Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Radio e Tv

Rai, storie di un’italiana: la puntata del 23 maggio

Secondo appuntamento con “Rai, storie di un’italiana”, sabato 23 maggio alle 14.00, su Rai2,  Maurizio Costanzo e Umberto Broccoli, rivisitano la storia del nostro paese attraverso il pregiatissimo materiale d’archivio Rai.

Le anticipazioni di Rai, storie di un’italiana

Si parte “tornando” al 4 novembre 1961: giorno in cui inizia l’era di Ettore Bernabei (all’epoca Direttore Generale della Rai e delle trasmissioni sul Secondo canale (nome antico di Rai2).

Mina è la madrina della nuova rete: in un filmato fa gli auguri alla neonata ed è il primo dei paradossi di quel tempo. Non solo non esiste alcuna concorrenza fra Nazionale (Rai1) e Secondo canale (Rai2), ma è una protagonista della prima rete a lanciare la seconda.

La programmazione si distingue nettamente e prende fin da subito la caratteristica di alternativa. In prima serata, al debutto, c’è La Grande Guerra e la vittoria. Quel lungo treno uno sceneggiato, mentre il Nazionale programma alle 21 Studio Uno, con la celebre sigla cantata dalle gemelle Kessler, Da-da-un-pa.

Costanzo e Broccoli ripercorreranno la programmazione di quel 4 novembre, sia per il Nazionale che per il Secondo canale. Sul Nazionale di pomeriggio, Chissà chi lo sa con Febo Conti e Cino Tortorella in regia. Da quel 4 novembre in poi il Secondo canale proporrà opere teatrali e produzioni originali come Belfagor, Il fantasma del Louvre, con una Juliette Greco inimitabile come la paura vissuta dai tanti telespettatori.

Visto il successo, l’ultima puntata sarà trasmessa sul Nazionale nel quale dieci anni dopo approderanno paura e “tenebrose presenze” raccontate ne Il segno del comando. Se ne rivedrà qualche frammento.
Poi ancora Alta pressione, varietà per i giovani: un programma in linea con quell’alternativa caratteristica del Secondo canale. Si passerà infine dalla nascita del Tg2 alla politica in televisione e alle imitazioni dei politici messe in scena per la prima volta da Alighiero Noschese.

Scritto da

Potrebbe interessarti...