Connettiti con noi

Interviste

Luca Dirisio: “Rinasco come la Bouganville”

Alberto Nano

Pubblicato

il

Luca Dirisio

Finalmente è tornato, dopo 8 anni dal suo ultimo album: stiamo parlando del talentuosissimo Luca Dirisio che ha recentemente presentato “Bouganville” (etichetta discografica Music Ahead, distribuzione digitale Believe, distribuzione fisica Self Distribuzione).

Dieci brani interamente prodotti e arrangiati da Giuliano Boursier, storico produttore e manager di Luca, un progetto nato dalla maturità e dalla consapevolezza dell’artista che con questo nuovo progetto racconta il suo cambiamento, la sua terra, la sua vita, la società, un disco che arriva dopo tanto tempo, pensato e ponderato a lungo e dedicato a un caro amico, Massimiliano Caruso, scomparso improvvisamente quest’anno.

Il primo singolo è “Come il mare a settembre”.

Luca, come nasce Bouganville? 

Mi ha ispirato Raymond Carver: in un suo racconto parla della bouganville che in inverno si finge morta per poi risplendere di vita e di colore l’estate, forte e sgargiante come se il tempo non fosse mai passato. Con questa metafora penso alla mia vita di oggi e al mio nuovo album. 

Come mai sei stato lontano per così tanti anni? 

Sai, non amo molto le logiche dello showbusinss: in passato sfornavo album a poca distanza l’uno dall’altro: oggi ho tempo per riflettere, sperimentare, analizzare, capire e trasferire in musica quello che sento. Basta stare lontano dalle scene per un minimo di tempo e subito ti danno per morto: è una dinamica nella quale non mi riconosco assolutamente come artista. 

Dopo il grandissimo successo del tuo esordio come hai resistito alla fama? 

Non ho perso la testa perché non me la sono mai montata: piedi ben saldi per terra. E’ stata la mia famiglia a darmi questa educazione, una famiglia solida e ben presente che ha assecondato la mia scelta artistica. Non mi sono mai fatto illusioni, insomma ho avuto calma e sangue freddo. 

Hai fatto due Sanremo, uno come spalla a Paolo Meneguzzi nel 2005 e poi nel 2006 hai partecipato con Sparirò…

E’ stato un Sanremo molto intenso: ero arrivato al termine di una relazione sentimentale importante e decisi di dedicare a lei questa canzone. Praticamente ci siamo lasciati con questa canzone. 

Che rapporto hai con i social? 

Non molto buono, non tanto per i social ma per le persone che usano Facebook o Instagram per seminare odio, per attaccarti, per umiliarti: provo quasi pietà per questi haters.

Chi è Luca lontano dai riflettori? 

E’ un uomo che ama tantissimo la natura, che vive in Abruzzo, terra che amo davvero con io cuore. Sono un grande sportivo, fonte di vita per me. Amo leggere tantissimo e isolarmi per trovare ispirazione. Canto la determinazione delle persone del luogo dove sono nato, l’Abruzzo, sconvolto da un avvenimento devastantestrumentalizzato da una politica bisognosa di sola visibilità, ma con poca sostanza.Mi sento un abruzzese orgoglioso, siamo marinai e pecorari, contadini e marittimi, quindi testardi e sognatori. Nel disco tornano questi concetti, l’aspetto umano, la resistenza delle persone, il mare, che è un elemento che mi rasserena.

Sei fidanzato? 

Sono sposato ma non amo molto parlare della mia vita privata. 

Sei sempre stato un “figo” della canzone italiana! Ti piaci? 

A 41 anni posso ritenermi soddisfatto del mio aspetto, grazie soprattutto a tantissimo sport. Mi piace stare bene ed essere in forma: ho sempre fatto tantissimo sport. Se mi vuoi vedere morto toglimi lo sport! In passato la mia immagine è stata sicuramente una marcia in più.

Ci accompagni in un breve viaggio dentro a Bouganville? 

