Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Lifestyle

Il corpo umano è come un tempio: come prendersene cura, dentro e fuori in 10 punti

Benessere Corpo Umano
Benessere Corpo Umano

Una celebre citazione di Ippocrate usava queste parole, tanto semplici quanto efficaci: “Il corpo umano è un tempio e come tale va curato e rispettato, sempre”. Inutile sottolineare come tale affermazione possa essere considerata come una verità dell’universo. Più ci prenderemo cura del nostro corpo infatti, eccezion fatta per cause indipendenti dall’uomo, e migliore sarà la qualità della nostra vita. In questo articolo vedremo insieme dieci regole fondamentali per prendersi cura del proprio corpo, considerando sia l’aspetto interiore che quello esteriore, perché come risaputo, anche l’occhio vuole la sua parte.

1 – Curare l’alimentazione

Un’alimentazione sana è alla base del benessere stesso della persona. Da questo dipende tutto il resto. Di alimentazione si potrebbe parlare a lungo, anche perché le scuole di pensiero in tal senso sono moltissime. Tutte però hanno in comune un unico obiettivo: il mantenimento del peso forma. Il sovrappeso infatti diminuisce notevolmente le aspettative di vita, ma anche la qualità della vita stessa.

Molte persone tendono a credere che “peso forma” significhi necessariamente sottoporsi a diete restrittive, ma tale concetto è erroneo. Si parla sostanzialmente di educazione alimentare, quindi di imparare a mangiare correttamente. Il primo consiglio utile in tal senso, è eliminare del tutto il cibo spazzatura, come quello proveniente dai fast food o gli alimenti confezionati in genere.

Mangiare abbondante frutta e verdura, bere tanta acqua, scegliere solamente alimenti sani: tutti accorgimenti che contribuiscono positivamente a mantenere il peso forma. Sempre nell’ottica di non vivere una vita di privazioni alimentari, ogni tanto un dolce non fa certamente male, e l’umore ne gioverà. In sintesi? Se si mangia cibo sano, il corpo sarà sano, ma se si mangia cibo spazzatura, il corpo sarà appunto spazzatura. Ad ogni modo, il consiglio è sempre quello di rivolgersi ad un nutrizionista in grado di fornire indicazioni personalizzate.

 

2 – Fare esercizio fisico

Una seconda regola di vita, da abbinarsi a quella di un’alimentazione sana, è sicuramente quella di fare esercizio fisico. Non si deve pensare allo sport esclusivamente come ad un mezzo per dimagrire, ma come ad uno strumento in grado di donare un benessere psico-fisico. In altre parole, non sono importanti solamente le calorie bruciate, ma anche il rilascio di endorfine che lo sport genera, facendo sentire meglio le persone.

Gli sport da poter praticare, sono moltissimi, sicuramente alcuni più salutari e meno pericolosi di altri. Camminare, correre, pedalare, nuotare ed altre ancora, sono tutte pratiche a basso rischio di infortunio ma ad alto beneficio. Ad ogni modo, prima di cominciare una qualsiasi attività sportiva, è sempre opportuno consultare il proprio medico, così da escludere eventuali controindicazioni per il tipo di attività scelta.

3 – Effettuare controlli medici regolari

La salute è il bene più prezioso che una persona ha. Senza salute, qualsiasi altro aspetto della vita, non ha più alcuna importanza. Dobbiamo imparare a considerare il nostro corpo alla stregua di una macchina. Esattamente come l’automobile periodicamente necessita di controlli e tagliandi che ne certifichino le buoni condizioni, le persone hanno bisogno di controlli medici regolari, che ne attestino il corretto stato di salute.

In altre parole, gli esami di laboratorio non devono essere considerati come qualcosa da fare solamente in seguito a qualche sintomo o ad un malore, ma come una forma di prevenzione. Il primo passo da farsi ovviamente, è quello di rivolgersi al proprio medico curante, che già conosce la storia clinica del paziente, problemi di salute, terapie, interventi ed esami precedenti. In pratica conosce l’andamento del cammino della persona.

Una volta consultato il medico, questo se lo giudicherà opportuno consiglierà visite specialistiche o esami più approfonditi, chiaramente a seconda di quelle che sono le problematiche riscontrate.

