Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Radio e Tv

Pier Angelo Perazzi, un talk show su Canale Italia con Lippi

Da tredici anni vive a Maspalomas, sull’isola di Gran Canaria e da dodici aiuta i nostri connazionali che vogliono lasciare l’Italia per trovare il proprio posto al sole. Quello che splende sulle isole spagnole, dove Pier Angelo Perazzi ha trovato la sua dimensione professionale e soprattutto umana. “Il motivo che mi ha spinto a trasferirmi all’estero è semplice: non c’erano più i presupposti per una giusta vivibilità, sia dal punto di vista sociale che economica e soprattutto fiscale”. In Italia lavorava come costruttore, a Milano, ma nel suo curriculum professionale ci sono varie esperienze nel mondo dello spettacolo, come quella che lo ha visto impegnato al fianco di Paolo Limiti nel talk show Ci vediamo in tv, che negli anni novanta andava in onda su Raidue. “Ho partecipato a vari programmi, ma sempre con ruoli marginali. Il grande salto non l’ho fatto per due motivi: il primo è che avevo comunque un’altra attività, parallela ma principale. Con quello che guadagnavo in Tv non sarei riuscito ad andare avanti. E poi mi sono volutamente chiamato fuori da quel mondo, perché ho subito delle pressioni, dei ricatti”. Quel  capitolo, dunque, si è chiuso bruscamente ma si sta per riaprire. Proprio alla luce della sua esperienza di vita alle Canarie. Perazzi, infatti, in Spagna si è creato una nuova vita e oggi lavora per l’agenzia ViverealleCanarie.com grazie alla quale aiuta chi si vuole trasferire lì.

Perché ha scelto di trasferirsi alle Canarie?

“Oggi posso dire che è stata una scelta impulsiva e ragionata al tempo stesso. Mi spiego meglio: dopo aver chiuso un lavoro da mezzo milione di euro, mi sono messo a fare i conti e, al netto di tutte le spese e le tasse, mi sono reso conto che il mio guadagno era di ventimila. Ero arrabbiato, non triste. Così mi sono messo a cercare una destinazione per lasciare l’Italia. E ho aperto la finestra delle possibilità: Brasile, Filippine, Australia, Germania… Poi sono andato per esclusione, dal clima alla lontananza, solo per citare due aspetti, quasi tutti i paesi che avevo preso in considerazione non si erano rivelati adatti. Le Canarie, al contrario, hanno rappresentato la meta ideale. Per lo stile di vita, simile al nostro, e per il clima, ideale in tutte le stagioni. Non a caso le Canarie sono chiamate le isole dell’eterna primavera. Il nostro inverno è la vostra primavera migliore.

La sua famiglia come ha affrontato il trasferimento?

“Quando ho preso la decisione di lasciare l’Italia ero sposato, ma i miei figli sono nati quando già eravamo qui. E sono nati in Italia, perché non sapevo se un giorno sarei tornato. Oggi mi comporterei in modo diverso. In realtà è stata Cristina, mia moglie, a farmi affrettare i tempi del trasferimento, perché me lo suggeriva da tempo e oggi è felicissima della nostra vita qui. E lo stesso vale per i nostri bambini, Ginevra Fortuna di dodici e Morgan Leonardo di nove anni, che qui godono di una libertà che in Italia non avrebbero”.

All’età di quarantatre anni, tredici dei quali vissuti all’estero, sta per tornare temporaneamente in Italia con un progetto televisivo. Di cosa si tratta?

“Condurrò un talk show su Canale Italia, che si trova sul canale 84 del digitale terrestre. Andrà in onda per dodici puntate a partire da lunedì 4 febbraio alle 19 e in replica il mercoledì a mezzanotte. Si intitola La tua voce e nasce da un’intuizione lontana. La mia prima intervista televisiva risale a più di dieci anni fa e ogni anno rilascio almeno tre o quattro interviste per vari programmi televisivi: tutti sono interessati a conoscere la vita degli italiani all’estero. Conviene veramente trasferirsi? Al di là del fatto che alle Canarie la pressione fiscale è al 20% e la burocrazia è snella e veloce, chi fa una scelta di vita come la mia deve affrontare vari step e con questo programma tutto mio, ideato, scritto e condotto da me, spiegherò ogni aspetto. Perché quando sono stato intervistato da altri mi sono reso conto che tutti mi ascoltavano fino a quando dicevo quello che gli interessava. Senza approfondire e soprattutto senza avere la possibilità del contraddittorio. Così ho approfittato di un interesse commerciale e l’ho voluto unire alla volontà di andare fino in fondo. Senza utilizzare il politichese, parleremo delle condizioni di vita degli italiani rapportate a quelle di altri italiani, che però vivono alle Canarie. In ognuna delle dodici puntate ci sarà un braccio di ferro, con esempi concreti, proprio alla luce della mia esperienza”.