L’album è composto da 10 brani che ruotano intorno al tema fondamentale del disco, l’essere umano: si parte con “La mia gente”, brano che il cantautore dedica alla sua terra, alle sue origini e in cui racconta la forza del popolo abruzzesee “Come il mare a settembre”, una storia d’amore o meglio una dichiarazione d’amore dove il mare funge da cornice, da silente compagno di viaggio per un innamorato che sente la mancanza della donna che ama. Si prosegue con “Carta da stracciare”, una chiara canzone di denuncia verso la società mediocre, corrotta e superficiale; poi “Occhi negli occhi” un desiderio che Dirisio esprime alla donna che ama al fine di cercare insieme un posto migliore dove poter trovare quella purezza che è l’unico elemento di congiunzione tra gli uomini e la natura. Il terzo brano è “Il tuo cuore non esiste”, la storia di una donna che punta, come succede spesso, tutto sulla propria bellezza e quando si accorge di essere stata sfruttata fugge. “Roma”, è una dichiarazione di amore eterno per la città più bella del Mondo importantissima nella vita del cantautore ma molto spesso trascurata da chi la governa e sfrutta senza pietà. “Orsa maggiore” è una canzone d’amore dedicata alla moglie, unica cosa importante e indispensabile nella vita di Luca Dirisio. “Stare bene”è l’ultimo brano che ha scritto l’artista ed è un invito ad essere se stessi e tornare a riapprezzare le cose semplici e vere. Gli ultimi due brani sono “Whisky”, la storia di un gira mondo, senza tetto che Luca ha conosciuto anni fa a Villa Ada a Roma con il quale ha condiviso dei pomeriggi sul prato del parco suonando insieme e “Niente”, brano autobiografico. 

Advertisement
Advertisement

Iscriviti alla nostra Newsletter

Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Leggi la nostra Privacy Policy.

Ultime News

Chi l'Ha visto? Chi l'Ha visto?
Radio e Tv2 minuti fa

Chi l’Ha visto? La puntata del 13 novembre

Mercoledì 13 novembre alle 21.20 su Rai3, a Chi l’ha visto?  i genitori di Salvatore Cipolletta, il ventiquattrenne morto mentre era in...

X Factor 2019 - i giudici X Factor 2019 - i giudici
Radio e Tv7 minuti fa

X Factor 2019: gli ospiti del 14 novembre

Dopo la doppia eliminazione della scorsa settimana che ha decretato l’uscita di scena di Lorenzo Rinaldi e Marco Saltari, X FACTOR...

Com’è cambiata la scrittura ai tempi dello smartphone Com’è cambiata la scrittura ai tempi dello smartphone
Hi-Tech14 minuti fa

Com’è cambiata la scrittura ai tempi dello smartphone

In occasione del I love to write day, che si celebra il 15 novembre, Wiko, il brand franco-cinese di telefonia, ha deciso di coinvolgere la...

Chiara Ferragni Unposted Chiara Ferragni Unposted
Hi-Tech21 minuti fa

Chiara Ferragni e i social: come contrastare gli haters

La possibilità di chiedere un documento o il codice fiscale a chi si iscrive su una piattaforma social per contrastare...

Simone Frulio Simone Frulio
Musica1 ora fa

Battito di Mano, l’album di Simone Frulio

 Venerdì 15 Novembre esce l’Album Battito di Mano di Simone Frulio con la Casa Discografica Momo, le Edizioni Musicali Fonoplay e la Distribuzione Digitale Pirames International. Dopo il lancio...

Fortnite Fortnite
Hi-Tech1 ora fa

Fortnite, un ban a sorpresa colpisce gli account di molti giocatori

Considerato uno degli sparatutto in terza persona di maggior successo dei tempi moderni, Fortnite continua a tenere banco sui nostri...

Pneumatici invernali Pneumatici invernali
Motori13 ore fa

Le gomme invernali, viaggio nella storia dell’auto

Novembre è il mese in cui scatta l’obbligo di montare sulle proprie automobili l’attrezzatura adatta ad affrontare la stagione invernale...

Il Collegio 4 Il Collegio 4
Radio e Tv1 giorno fa

Il collegio, la puntata del 12 novembre

Sarà ricca di imprevisti e di sorprese la quarta puntata de Il Collegio, in onda martedì 12 novembre alle ore...

Cannavacciuolo Cannavacciuolo
Radio e Tv1 giorno fa

Antonino Chef Academy su Sky

Parte oggi, 12 novembre 2019, Antonino Chef Academy su Sky. Dieci giovani, talentuosi cuochi e la possibilità di aggiudicarsi un...

Ghali Ghali
Musica1 giorno fa

Flashback, il nuovo singolo di Ghali

Flashback è il nuovo singolo di Ghali che anticipa il secondo album in uscita nel 2020 e da oggi è...

Più Lette