6 C
Comune di Monopoli
sabato 16 Gennaio 2021

Malcky G: l’intervista

Da leggere

Serena Rossi è “Mina Settembre”

Mina Settembre è un dramedy sentimentale ambientato a Napoli, che ha per protagonista un’assistente sociale alla continua ricerca di...

Quelli che il calcio: ospiti Stefano De Martino e Fiona May

Nuovo appuntamento, domenica 17 gennaio alle 14 su Rai2, con “Quelli che il calcio”. Tra gli ospiti in studio:...

Linea Verde: la puntata del 17 gennaio

Linea Verde nel suo viaggio al centro del buono e del bello d’Italia domenica 17 gennaio, alle 12.20 su...
Bruno Bellini
Bruno Bellini
Direttore Responsabile Lifestyleblog.it - Classe '81, da Monopoli (Bari) Dal 2015 partecipa al Festival di Sanremo come giornalista accreditato e componente della Giuria Stampa.

Nei giorni scorsi vi abbiamo raccontato del nuovo singolo Wavy, di Malcky G. Abbiamo incontrato il giovane rapper italo americano con il quale abbiamo avuto il piacere di fare una chiacchierata.

Wavy: come nasce l’idea di questo singolo

Sono andato in studio da Andry. Io avevo già il testo e avevo delle idee di suono, così lui ha preparato la base…stavano bene insieme. Poi l’abbiamo mandata a Mambo.

Al tuo fianco Mambolosco: come è ricaduta la scelta su di lui per questo nuovo singolo?

Wavy nasce dal rapporto di amicizia tra me e Mambo… ci siamo conosciuti nel backstage di un concerto, abbiamo iniziato a frequentarci e siamo diventati amici. 

Riunirci insieme a Andry è stato bello, mi è sempre piaciuto come produttore.

Con questo singolo stai sperimentando e trovando la tua strada…Dove vuole arrivare Malcky G?

Sicuramente vorrei diventare uno dei nomi più conosciuti della scena in Italia, ma giustamente ci vuole tanto lavoro e impegno… vorrei crescere e migliorarmi sempre di più. 

Futuro che, in questo momento, ha momentaneamente bloccato lo spettacolo e la musica. Quali scenari prevedi?

Spero che tutto riparta presto per poterci divertire live…purtroppo quest’anno non ci sarà la possibilità. Speriamo che i contagi continuino a diminuire, così si potrà tornare alla normalità

Per i live, invece, si prevede un anno di stop. Quanto vi penalizza?

Ora come ora non mi penalizza troppo, non avendo ancora un mio tour… sicuramente ho perso alcune opportunità di salire e di esprimermi sul palco… Quando si fanno i propri live si è molto esposti. Colgo questo momento per diventare più conosciuto e “virale”, così poi da prepararmi bene per i live.

Nel tuo curriculum, nonostante la giovane età, annoveri diverse collaborazioni. Cosa sei riuscito ad imparare e apprendere da questi affiancamenti? Cosa ti sei portato dietro?

Sicuramente collaborare con persone talentuose aiuta molto. Si impara davvero tanto, dallo sviluppo delle melodie a come tirare fuori meglio la voce e a come produrre.

Avendo origini italo-americane quanto ha influito per te vivere “La Grande Mela” e la sua cultura musicale? 

Molto! Crescendo in America e in una famiglia appassionata di hip hop sono sempre stato immerso in quella cultura…

Ci tornerai appena possibile?

Certo, vorrei tornarci!

Ultime news

Domenica in: ospiti e anticipazioni della puntata del 17 gennaio

La 19^ puntata di ‘Domenica In’, in onda domenica 17 gennaio, in diretta dagli Studi ‘Fabrizio Frizzi’ di Roma...

Potrebbe interessarti