Connettiti con noi

Interviste

Anni ’60 evergreen: intervista a Michele

Alberto Nano

Pubblicato

il

Michele Maisano

Michele Maisano è uno dei  cantanti più famosi degli anni Sessanta nati in quel mondo creativo irripetibile che fu Genova.

I suoi più grandi successi tra cui “Se mi vuoi lasciare” e “Dite a Laura che l’amo” hanno fatto il giro del mondo e ancora oggi restano pezzi emblematici degli anni d’Oro della discografia italiana. 

Ha collaborato con i grandi nomi della musica italiana, come Fabrizio De Andre’, Sergio Endrigo, Francesco Guccini, Bruno Lauzi, Roberto Vecchioni, Enzo JannacciLuigi Tenco.

Ha lavorato in Francia, Messico, Giappone, Germania, Romania, Canada , America Latina e ancora oggi Michele è costantemente in tournée in Italia e all’estero.

Dal carattere riservato e schivo, Michele Maisano ci ha concesso questa rara intervista, aprendo le porte della sua bella casa a Carcare (Sv), portandoci proprio nel suo studio di registrazione, un autentico tempio con centinaia di album, musicassette, cd, una biblioteca sconfinata dove si vive di musica e per la musica. 

Michele, gli Anni ’60 in musica, un’epoca senza tempo e per molti aspetti irripetibile: qual è stata la ricetta per questo successo? 

Era un periodo da favola: il rock and roll faceva ballare, il lento faceva innamorare. Ho vissuto Genova nel periodo dei grandi artisti, tantissime serate, novità e innovazione.

E’ stato il Rinascimento della musica leggera.

A Genova gli americani portavano i dischi in vinile che andavano per la maggiore ma ascoltavamo anche i grandi autori francesi dando vita ad un crogiolo unico di sperimentalismo.

Qui nacquero i grandi cantautori! Ci sfidavamo a colpi di successi e avevamo musicisti incredibili per gli arrangiamenti: alle spalle dei cantanti c’erano grandi autori e grandi musicisti.

Da questo ambiente così bello nascevano lavori unici che facevano dell’Italia un grande esportatore di musica, a differenza di oggi: basta accendere la radio per capire che al 90% siamo colonizzati da musica estera.

Forse l’ultimo grande esempio di artisti giovani che hanno esportato la propria musica è il Volo. 

Hai mai partecipato ad un talent?

No e non lo farò: non è il mio mestiere fare il giudice. 

Guardi la tv? 

Non molto, salvo film e documentari. 

Hai una voce da trentenne, potente e immutata nel tempo: molti ti hanno paragonato ad Elvis Presley! Come hai fatto a mantenere la voce così allenata?

Cantando e allenando il “muscolo” voce praticamente tutti i giorni. Poi 30 anni di orchestra da ballo con oltre 200 serate all’anno sono stati la palestra per non perdere mai l’allenamento. 

Qual è stato un momento della tua carriera dove la musica ti ha colpito moltissimo? 

E’ capitato tanti anni fa: dopo uno spettacolo ero in autogrill con i miei musicisti, alle 4 di mattina. Prendevo il caffè e da una radiolina sentii per la prima volta Georgia on my mind di Ray Charles: ebbi un’estasi musicale. Sono passati tanti anni ma quell’emozione non l’ho mai dimenticata. 

Qual è stato invece il palco che ti ha emozionato di più? 

Sicuramente l’Ariston ma ancor di più l’Olympia di Parigi, il tempio della musica. 

E il luogo più lontano dove hai portato la tua musica? 

 Sicuramente il Giappone dove feci una tournée di un mese. 

Oggi che cosa fai? 

Continuo a fare le serate e gestisco il mio Bed&Breakfast “Se mi vuoi lasciare” a Carcare (Sv).  Passano gli anni ma le richieste di spettacoli sono sempre tante, quindi per ora non prevedo uno stop. Poi mia moglie è una spalla che mi da sempre energia e voglia di fare!

C’è mai stata una canzone che avresti voluto cantare?

Te lo leggo negli occhi ma ho commesso anche tanti errori! Pensa che rifiutai Cuore matto e Dio come ti amo! Furono due errori che commisi  perché non mi piacevano! 

C’è un programma TV che vorresti rifare? 

Mi è piaciuta molto l’esperienza che feci a Buona Domenica per 5 anni con Maurizio Costanzo. 

