Connettiti con noi

Moda

Il favoloso mondo premaman firmato Pietro Brunelli

Elena Ballerini

Pubblicato

il

Oggi il web imperversa di hashtag come  #mumtobe, #pregnancylife , che attirano il grande occhio virtuale grazie alle protagoniste dello scatto, ossia giovani future mamme fashion, le quali con grande no chalance schizzano l’occhio al glamour e incarnano a 5 stelle  lo stile del periodo.

I famosi 9 mesi di attesa rappresentano un periodo che ha regole proprie, unico nel suo genere e per ciascuna futura mamma.

Il premaman oggi…

Un tempo le ragazze vestivano questo periodo  ricorrendo alle taglie extra large, dopo aver messo a soqquadro il guardaroba della mamma o peggio della nonna,   privandosi della possibilità di indossare al meglio questa condizione di preparazione.

Oggi il premaman non solo è uno status, ma una vera e propria moda.

Elena Ballerini conduttrice e scrittrice

Elena Ballerini conduttrice e scrittrice

La collezione autunno 2018

Imperdibile e originale la nuova collezione autunno 2018: accanto al bianco, nero, grigio e marrone la palette dei colori si arricchisce con le tonalità vivide nuovi match di colore: azzurri, arancio, bluette e “marron”, accesi da un filo di lurex.

Una nuova linea dai colori accesi per mamme che non vogliono nascondere le forme ma che viceversa possono essere fiere di sfoggiarle, senza mai rinunciare al jeans e camicia e potendo optare anche per capi più eleganti. La parole d’ordine è sempre “stile” aggiungendo quel tocco di magia ad un periodo che ne ha già tanta. A Pietro Brunelli la bacchetta magica.

Pietro Brunelli: il brand

Pietro Brunelli (www.pietrobrunelli.it) è un’azienda rigorosamente italiana, leader in questo settore a livello internazionale,  che ha catturato la nostra attenzione per il modo in cui è riuscita a disegnare e scolpire le linee di una  mamma contemporanea, dinamica e frizzante, che non rinuncia alla propria femminilità ma nemmeno al comfort.

Moltissimi nomi dello spettacolo si affidano allo stilista italiano, vero innovatore in questo particolare ambito di femminilità, ma anche molte mamme che vogliono continuare a sentirsi a proprio agio in ogni tempo e spazio di una vita in rapido mutamento:  in ufficio, per un cocktail, in vacanza e nella propria sovvertita quotidianità gli abiti di Pietro Brunelli sono il giusto supporto per sentirsi fashion, realizzati in tessuti naturali per garantire la massima comodità

La storia di questo brand inizia a Parigi dove Pietro Brunelli ha lavorato all’inizio della sua carriera  presso società di moda e cosmetica. Nella capitale francese circondato da “future mamme”, diventa uno spettatore attento del mondo  che anticipa la maternità e intuisce come configurarlo al meglio. Torna nella sua Milano e decide di trasformare il sogno in una realtà di moda tangibile e all’avanguardia, interpretando al massimo lo stile di  ogni #mumtobe.

La scalata verso il successo dell’azienda è un lampo e sconfina anche all’estero: la stampa internazionale si accorge di questo nuovo brand  e diventa la prima linea di prêt-à-porter per donne in “dolce attesa” ad essere stata accettata nel grande evento delle sfilate milanesi.

Moltissime mamme del piccolo schermo e grande  schermo lo scelgono e ne sottolineano il valore e la versatilità. Si tratta infatti di abiti adatti per ogni occasione che ogni singolo giorno riescono a creare la sensazione  di non sentirsi diverse, ma anzi speciali.

I capi Pietro Brunelli inoltre non si limitano a vestire una futura mamma, ma possono essere indossati con grande disinvoltura anche dopo la maternità, grazie alle linee di abiti studiati per conformarsi alla figura di una donna in evoluzione.

Pietro Brunelli

 

 

 

Commenti

commenti

Presentatrice televisiva e cantautrice. Laureata in scienze giuridiche con una tesi in diritto privato, si avvicina al mondo della scrittura fin da piccola

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter di Lifestyleblog.it
* = campo richiesto!

Classifica Musicale

Più Lette

Copyright © 2011 Lifestyleblog.it | Testata on-line iscritta al Tribunale di Bari al n. 23/2011 | Direttore Responsabile: Bruno Bellini