6.8 C
Comune di Monopoli
giovedì 25 Febbraio 2021

Marco Carta: “Il nuovo disco? E’ l’album della maturità”

Da leggere

Il drink AMERICANO NAPOLETANO di Patrizia Bevilacqua

Oggi vi proponiamo la ricetta del drink AMERICANO NAPOLETANO di Patrizia Bevilacqua.INGREDIENTI3 cl vermouth Martini Rosso3 cl bitter Campari 1...

Nasce RaiPlay Sound: la nuova piattaforma multidevice

La Rai, sempre più player di riferimento del mercato digital.Dopo il successo riscontrato con Raiplay, dal 2021 anche...

Rinnovo patente: 6 cose da sapere

Una delle scadenze più difficili da ricordare e temute da tutti gli automobilisti: il rinnovo patente.Non è raro...

Dopo una lunga attesa è arrivato il nuovo album di Marco Carta,  “Il meglio sta arrivando”. Primo singolo estratto una canzone-simbolo“Tieniti forte”. A tu per tu con Marco!

Dopo una lunga attesa è arrivato il nuovo album di Marco Carta,  “Il meglio sta arrivando”. Primo singolo estratto una canzone-simbolo“Tieniti forte”. A tu per tu con Marco!

 

Marco, bentornato con un nuovo lavoro! Come descriveresti questo album?

E’ l’album della maturità, un disco che ho fortemente voluto e per il quale ho dato tantissimo. E’ un disco di speranza, di positività, di fiducia per il futuro. E’ nato da situazioni non facili che ho vissuto negli ultimi anni?

In che senso?

Sono stato investito da un’incredibile popolarità e tante volte non mi sentivo adeguatamente pronto a gestire quello che mi stava succedendo. Oggi mi sento più equilibrato e consapevole, una forza che troverete nel mio album.

 

Nel comunicato stampa presenti il tuo album come un mantra.

Esatto, un mantra, un riassunto, un filo conduttore che lega perfettamente tutti i brani, accomunati dall’esigenza di imparare a resistere, non a caso “Tieniti forte” è il primo singolo. Tenersi forte per non perdere un amore che deve ancora dare il meglio di se, oppure resistere alla tentazione di ricostruire un amore che non è più tale, per il quale sarà sempre troppo tardi. Tenersi forte per resistere alla distanza e alla velocità del nostro tempo, tenersi forte per il gusto di farlo, o per riscoprire che al digitale mancherà sempre la pelle.

 

Come ti vedi oggi?

Sicuramente più uomo e meno ragazzo.

 

Il tuo nome è legato ad Amici: lo segui sempre?

Certo e ne sono fiero. Devo tutto a Maria. Logicamente il talent è profondamente cambiato, forse meno scuola e più show, ma questo ha dato la possibilità di trasformare l’esperienza ad Amici in un vero e proprio trampolino di lancio. Nel 2009 non era così diretto il legame tra il talent e la discografia: oggi si. Forse è partito proprio tutto dalla mia vittoria a Sanremo.

 

Che cosa ricordi di quella serata?

E’ stata magnifica, incredibile, travolgente. Mia madre dal cielo era vicinissima. Ho dedicato a lei quella canzone.

 

Come l’Isola dei Famosi?

Sono due mondi molto diversi, ovviamente. L’isola mi ha messo alla prova come persona. Sono felice di averla fatta e ripeterei l’esperienza senza indugi.

 

A chi dedichi il tuo successo?

A mia madre, la persona che ogni giorno mi da una forza incredibile, anche nella sua assenza. Mia madre è come il mare, come la Sardegna, la mia terra natale. Sono due mondi bellissimi che ho sempre nel cuore.

 

Torneresti a vivere a Cagliari?

Vorrei ma per il mio lavoro devo restare a Roma ma torno spesso in Sardegna, anche per showcase e concerti.

 

Il nostro è un giornale online molto seguito: ho notato che sei molto social.

Certo: i miei profili sono sempre diretti e spontanei. Amo condividere la mia quotidianità anche se ogni tanto mi piace staccare con il mondo 2.0. Vita e musica sono una sola cosa, così come la condivisione con tutte le persone che mi seguono in questa magnifica avventura.

 

Ultime news

“Una certezza umana”: gli agenti di commercio braccio armato delle aziende

Sembrerebbe per davvero un metodo infallibile quello degli agenti di commercio. Pensate a quello che accadeva anni fa con...

Potrebbe interessarti