4 – Curare l’igiene personale

Parlando di cura dell’igiene personale, molte persone potrebbero considerarla come una pratica scontata da mettere in atto. In realtà tale igiene viene spesso sottovalutata, non valutando che oltre ad un discorso di buona educazione verso chi ci circonda, essere “puliti” aiuta nella prevenzione di molte malattie infettive tra le più diffuse.

Tra gli accorgimenti da adottare, che possono essere considerati come il “minimo sindacale”, troviamo:

  • Fare una doccia al giorno. La doccia è il modo migliore per liberarsi dallo sporco, dai germi e dal sudore accumulati durante il giorno. Inutile sottolineare che una doccia al giorno aiuta a migliorare l’aspetto generale e a sentirsi meglio.
  • Scegliere un detergente viso specifico. La pelle del viso è più sensibile di quella di tutte le altre parti del corpo. Il detergente viso quindi, deve essere scelto sulla base della tipologia di pelle. Ad esempio, in caso di pelli secche, è opportuno evitare i detergenti ricchi di alcool, perché peggiorerebbero la situazione. In caso di pelli particolarmente sensibili invece, è opportuno preferire prodotti delicati col minor numero di agenti chimici possibile.
  • Lavare i denti la mattina e la sera. Una corretta igiene orale è alla base della persona, e previene una serie di patologie molto gravi, ad esempio le gengiviti. Un’eccessiva trascuratezza inoltre, con il tempo può portare anche alla caduta dei denti. Una pratica corretta quindi, dovrebbe essere quella di lavare i denti dopo ogni pasto, portando sempre con sé uno spazzolino da viaggio e un tubetto di dentifricio.
  • Usare il deodorante. Quella di usare il deodorante è una sana abitudine che purtroppo in molti dimenticano, creando anche imbarazzi in mezzo alle persone. Si deve quindi fare una distinzione tra quelli che sono gli antitraspiranti, in grado di controllare il sudore, e i deodoranti per coprire i cattivi odori. Ad ogni modo i secondi devono sempre essere scelti senza alluminio. Se proprio non si vuole usare il deodorante, ogni occasione è buona per lavarsi le ascelle, soprattutto durante la stagione estiva.
  • Lavare i vestiti subito dopo averli indossati. In linea di massima, le camicie dopo ogni utilizzo dovrebbero essere lavate, mentre per i pantaloni è concesso indossarli qualche volta in più. In secondo luogo, è sempre opportuno rimuovere le macchie prima di indossare i vestiti e ricordarsi di stirarli e rimuovere eventuali pelucchi. Presentarsi sempre in ordine, fa sentire più sicuri e fa bene al morale.
  • Lavare le mani con acqua e sapone. Nonostante alcuni di questi consigli possano sembrare elementari, ed effettivamente lo sono, molte persone sembrano dimenticarsene. Quello del lavarsi le mani con acqua e sapone dopo essere andati in bagno, prima e dopo i pasti, dopo essersi soffiati il naso ed altri momenti, è uno di questi. Nel caso si fosse impossibilitati a lavarsi le mani, ci sono in commercio prodotti specifici portatili disinfettanti.
  • Pulire con regolarità le superfici domestiche. Inutile prestare attenzione verso la pulizia della propria persona se poi l’ambiente domestico è sporco, o se ogni cosa che si tocca è in grado di compromettere l’igiene. A tal proposito, quando possibile, per la pulizia di casa utilizzare sempre detergenti con la minor quantità di agenti aggressivi possibile.
  • Coprire naso e bocca durante lo starnuto. Preoccuparsi degli altri, è una buona pratica per tutti. Ogni qualvolta capita di starnutire, è opportuno coprirsi bocca e naso, e successivamente come detto lavarsi le mani.
  • No alla condivisione. Non sempre il principio della condivisione, nonostante l’era social che stiamo attraversando, è positiva. Farlo con rasoi, trucchi, asciugamani o altro, può aumentare il rischio che si possano trasmettere infezioni batteriche. Se non si può fare a meno di condividere un vestito o un asciugamano, è opportuno lavarli prima di prestarli (e anche dopo).

