Connettiti con noi

Cinema e Spettacolo

“Non chiamateli Briganti” con Paolo De Vita e Mimmo Mancini

Redazione

Pubblicato

il

Paolo De Vita e Mimmo Mancini hanno presentato “Non chiamateli Briganti”, commedia che debutta sabato 12 gennaio, al Teatro Traetta di Bitonto (sipario ore 21).

“La capacità del popolo italiano di cambiare bandiera nel giro di pochi minuti è straordinaria. Ideali che vengono traditi a seconda delle convenienze. E noi, con questo spettacolo, raccontiamo, in fondo, proprio questa tendenza. Raccontiamo l’Italia dei voltagabbana”.

Il testo è scritto ed interpretato dai due attori baresi, noti anche come i “fratelli Capitoni”, personaggi portati in scena da anni e che in questo spettacolo, al termine di una vicenda che li vede ingiustamente accusati di un furto di pecore, finiscono per separarsi: l’uno diventerà brigante, l’altro deciderà di asservirsi al nuovo Regno Sabaudo.

Ma è una separazione temporanea, perché alla fine i due protagonisti si ritroveranno. “Per convenienza”, sottolineano i due autori, “ciò quello che fanno sempre gli italiani”. Ma c’è ben altro in questo spettacolo. “Sì”, confermano De Vita e Mancini, “abbiamo voluto parlare di un periodo oscuro.

Già, perché la storia del Risorgimento è stata raccontata a metà. Anzi, diciamo pure che una parte della storia è stata proprio rinnegata.

Prendete ad esempio Napoli: non c’è traccia della dominazione borbonica, che ha dato lustro al sud. Ma persino il teatro in cui debuttiamo, a Bitonto, fondato da Ferdinando di Borbone, si chiama Umberto I e poi è stato rinominato in Tommaso Traetta.

In un certo momento storico c’è stata la volontà di cancellare ogni traccia di un periodo che però rappresenta la nostra storia. E la storia è importante, perché senza di quella non possiamo sapere da dove arriviamo e, per certi versi, dove andremo”.

Lo spettacolo è prodotto dal Comune di Bitonto con il sostegno del Teatro Pubblico Pugliese e rientra nel cartellone del Teatro Traetta.

“Non chiamateli briganti” vive di un delicato equilibrio tra rappresentazione e narrazione.

Se infatti da un lato i personaggi del testo vivono in prima persona la loro comica tragedia, dall’altra, con un radicale cambio di registro, si trasformano in narratori, ripercorrendo quegli eventi che, al margine della vicenda, conducono alla fine del Regno Borbonico e alla trasformazione di un Paese disgregato in una nazione: lacerata all’interno, ma unita sotto un’unica bandiera.

Lungo il filo di una ricerca musicale non filologica ma emotiva ed espressiva, curata dallo stesso regista, che spazia da Rosapaeda a Plastikman, per arrivare alle registrazioni orali fatte in Salento da Alan Lomax e Diego Carpitella negli anni ’50, i due personaggi si muovono all’interno di una scatola scenica semplice, simbolica e mutevole ideata da Sara Palmieri: una scena che, metafora della terra ancestrale, abbraccia, inghiotte ed espelle i suoi figli. Le luci espressioniste di Fabio Fornelli delimiteranno lo svolgersi delle vicende dentro e fuori la scena, sottolineando, anche grazie all’apporto del realismo dei costumi di Noemi Intino, da una parte la vis comica del testo e dall’altra le sue sfumature più oscure e post-drammatiche.

Lo spettacolo sarà replicato domenica 12 gennaio. Per info e prenotazioni botteghino del Teatro Traetta (Largo Teatro, 17 – 080.3742636). I biglietti sono disponibili sul circuito Vivaticket.

Advertisement
Advertisement

Ultime News

Radio e Tv4 ore fa

Ascolti Tv (22 marzo): Ciao Darwin batte La Corrida

Ottimi ascolti per il secondo appuntamento con Ciao Darwin, che si conferma leader assoluto della prima serata del venerdì. Con 4.117.000 telespettatori e...

Radio e Tv8 ore fa

La prova del cuoco: le anticipazioni della settimana (25 – 29 marzo)

Nuova settimana per La prova del cuoco, in onda da lunedì 25 marzo alle 11.30 con la conduzione di Elisa...

Musica8 ore fa

Ligabue: Start è il disco più venduto della settimana

Ligabue si conferma al primo posto nelle classifiche di vendita con il disco START. Successo che si conferma per la...

Linea Verde (Rai1) Linea Verde (Rai1)
Radio e Tv8 ore fa

Linea Verde fa tappa in Sicilia (24 marzo 2019)

Linea Verde fa tappa in Sicilia nella puntata in onda domenica 24 marzo 2019 su Rai1 alle 12.20. Partirà dal...

Kilimangiaro (Rai3) conduce Camila Raznovich Kilimangiaro (Rai3) conduce Camila Raznovich
Radio e Tv8 ore fa

Kilimangiaro e le Giornate di Primavera del Fai (24 marzo)

Nuovo appuntamento con il Kilimangiaro domenica 24 marzo 2019 alle 15.30 su Rai3. Puntata dedicata alle Giornate di Primavera del...

Mara Venier - Domenica IN Mara Venier - Domenica IN
Radio e Tv8 ore fa

Domenica IN: gli ospiti della puntata del 24 marzo

Domenica 24 marzo 2019 , a partire dalle ore 14, andrà in onda in diretta dagli studi ‘Fabrizio Frizzi’ di...

Radio e Tv23 ore fa

Linea bianca: la puntata dedicata all’Abruzzo (23 marzo 2019)

Linea Bianca alla scoperta dell’Abruzzo nella puntata in onda sabato 23 marzo 2019 alle 14.00 su Rai1. Con Massimiliano Ossini...

Eventi23 ore fa

Al via, a Cirò, il Premio Luigi Lilio 2019

Aloysius Lilius, medico ed astronomo di Cirò, è l’autore della riforma del Calendario (oggi utilizzato in quasi tutto il mondo),...

Cinema e Spettacolo23 ore fa

Intervista a Lady Tabata

Barbara Meoni è Lady Tabata, paladina del divertimento, quello vero, che fa bene. Una vita dedicata con entusiasmo e professionalità...

Radio e Tv23 ore fa

Sabrina Ferilli a Verissimo (23 marzo 2019)

Sabrina Ferilli parla a Verissimo del suo drammatico ruolo nella fiction in onda da domenica 31 marzo su Canale 5 “L’amore strappato”. Una...

Più Lette

Copyright © 2011 Lifestyleblog.it | Testata on-line iscritta al Tribunale di Bari al n. 23/2011 | Direttore Responsabile: Bruno Bellini Lifestyleblog.it: news e approfondimenti su Tv, Musica, Auto, Motori, Hi-tech, Cinema, Moda e tanto altro ancora.