Connettiti con noi

Interviste

Shade, una hit bene e… benissimo

Pubblicato

il

Shade è a tutti gli effetti un’icona 2.0: rapper, attore, doppiatore, freestyler e stand up comedian italiano. Le sue hit viaggiano a milioni di visualizzioni e #benemanonobenissimo ha letteralmente spopolato in estate.

Grazie ad uno stile ironico e irriverente Shade vince lo TV SPIT 2013, ereditando il titolo di KING DEL FREESTYLE: da questo momento si susseguono i successi. Nel 2014 partecipa a Zelig e doppia alcuni personaggi tra cui Eminem e 2pACm, nella nuova stagione di South Park in onda su Comedy central. Nel 2015 esce per Warner Music Italy  il suo primo album “CLOWNSTROFOBIA”, che entra direttamente nella top 10 degli album più venduti nella prima settimana di vendita. Il suo singolo ODIO LE HIT ESTIVE ha superato 2milioni e 500 mila visualizzazioni!

Il video di BENE MA NON BENISSIMO  ha superato i 2 milioni di visualizzazioni in pochi mesi.

Shade, un momento particolarmente bello della tua vita artistica.

Sono molto soddisfatto per la hit estiva: viaggiamo a una media di 100,000 STREAMING al giorno su spotify. Quindi per ora bene, ma se continua così davvero benissimo!

 

Come nasce il tuo free style?

In studio talvolta ma più spesso sul momento: qualunque cosa mi accada o accada è fonte di ispirazione. Io mi lascio influenzare dal mondo, fonte inesauribile della mia ispirazione.

 

Dopo avere calcato i palchi del Wind Summer Festival o di Radionorba Battiti Live, faresti Sanremo?

Mai dire mai.

 

Che rapporti hai con i talent?

Non sono un grande fan di questo format, motivo per cui mi sono sempre tenuto lontano nonostante le diverse proposte. Penso che dia nell’immediato una fama grandissima ma i tuoi follower sono spesso follower del programma.

 

Parlando di follower come ti spieghi il tuo grandissimo successo nel mondo web e social?

Mi impegno molto: molti dicono che è facile fare i numeri coi contenuti virali ma non è così. Tanti ci provano da anni e non ci riescono. Nel mio caso racconto la verità di tante persone, con il mio modo di vedere la realtà e la realtà virtuale. Il segreto è saper scrivere rimanendo se stessi.

Sei stato protagonista di un mini tour a bordo delle minicar  Ligier, appena concluso a Milano. Che cosa ci racconti questa esperienza?

È stato bellissimo perché ho conosciuto una marea di ragazzi che seguono la mia musica trascorrendo con loro tempo e condividendo il free style a bordo!

Su quella piccola microcar abbiamo condiviso grandi emozioni e grandi momenti, dalle risate alle lacrime di commozione e spesso mi commuovo più di loro. Mi spiace sia finito!

 

Commenti

commenti

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter di Lifestyleblog.it
* = campo richiesto!

Classifica Musicale

Più Lette

X