 

5 – Impostare una beauty routine

Molto spesso abbiamo bisogno di una serie di azioni quotidiane che ci facciano sentire bene nel momento in cui ci guardiamo allo specchio. Più l’immagine che vediamo di noi nello specchio sarà piacevole, maggiore sarà il benessere mentale provato. Vedersi “belli” dona sicurezza, anche e soprattutto in mezzo alle altre persone.

Decidere di adottare una beauty routine però, non significa sottostare ad estenuanti trattamenti di bellezza che spesso sfociano in torture medievali. Il detto “se bello vuoi apparire, un po’ devi soffrire” non è certamente il concetto di Ippocrate citato in apertura. In altre parole non necessariamente prendersi cura del proprio aspetto significa spendere cifre esorbitanti nei centri di bellezza.

Il segreto di tale bellezza quindi, risiede nello stabilire alcuni accorgimenti quotidiani ed altri periodici, magari con cadenza settimanale, mensile ed annuale. Vediamone insieme qualcuno:

 

  • Lista giornaliera. Crema viso, detersione, crema corpo ed eventuale trucco.

 

  • Lista settimanale. Pedicure, manicure, scrub viso e corpo, depilazione baffetti, maschera per capelli, sopracciglia.

 

  • Lista mensile. Pulizia del viso, ceretta.

 

  • Lista annuale. Sbiancamento dentale/igiene.

 

Tra le parti del corpo di cui prendersi cura periodicamente, una in particolare è oggetto di attenzione da parte di molte persone, ovvero i capelli. Una capigliatura in ordine, molto spesso rappresenta un vero e proprio biglietto da visita per coloro che incontriamo, soprattutto in ambienti più formali.

Andare tutte le settimane dal parrucchiere però, può risultare piuttosto oneroso, senza dimenticare il fatto che non tutti hanno tempo disponibile, a causa dei ritmi frenetici che la nostra quotidianità moderna ci impone. A tal proposito, potrebbe risultare una buona idea quella di acquistare delle buone forbici da parrucchiere, che consentono di rifinire in poco tempo il ciuffo fuori posto.

Può essere interessante, a questo punto, approfondire brevemente l’ambito delle forbici per tagliare i capelli. Sotto questo aspetto, l’argomento è in realtà più articolato di ciò che si potrebbe pensare. Del resto il mestiere del parrucchiere richiede professionalità – e quindi strumenti appositi – al pari di qualsiasi altro impiego. Conoscere alcune sfumature di forbici presenti sul mercato può dunque indirizzare meglio la scelta anche di un privato che volesse dotarsi di questi strumenti. La struttura delle forbici da parrucchiere professionali è pensata per migliorare ogni aspetto del taglio e facilitarne l’uso. I piccoli prolungamenti all’altezza delle dita servono proprio da base di appoggio, per migliorare il grip e la precisione in fase di taglio. Seguendo lo stesso criterio, alcune forbici sono dotate di anello girevole, pensato per conferire fluidità e precisione, oltre che una facilità di movimento, durante il taglio. A impreziosire ulteriormente la qualità di tali prodotti è anche lo studio sul bilanciamento dei pesi lungo l’intero strumento. Una corretta distribuzione infatti contribuisce a fornire stabilità alla mano, evitando imprecisioni che potrebbero causare danni irreparabili al vostro look.

Certo, tagliarsi i capelli da soli in maniera radicale, soprattutto all’inizio, non è ovviamente consigliabile. Almeno per le classiche “spuntatine” però, con un minimo di pratica, si possono ottenere buoni risultati in breve tempo.

 

6 – Curare l’abbigliamento

Un altro aspetto che molte persone sono solite trascurare, ma che implica più conseguenze di quanto si possa credere, è quello dell’abbigliamento. Il modo in cui siamo soliti vestirci infatti, può influenzare moltissimo come ci vedono realmente le persone che ci circondano. Presentarsi ordinati, con il vestito giusto per l’occasione giusta, aiuta a sentirsi più sicuri e apprezzati. In altre parole, fa bene all’autostima, quindi all’umore.

Con questo presupposto, quando possibile è consigliabile dedicare qualche minuto in più per la scelta degli abbinamenti, così da sentirsi sempre a proprio agio. Seppur possa sembrare un paradosso, meglio avere meno vestiti, ma di qualità. Si perderà meno tempo nello scegliere cosa indossare, e di conseguenza staremo anche meglio.

