6.8 C
Comune di Monopoli
giovedì 25 Febbraio 2021

Tv: una petizione per il ritorno della Dottoressa Giò

Da leggere

Nasce RaiPlay Sound: la nuova piattaforma multidevice

La Rai, sempre più player di riferimento del mercato digital.Dopo il successo riscontrato con Raiplay, dal 2021 anche...

Rinnovo patente: 6 cose da sapere

Una delle scadenze più difficili da ricordare e temute da tutti gli automobilisti: il rinnovo patente.Non è raro...

Il nuovo Nissan Qashqai

Nei giorni scorsi Nissan ha presentato la terza generazione del nuovo Qashqai.Sono stati mantenuti intatti i principi guida della...
betty
betty
Caporedattore di Lifestyleblog.it. Adoro il mondo del Lifestyle

Una petizione sul web per far tornare in tv la dottoressa Giò. Il Fanclub di Barbara D’Urso ha deciso di lanciare questa iniziativa, destinata ai vertici Mediaset: al suo lancio oltre 100 le firme ottenute nel giro di poco tempo.

Clicca qui per firmare la petizione >>

Correva l’anno 1995 quando, su Canale 5, faceva il suo esordio la dottoressa Giorgia Basile, da tutti conosciuta semplicemente come Giò, ginecologa in un ospedale di Roma. Le sue vicissitudini personali si intrecciavano a quelle delle sue pazienti e la forte empatia riusciva a giungere fino al pubblico, che non ha potuto evitare di affezionarsi a questa bella dottoressa.

“La dottoressa Giò – Una mano da stringere” è stato un esperimento presentato al pubblico come film per la tv e il suo successo fu talmente grande (oltre 5 milioni di contatti in media durante la messa in onda) che si decise di realizzare una serie a puntate. Nelle due stagioni di programmazione de La dottoressa Giò, andate in onda tra il 1997 e il 1998, la serie ha ottenuto un grandissimo riscontro divenendo un fenomeno cult della televisione. 

“La TV italiana e il suo pubblico meritano di riavere le storie a lieto fine ed emotivamente coinvolgenti de La dottoressa Giò” – recita la nota pubblicata sulla pagina di Change.org – “Il successo e la fama di questa serie perdurano ormai da due decenni e le repliche che si sono succedute in questi anni hanno raccolto risultati più che onorevoli, segno tangibile di un affetto mai scomparso. Perché Mediaset non ripropone questa fiction? Il pubblico ha ancora bisogno di immedesimarsi in personaggi puliti e in storie capaci di scaldare il cuore. La dottoressa Giò rappresenta l’emblema della buona sanità italiana, il medico che nonostante le difficoltà si impegna quotidianamente per i suoi pazienti”.

Il ruolo della dottoressa Giò è stato ricoperto fin dall’inizio da Barbara d’Urso, interprete perfetta di un personaggio così fortemente emotivo ed emozionante. La personalità della d’Urso, trasposta sul personaggio, è stata una delle chiavi del successo della serie e uno dei fattori primari che hanno permesso al pubblico di affezionarsi alle vicende personali e professionali della fiction. La stampa dell’epoca non ebbe che lodi e parole di elogio nei confronti di Barbara d’Urso e della serie, che rivoluzionò il concetto di fiction in Italia. In realtà, la dottoressa Giò è stata precursore di un genere che ha spopolato in Italia e nel mondo tra gli anni Novanta e Duemila. E.R., Dottor House e Grey’s Anatomy, solo per citare i più noti, sono dei fenomeni televisivi internazionali di straordinario successo che hanno fatto la loro comparsa nel nostro Paese solo dopo l’avvento de La dottoressa Giò. Tutt’oggi, a distanza di quasi vent’anni dalla prima messa in onda dell’ultimo episodio della serie, la dottoressa Giò continua a essere un personaggio amatissimo dal pubblico, come dimostrano le innumerevoli citazioni entrate ormai nel gergo linguistico comune.

“Visto il consenso che la dottoressa Giò continua a riscuotere tra il pubblico italiano, Barbara d’Urso merita di tornare a vestire i panni di Giorgia Basile in una nuova serie e i risultati non potrebbero che essere positivi. A dimostrazione di ciò, basta dare uno sguardo ai social di Barbara d’Urso per accorgersi del successo che hanno ottenuto le foto pubblicate nelle scorse settimane, dove si mostra con il camice bianco e la tenuta da sala operatoria. Le maggiori testate giornalistiche e web hanno ripreso la notizia, scatenando uno sciame di commenti infinito tra l’entusiasmo generale.  

Pertanto, ci rivolgiamo a Giancarlo Scheri, direttore di Canale 5,Giorgio Restelli, direttore delle risorse artistiche Mediaset,Antonino Antonucci Ferrara, direttore fiction Mediaset,Alessandro Salem, direttore generale contenuti Mediaset, Marco Paolini, direttore generale palinsesto e distribuzione Mediaset,affinché prendano in considerazione questa petizione, frutto del desiderio di una larga parte di pubblico televisivo, che vorrebbe rivedere in onda una nuova serie della dottoressa Giò sulle reti Mediaset”. 

 

Ultime news

Ambasciatore e carabiniere uccisi, oggi i funerali di Stato

Sono previsti per oggi 9.30 presso la Chiesa di Santa Maria degli Angeli, a Roma, i funerali di...

Potrebbe interessarti