionalità permette di rendere le videochiamate molto più piacevoli e interessanti con sfondi colorati e fantasiosi, ma anche nel caso di conversazioni di lavoro può essere una buona idea impostare uno sfondo. In questo modo si può infatti nascondere la stanza in cui ci si trova, per questioni di privacy o di semplice pigrizia.

3.    Scorciatoie da tastiera.

Quando si sta effettuando una videochiamata, può capitare di voler silenziare il proprio microfono, magari perché ci si trova in una stanza rumorosa e non si vuole infastidire gli altri interlocutori. Attivare l’opzione manualmente è però un po’ scomodo, soprattutto se lo si deve fare spesso. Fortunatamente, Zoom mette a disposizione degli utenti una serie di scorciatoie da tastiera che permettono di attivare e disattivare alcune funzionalità in modo molto rapido. Ad esempio, per silenziare il proprio microfono basta premere Alt+M.

Altre scorciatoie disponibili sono Alt+A per silenziare tutti gli altri partecipanti, Alt+S per avviare la condivisione dello schermo, e Alt+I per invitare un utente alla conversazione. È anche possibile modificare queste scorciatoie per adattarle ancora meglio alle proprie esigenze.

4.    Condivisione dello schermo.

Uno dei motivi per cui Zoom è particolarmente apprezzato è la possibilità di condividere lo schermo. Per farlo, è sufficiente premere Alt+S o premere il pulsante “Condividi Schermo” situato in basso nella schermata principale. Questa opzione è molto utile nel caso di lezioni a distanza, in cui lo schermo condiviso può sostituire la classica lavagna.

Oltre allo schermo, è possibile condividere anche l’audio del computer: questa funzionalità è perfetta per condividere contenuti multimediali con gli amici. Ad esempio, si può organizzare una visione collettiva di un film, per condividere un’esperienza nonostante la distanza.

5.    Registrazione audio e video.

In molte occasioni, può essere utile registrare le proprie videoconferenze per poterle rivedere in un secondo momento. Ad esempio, nel caso di lezioni a distanza, gli studenti potrebbero aver bisogno di rivedere alcuni passaggi per prendere appunti più dettagliati.

Per registrare una videochiamata bisogna premere il tasto Record, e il file verrà salvato nella cartella Documenti. È però necessario fare una precisazione: anche se questa funzionalità è disponibile gratuitamente, Zoom ha un limite di 40 minuti per le videochiamate gratuite, quindi anche le registrazioni dovranno sottostare a questo limite.

6. Trascrizione audio.

In aggiunta alla registrazione audio e video, un’altra funzione molto utile per chi desidera rivisitare le proprie videochiamate è quella della trascrizione.

Zoom è in grado di trascrivere automaticamente l’audio di una videoconferenza, con risultati piuttosto soddisfacenti. Il testo finale potrebbe contenere degli errori, ma se la qualità dell’audio è sufficientemente buona, non dovrebbero esserci grossi problemi di comprensione.

Questa funzionalità è disponibile soltanto per gli utenti a pagamento.

7.    Usare i filtri e gli effetti di Snapchat.

Le videochiamate non sono soltanto per le lezioni a distanza o per le riunioni di lavoro: sono perfette anche per passare una serata in compagnia di amici che vivono lontano. Un buon metodo per rendere le chiamate ancora più piacevoli è quello di usare i filtri Snapchat.

Dopo aver installato l’app Snap Camera, la si può impostare come webcam predefinita in Zoom. Così facendo, tutti i filtri e gli effetti speciali di Snapchat saranno disponibili durante le videochiamate, e potranno essere utilizzati in qualsiasi momento.

Exit mobile version