7 – Dormire

Sono moltissime le ricerche che hanno dimostrato che dormire un numero di ore inferiore a quanto consigliato, può portare a delle conseguenze anche importanti. Dormire fa bene all’organismo, alla pelle, ai muscoli, al cervello, al cuore e all’umore. Quando ci si sveglia stanchi, solitamente il malumore prende il sopravvento, e la condizione si ripercuote sull’intera giornata.

La giusta quantità di ore di sonno invece, rigenera i tessuti e permette al cervello di prendersi il giusto riposo, migliorando di conseguenza la memoria, la concentrazione, la creatività, diminuendo lo stress, aumentando le difese immunitarie e aiutando a tenere sotto controllo una corretta pressione sanguigna.

 

8 – Evitare fumo, alcool e droga

Parlando di fumo, alcool e droga si entra in un mondo le cui conseguenze sono note ai più. Gli eccessi sono sempre deleteri per l’organismo, e questo concetto è risaputo. Evitiamo quindi di introdurre nel nostro corpo delle sostanze che di fatto sono inutili e dannose. Nessuno dice che non sia possibile gustarsi un buon bicchiere di vino. Un consumo moderato di alcool, ovvero responsabile, è assolutamente compatibile con la vita sociale delle persone. Per quanto riguarda invece fumo e droga, non c’è altro da aggiungere: fanno male.

9 – Allenare la mente

Il tempo passa per tutti, e con questo concetto chiunque deve farci prima o poi i conti. Lo stress, la vita frenetica, gli impegni quotidiani e il naturale avanzare dell’età, sono tutti elementi che possono diminuire le prestazioni della mente. Quante volte sarà capitato di parlare con persone più o meno anziane e pensare che stiano perdendo “i colpi”. Per arginare questo fenomeno però, si possono adottare una serie di accorgimenti utili, ritardando la comparsa dei classici effetti.

Gli accorgimenti utili altro non sono che degli esercizi: scrivere, leggere (un buon libro fa bene sotto tanti punti di vista), non abusare della televisione, fare giochi come i cruciverba o il sudoku, creare relazioni con le persone e soprattutto coltivare attivamente le proprie passioni.

10 – Mettere tutto in pratica per se stessi

Tutti e 9 i punti elencati precedentemente, devono essere messi in pratica per una sola ragione, ovvero per se stessi, la migliore delle motivazioni possibili. Può sembrare banale sottolinearlo, ma riuscire ad accettare se stessi ed amarsi, e soprattutto amare il proprio aspetto, è di fondamentale importanza per ottenere successo nella vita in generale.

Si deve sempre trovare il tempo per prendersi cura di se stessi, in ogni momento della vita, soprattutto in quelli negativi, perché darà la forza per affrontarli al meglio. Spesso la vita è una questione di equilibrio, quindi trovarlo tra quello che si deve fare e quello che realmente si vuole fare, è di fondamentale importanza. Per la mente e per il corpo, il famoso tempio di Ippocrate.

Advertisement
egidio
Scritto da

Iscriviti alla nostra Newsletter

Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Leggi la nostra Privacy Policy.

Potrebbe interessarti...

Salute

Le gambe pesanti in estate rappresentano un disturbo frequente. Secondo un’indagine Doxa, il 50% delle donne di età compresa tra i 35 e i...

Salute

Estate fa spesso rima con relax e divertimento, ma complici calore, umidità, sgarri alimentari e indumenti talvolta poco idonei, la stagione più spensierata dell’anno potrebbe...

Interviste

L’estate è alle porte anche se quest’anno, il tradizionale appuntamento con la calda stagione che cade il 21 giugno, rispetto al passato, per molti...

Food & Beverage

Albicocche, proprietà e benefici di questo delizioso frutto di giugno. Presente in Italia già dai tempi dei romani resta uno dei frutti più apprezzati dell’estate....

Copyright © 2011 Lifestyleblog.it | Testata on-line iscritta al Tribunale di Bari al n. 23/2011
News e approfondimenti su Tv, Musica, Auto, Motori, Hi-tech, Cinema, Moda e tanto altro ancora.
Direttore Responsabile: Bruno Bellini Lifestyleblog.it