Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Lifestyle

L’evoluzione del trading online fino a diventare fenomeno di massa

Quante volte negli ultimi anni abbiamo sentito parlare di trading online? Con l’evoluzione digitale, infatti, sempre più persone si sono avvicinate a questo universo di infinite possibilità di guadagno. Ma di cosa si tratta? Fare trading online consiste, in pratica, nell’acquistare e vendere asset attraverso piattaforme di trading basate sull’utilizzo della rete internet.

Fino a qualche anno fa il mondo degli investimenti era riservato a pochi eletti. Oggi, invece, tutti lo possono fare. Prima, ad esempio, gli investitori e i trader che volevano investire, dovevano chiamare i servizi di mediazione (i broker finanziari) affinché compissero operazioni di trading per conto loro.

L’incaricato dell’investimento doveva anche confermare i costi di commissione per il compimento dell’operazione di trading. Una volta aver stabilito tutto ciò, il broker proseguiva con il piazzamento dell’operazione nel sistema collegato alla piazza di scambio, come il New York Stock Exchange (NYSE) o il NASDAQ o la Borsa di Milano.

Il cliente riceveva, quindi, in seguito una conferma tramite email dell’avvenuta operazione di trading e un prospetto mensile del suo conto, contenente la lista dei suoi investimenti. Se il cliente avesse poi voluto trasferire del denaro dal suo conto trading al suo conto corrente, e viceversa, avrebbe dovuto rivolgersi al broker anche per fare questa richiesta di transazione.

L’utilizzo del trading online è cresciuto esponenzialmente intorno alla fine degli anni ’90, parallelamente all’avvento della connessione Internet e dei computer che fornivano, a prezzi contenuti, prestazioni di qualità.

Oggi, dunque, tutto è più semplice e veloce grazie all’era digitale che ha consentito una costante crescita di investitori che usa in autonomia le piattaforme di trading online messe a disposizione dai vari broker presenti in rete. In questo modo sono stati ridotti i costi sia per gli investitori che per i broker e tante persone sono state incentivate nel cercare di investire.

Prima di misurarsi col trading online, però, bisogna studiare il mercato, capirne gli andamenti ed i movimenti dei mercati. Ci si può affidare ai consigli dei traders più esperti dai quali si possono ottenere informazioni molto utili su ogni mercato sul quale si desidera investire.

Capire il mercato scelto, quindi, è fondamentale prima di partire con gli investimenti. Per fare ciò bisogna non sottovalutare l’importante ruolo che svolge l’aspetto emotivo nel mondo del trading online. La pazienza, in questo caso, è un dono fondamentale per cercare di avere successo. Così come è importante non farsi prendere la mano in caso di vincita e mantenere la calma qualora i nostri investimenti dovessero andare male. Nel trading online le opportunità di profitto continueranno a presentarsi ogni giorno, ma se non si ha la pazienza di aspettarle si finirà per svuotare il proprio conto di trading prima che le operazioni più proficue abbiano il tempo di presentarsi. Al di là della fiducia in sè stessi, bisogna essere in grado di riconoscere i rischi associati in ogni operazione aperta. Si possono avere buone possibilità di guadagno, ma è importante capire che non esistono operazioni perfette e infallibili.

Come scegliere il broker

La scelta del broker dove cominciare a fare trading online è un passaggio di primaria importanza per avere successo. Innanzitutto bisogna affidarsi a broker affidabili e riconosciuti legalmente. Per fare ciò ci si può affidare, ad esempio, alla guida Plus500 e opinioni su blogfinanza.com.

Un fattore importante da valutare per scegliere un buon broker per il Forex è il Conto demo. Quest’ultimo consente di fare pratica quando si è agli inizi senza rischiare i propri soldi reali. Anche in questo caso i Conto demo offerti variano da Broker a Broker. C’è chi fissa un determinato importo, chi un limite di tempo prestabilito.

Il conto demo può essere molto utile per allenarsi a fare trading online, prima di cominciare ad investire soldi eri. Se lo si prende come un gioco non si capiranno mai le reali dinamiche del mercato del trading online. Altra questione da valutare attentamente per scegliere una piattaforma per il trading è vedere se essa non applica commissioni e spese fisse. Bisogna prestare molta attenzione allo Spread che offre. Lo spread di un broker è la commissione che il broker addebita in fase di elaborazione dell’operazione al suo utente iscritto. Generalmente sul mercato la media proposta dai broker è sui 2-3 pips per ciascuna valuta in modalità fissa, e su una media di 2,2 in modalità mobile o variabile.

Molto importante è l’assistenza clienti che deve essere il punto di forza di ogni società che vende beni o servizi. Se si ha un problema si deve avere l’opportunità di rivolgersi ad un servizio clienti efficiente e veloce. L’assistenza clienti deve essere continua (almeno 5 giorni su 7 e H24, o al limite 7 su 7 e con qualche ora giornaliera in meno) e in italiano. Inoltre, deve essere raggiungibile in più modi: chat interna al sito, telefono, mail.

Insomma, fare trading online può sembrare semplice, ma non lo è. Bisogna avere tutto sotto controllo prima di lanciarsi in questa nuova interessante sfida che potrebbe farci guadagnare non poco.

betty
Scritto da

Caporedattore di Lifestyleblog.it. Adoro il mondo del Lifestyle

Potrebbe interessarti...

Lifestyle

Si è aperta ieri (4 settembre 2019) a Marina di Ugento la Convention organizzata dal gruppo Siem , socio del Gruppo Euronics, un appuntamento...

Lifestyle

Negli ultimi anni quello del trading online è diventato un argomento sempre più interessante. Sono tante, infatti, le persone che si sono avvicinate a...

Lifestyle

Coloro che per la prima volta nella loro vita decidono di investire una parte del proprio patrimonio nell’esteso mondo finanziario, si troveranno davanti ad...

Lifestyle

Negli ultimi 4 anni il costo annuo complessivo dei conti correnti ha subito un incremento fino a 36 euro. L’aumento riguarda tutti i principali...