Si parla di mercato discografico in crisi, musica liquida, la scomparsa dell’album stesso: come vivi questa situazione? 

Purtroppo internet è un grande contenitore: da un lato è positivo perché rende la musica universale, ma genera anche confusione.

Forse prima il pubblico aveva possibilità di scegliere tra lavori selezionati.

Poi la scomparsa dei dischi, la pirateria e il rendere la musica un prodotto senza materia creano un ambiente dove  è sempre più difficile vivere di musica.

E’ un grande impoverimento globale: oggi un artista come De Andrè non potrebbe più emergere, a mio parere.

Fare le belle parole è un mestiere, dice Mogol, così come fare bella musica: richiede tempo, sacrifici e investimenti. 

Se non avessi fatto il cantante oggi dove saresti? 

Avrei concluso l’Istituto nautico e avrei navigato ma in fondo il mondo l’ho girato lo stesso!

Advertisement
Advertisement

Iscriviti alla nostra Newsletter

Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Leggi la nostra Privacy Policy.

Ultime News

Smartphone, telefonia e tariffe Smartphone, telefonia e tariffe
Telefonia2 giorni fa

Smartphone: Samsung leader del secondo semestre 2019

Samsung è leader europeo degli smartphone nel secondo semestre 2019. A rivelarlo è stata l’analisi di Canalys, che ha studiato...

Invictus di paco Rabanne Invictus di paco Rabanne
Fashion2 giorni fa

Invictus di Paco Rabanne

Un profumo per uomini vincenti e sicuri di sé: questo è Invictus di Paco Rabanne. Spesso, anche per gli uomini,...

Videolottery e Slot Videolottery e Slot
Scommesse2 giorni fa

Videolottery in Italia il racconto di una passione

Quella per il gioco d’azzardo e per le videolottery è la storia di una passione che sembra non esaurirsi mai....

Jova Beach Party Policoro Jova Beach Party Policoro
Lifestyle.Concerti4 giorni fa

Jova Beach Party 2019 a Policoro (Video)

Grande successo per giornata di ieri a Policoro del Jova Beach Party, la festa più bella dell’estate di Jovanotti nelle spiagge...

De Rossi, gol con il Boca Juniors al debutto 57 De Rossi, gol con il Boca Juniors al debutto De Rossi, gol con il Boca Juniors al debutto 59 De Rossi, gol con il Boca Juniors al debutto
Calcio4 giorni fa

De Rossi, gol con il Boca Juniors al debutto

De Rossi gol con il Boca Juniors. Esordio bagnato da una marcatura per “Capitan Futuro”, l’ex giocatore della Roma che...

Tulipani di Seta Nera 2019 Tulipani di Seta Nera 2019
Radio e Tv5 giorni fa

Tulipani di seta nera 2019 è approdato in Tv

Tulipani di Seta Nera 2019, il festival Internazionale di cortometraggi a tema dedicato al cinema sociale, è approdato in tv....

Nadia Toffa Nadia Toffa
Radio e Tv5 giorni fa

Nadia Toffa, è morta la conduttrice de Le Iene

Nadia Toffa, la conduttrice de Le Iene, è morta dopo una lunga battaglia contro il cancro. Ci lascia a 40...

Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser
Lifestyle5 giorni fa

Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser a Forte dei Marmi

Cecilia Rodriguez, nuova testimonial Cotril Center, e il fidanzato Ignazio Moser, hanno trascorso la giornata di sabato 10 agosto rilassandosi...

Compleanno Monica Setta Compleanno Monica Setta
Lifestyle5 giorni fa

Compleanno chic per Monica Setta: le foto dell’evento

Provate a immaginare una piattaforma di legno bianco sospesa fra cielo e mare, una serie di tavoli con tovaglie di...

Miss Teenager Original Miss Teenager Original
Eventi5 giorni fa

Miss Teenager Original 2019: la finale

Si sono svolte presso il BV Oly Hotel di Roma le semifinali del concorso più atteso dell’estate: Miss Teenager Original 2019,...

Più Lette

Copyright © 2011 Lifestyleblog.it | Testata on-line iscritta al Tribunale di Bari al n. 23/2011 | Direttore Responsabile: Bruno Bellini Lifestyleblog.it: news e approfondimenti su Tv, Musica, Auto, Motori, Hi-tech, Cinema, Moda e tanto altro ancora.