Claudio Marchisio

Claudio Marchisio lascia il calcio

Claudio Marchisio lascia il calcio: l’ormai ex giocatore ha spiegato le motivazioni ieri durante la conferenza stampa svoltasi all’Allianz Stadium.

La carriera di Claudio Marchisio

Una carriera importante per “Il principino”, che lascia il calcio giocato a 33 anni.

Centrocampista, ha vinto sette scudetti consecutivi con la Juventus, club nel quale ha militato fino al 2018 prima dell’esperienza russa tra le fila dello Zenit San Pietroburgo. Qui ha vinto un altro campionato prima dell’ennesimo infortunio.

Una vita vissuta in bianconero, fatta eccezione per la stagione 2007/2008 quando, dopo la vittoria del campionato di Serie B, fu mandato a “farsi le ossa” all’Empoli.

Marchisio può vantare anche 55 presenze con la maglia della nazionale italiana, e 5 reti messe a segno. Per lui un secondo posto agli Europei del 2012, vinti dalla Spagna.

Claudio Marchisio in azione
Claudio Marchisio in azione

Perchè lascia il calcio Claudio Marchisio

Le motivazioni dell’addio? Claudio Marchisio le ha spiegate durante la conferenza stampa.

“Non è stata una decisione facile. Negli ultimi mesi la mia testa c’era ma il mio corpo non girava più come prima, per cui ho cominciato a riflettere.

Non conta l’età che uno ha, ma quello che uno si sente. Se non puoi dare il massimo giusto lasciare. Non è stata una notte semplice, cercavo una parola per riassumere tutto e quella parola è sogno“.

E in merito al suo sogno, confessa: “Ho realizzato quello di un ragazzo di Torino, che voleva indossare la maglia della sua squadra del cuore. Ho vinto tantissimo, insieme ai miei compagni. Saranno emozioni che porterò sempre dentro di me. Sono contento di aver lasciato un bel ricordo e di aver ricevuto tanto affetto dai tifosi”.

Bruno Bellini

Direttore Responsabile Lifestyleblog.it - Classe '81, da Monopoli (Bari) Dal 2015 nella Giuria Stampa del Festival di Sanremo.

Post navigation

P