Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Lifestyle

Come combattere il caldo: Deumidificatore o Condizionatore?

Il grande caldo sembra essere arrivato in tutta Italia.

Il portale www.qualescegliere.it ha analizzato le tendenze alla scoperta di quali sono le scelte preferite in fatto di elettrodomestici quando si tratta di decidere come rinfrescare le abitazioni, evidenziando le due soluzioni più ricercate: il condizionatore portatile e il deumidificatore.

Sono in tanti gli italiani che hanno manifestato interesse verso quest’ultima soluzione: il deumidificatore è uno dei prodotti più cercati sul sito – un contenitore di consigli, guide, recensioni e informazioni, utili al consumatore digitale per orientarsi nel mondo delle offerte online di prodotti e servizi.

DEUMIDIFICATORI O CONDIZIONATORI PORTATILI: COSA SCELGONO GLI ITALIANI

Osservando la situazione regione per regione, i dati svelano la preferenza degli italiani. Parlando del deumidificatore, si sono mostrati decisamente interessati al tema gli abitanti della Lombardia, con il 23,92% delle ricerche effettuate, seguiti da quelli di Lazio (20,15%), Veneto (8,13%). A livello cittadino, troviamo in testa i grandi capoluoghi, con i primi posti occupati da Roma (19,74%), Milano (16,67%) e Napoli (4,62%). Quando invece si tratta invece del condizionatore portatile, al primo posto troviamo sorprendentemente l’Abruzzo, con il 15,8%; seguono Lazio e Lombardia, rispettivamente con il 15,02% e l’11,93%. Tra le città, a sorpresa Teramo si mostra la più attenta al tema, con il 15,13% di attenzione, addirittura più di Milano e Roma! Tra deumidificatori e condizionatori portatili, le percentuali mostrano come la preferenza sia orientata verso i primi che, secondo il parere degli esperti, rappresentano una scelta più vantaggiosa e corretta sotto diversi punti di vista. Entrambi possono essere utili in caso di grande caldo, ma agiscono sul problema in due modi diversi: il condizionatore raffredda l’ambiente con un getto d’aria a bassa temperatura; il deumidificatore “asciuga” l’umidità presente nell’aria, portando a livelli accettabili una delle principali cause della percezione dell’afa estiva.

DEUMIDIFICATORI O CONDIZIONATORI PORTATILI:

SCEGLIERE IN BASE A RISPARMIO, AMBIENTE DOMESTICO E SALUTE

  • RISPARMIO ALL’ACQUISTO: nel caso del deumidificatore, gli esperti segnalano la presenza di prodotti di fascia di prezzo bassa (fino a 150 euro), fascia di prezzo media (dai 150 ai 250 euro) e fascia di prezzo alta (oltre i 300 euro). Lato condizionatori portatili, si registrano soluzioni con fasce di prezzo superiori (bassa, intorno ai 300/400 euro; media, dai 400 ai 500 euro; alta, oltre i 500 euro).

La differenza di prezzo d’acquisto tra le due soluzioni, a seconda dei modelli, può quindi variare dai 150 ai 250 euro.

  • RISPARMIO NEI CONSUMI: Ipotizzando un costo di 0,20 cent. per kW, un condizionatore portatile può comportare una spesa energetica presunta di 24 euro (utilizzando un modello potente, ad esempio, per 120 ore al mese, per 6 ore al giorno e per 5 giorni). Usando un deumidificatore, invece, a parità di condizioni di utilizzo, si potrà avere una spesa media di circa 14 euro[1].
  • RISPARMIO ENERGETICO: il consumo orario di un deumidificatore può andare da minimo 0,2 kWh a massimo di 0,6 kWh, nel caso dei modelli più potenti. Per il condizionatore portatile, invece, può oscillare da 0,8 a 1 kWh, quindi il risparmio energetico è a favore del deumidificatore.
  • CURA DELLA CASA: a differenza del condizionatore portatile, che a fine stagione estiva tendenzialmente si ripone in cantina, il deumidificatore può essere utile per rendere l’ambiente più vivibile e piacevole in tutte le stagioni: può attenuare la percezione del freddo, soprattutto se utilizzato in ambienti particolarmente umidi; purifica l’aria da polveri, pollini, batteri e cattivi odori; eliminando, l’umidità elimina le muffe; contribuisce alla creazione di un ambiente più sano (alcuni modelli sono dotati di ionizzatori); può aiutare nell’asciugare più rapidamente il bucato.
  • SALUTE: il condizionatore agisce sul problema “caldo” in maniera immediata, con un getto d’aria fredda che abbassa subito la temperatura, ma può causare problemi a livello articolare, muscolare o raffreddamenti, in caso di esposizione continua o di uso prolungato. Il deumidificatore non abbassa la temperatura, ma rende più tollerabile il caldo, riducendo l’umidità e consentendo di godere di un clima estivo secco, piacevole, meno soffocante e sfiancante.

[1] Per quanto riguarda i consumi energetici e il loro impatto economico sulla bolletta di casa, si precisa che le cifre indicate da QualeScegliere.it sono frutto di stime indicative che possono variare a seconda della presenza, o meno, di diversi fattori (modalità e tempi d’uso dell’elettrodomestico, costi del fornitore dell’energia elettrica, modello analizzato, ecc.).

Lifestyleblog.it
Scritto da

Potrebbe interessarti...

Bestseller: i più venduti

Le 10 macchine da caffè più vendute nel 2020: ecco un breve elenco delle più gettonate sul mercato. Il caffè, si sa, è un...

Lifestyle

I tessuti per la casa svolgono un ruolo importante nell’arredamento della casa. Possono essere utilizzati non solo per scopi decorativi, ma possono anche svolgere...

Lifestyle

Non ce lo auguravamo, ma sta capitando: da qui ai prossimi giorni saremo chiamati nuovamente a trascorrere sempre più tempo nelle nostre case e...

Lifestyle

Beko ha sviluppato Hygiene Shield, la rivoluzionaria linea di prodotti per la casa creata per rispondere, in seguito all’emergenza sanitaria e al lockdown mondiale,...