Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Hi-Tech

Fortnite, un ban a sorpresa colpisce gli account di molti giocatori

Fortnite

Considerato uno degli sparatutto in terza persona di maggior successo dei tempi moderni, Fortnite continua a tenere banco sui nostri smartphone e console anche nel 2019, a due anni dal lancio ufficiale da parte della fortunata software house Epic Games.

Dopo essere diventato un vero e proprio fenomeno della cultura pop grazie ad una presentazione visiva accattivante e dinamiche di gameplay frenetiche e sempre pronte all’espansione tramite trucchi e armi supplementari, il gioco non ha però mancato di sollevare qualche critica in merito al sistema di gestione dei ban, a volte assegnati senza una vera e propria ragione di fondo.

E’ proprio quanto è accaduto nell’ultima settimana a un discreto numero di giocatori, che hanno iniziato a ricevere improvvisamente avvisi che li rimproverano per avere utilizzato cheat irregolari, sostanzialmente dei trucchi appositi per vincere con minore (o nessuno) sforzo negli scontri con gli altri gamer.

Per chi è stato coinvolto, è stata una sorpresa non indifferente, in quanto si trattava di utenti che non stavano giocando manovrando il proprio personaggio, bensì di iscritti che avevano attivato la Modalità Spettatore per godersi una partita in corso senza prendervi parte. Secondo l’avviso, anche essi sarebbero incappati in un ban permanente da Fortnite se avessero continuato ad abilitare i cheat.

Trucchi che per l’appunto non erano attivati: Epic Games in prima persona ha voluto smorzare i toni della polemica annunciando che si è trattato di un errore, ottenendo però l’effetto opposto da parte di alcuni gamer, che hanno colto l’occasione per rinfocolare la polemica sui ‘ban ingiusti’ in cui sono incappati molti giocatori Fortnite di livello, tra cuI Jarvis Kane, accusato di aver utilizzato degli aimbot (ovvero cheat appositi per puntare e mirare automaticamente all’avversario) nelle ultime settimane.

In definitiva, Epic Games ha proposto le sue scuse agli utenti innocenti accusati di cheating, e tutto è bene quel che finisce bene. Sarà così anche nei prossimi mesi?

Advertisement
Technology
Scritto da

Iscriviti alla nostra Newsletter

Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Leggi la nostra Privacy Policy.

Potrebbe interessarti...

Copyright © 2011 Lifestyleblog.it | Testata on-line iscritta al Tribunale di Bari al n. 23/2011
News e approfondimenti su Tv, Musica, Auto, Motori, Hi-tech, Cinema, Moda e tanto altro ancora.
Direttore Responsabile: Bruno Bellini Lifestyleblog.it