Come è organizzata la sua vita professionale alle Canarie?

“Nei primi due anni ho fatto di tutto, con tanta umiltà, che è il requisito essenziale che deve avere chiunque scelga di trasferirsi. Così, dopo aver fatto vari lavori, anche i più umili, ho dato vita ad una mia attività. Che non sarebbe nata senza le esperienze precedenti: perché lì non mi conoscevano, io non conoscevo la loro realtà se non superficialmente. La gavetta è stata fondamentale per far sì che Vivereallecanarie.com diventasse in poco tempo una realtà di successo. Oggi dunque mi occupo di trasferimenti, aiutando a trecentosessanta gradi tutti coloro che vogliono cambiare vita. Che siano casalinghe, pensionati, imprenditori, non fa differenza. Noi ci occupiamo di costituzioni societarie, di immobiliare, di investimenti a rendita garantita ma tutto parte da quello che noi chiamiamo ‘pacchetto trasferimento’, ovvero una settimana di perlustrazione guidata dove sul posto illustriamo tutte le possibilità che le isole offrono e soprattutto chiariamo i dubbi di chi si rivolge a noi. Per semplificare posso dire che chi seguirà la trasmissione in onda su Canale Italia avrà le prime informazioni utili. Ma il nostro non è un programma didattico, sia chiaro. Perché è vero che i temi che affronteremo settimanalmente saranno sviscerati con serietà e obiettività, ma non manca la leggerezza: insieme a me, infatti, ci sarà Claudio Lippi”.

Perché ha scelto proprio lui per questo ritorno sul piccolo schermo che in effetti per lei è un vero e proprio debutto?

“Claudio è una garanzia: volevo accanto qualcuno che avesse una riconoscibilità universale, che io ovviamente non ho. Così nei mesi scorsi ho buttato giù una lista di nomi e quello di Lippi era in cima. Quando l’ho contattato ero scettico, non credevo che mi rispondesse e anzi, se mi avesse detto che non voleva o non poteva partecipare avevo già in mente di rivolgermi ad altri suoi colleghi. Ma per fortuna ho ricevuto una sua risposta positiva subito e il fatto che sia entusiasta del progetto mi dà ulteriore sicurezza. In ogni puntata ci saranno ospiti dei politici e delle persone comuni, alcune già residenti alle Canarie, altre in procinto di esserlo. Inoltre ci sarà Roberto Alessi, direttore di Novella 2000, come opinionista fisso. Insieme ci confronteremo con quello che fa male all’Italia, per cercare di capire se realmente è possibile fare qualcosa per cambiare o per verificare se davvero ci sono degli sbocchi appetibili e concreti per stare meglio”.

Dunque lei si aspetta che chi guarderà la trasmissione deciderà di trasferirsi all’estero e in particolare alle Canarie?

“In realtà la prima cosa che vorrei è che i telespettatori dicano: ‘Finalmente qualcuno che parla come noi!’ e non a caso l’ho intitolato La tua voce. Poi è ovvio che per me è una vetrina per rimettermi in gioco in un ambito che avevo abbandonato. Ma se riusciremo ad aiutare qualcuno, schiarendogli le idee per prendere una decisione che gli cambierà la vita, avrò raggiunto un obiettivo importante. È quello che faccio qui, con questo programma farò una televisione di servizio”.

betty
Scritto da

Caporedattore di Lifestyleblog.it. Adoro il mondo del Lifestyle

Potrebbe interessarti...

Radio e Tv

“Vorrei salutare tutte le persone che erano ricoverate con me e di cui non conosco il nome. Spero siano tornate a casa e stiano...

Radio e Tv

Marco Carta a Verissimo confessa il forte desiderio di ritornare sul palco di Sanremo che l’ha visto trionfare nel 2009: “Vorrei tanto tornare a Sanremo. Sono andato solo...

Radio e Tv

Sabato 5 dicembre, alle ore 16.00, su Canale 5, Silvia Toffanin conduce una nuova puntata di Verissimo. Con la sua simpatia e sensibilità Gerry Scotti entra nelle case degli italiani tutte le...

Radio e Tv

Da lunedì 7 dicembre, tutti i lunedì alle 23.15, Rai4 (canale 21 del digitale terrestre) e Palomar Entertainment proporranno un nuovo modo di fare...